NEWS

Ieri 13 agosto si è spento Flavio Emer, grandissimo uomo ed acquariofilo


disabili_e_acquari_07

Flavio Emer ha perso la sua annosa battaglia con la distrofia muscolare di cui soffriva sin dalla nascita, e così a soli 46 anni si è spento a nell’ospedale di Lumezzane dove era ricoverato.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Ho avuto il piacere e l’onore di conoscere Flavio solo da poco tempo, galeotto fu un raduno di Goccia Nera del 2014, ma da allora si era sviluppata una profonda amicizia e stima. Tanto che Flavio aveva cominciato a scrivere con entusiasmo proprio su queste pagine dove la sua estrema sensibilità e la sua dirompente ironia arricchivano notevolmente un blog a volte troppo tecnico. Anche solo qualche giorno fa ho avuto modo di sentirlo e si rammaricava che in ospedale senza il suo software di riconoscimento vocale non riusciva a scrivere e quindi non poteva spedirmi gli articoli da pubblicare su DaniReef, anche nella condizione in cui si trovava aveva modo di pensare ai suoi lettori.

Flavio era infatti un ottimo acquariofilo, un uomo incredibile, che sapeva scrivere veloce e con sapienza tanto che scriveva articoli sul Corriere della Sera di Brescia sotto il titolo di “cronache dalla carrozzina“, inoltre aveva scritto tre libri, nel 1991 per San Paolo Edizioni (poi per gli Oscar Mondadori) il libro “Il mio cielo è diverso”, segue nel 1996 “Il Corponauta” (Edizioni Interlinea) e, nel 2006, “Sensi in-continenti” con le vignette del celebre illustratore Sergio Staino.

Flavio sapeva usare le parole come pochi altri, e penso che il regalo più bello che noi acquariofili possiamo fare a lui sia andarsi a rileggere gli articoli che ha scritto per ritrovare quella serenità, quella voglia di vivere che sembra incredibile che appartenesse ad un corpo così fragile.

l'acquario di Flavio

Ricordiamo i suoi articoli che davvero vi invito a rileggerli, erano fantastici allora quando li scrisse e lo sono ancora di più oggi:

Ci mancherai, ci mancherai tanto. Un abbraccio sincero caro amico, e nuota sereno e felice fra le nuvole del cielo. Grazie Flavio.

Per chi volesse lasciare un pensiero, oltre in calce in questo articolo può farlo nel profilo facebook di Flavio.