REPORTAGE

Editoriale: Interzoo di Norimberga 2016


Infine arriviamo anche alle considerazioni di Federico Turato.

Si è concluso l’Interzoo 2016. E’ stata la mia prima esperienza con questa kermesse e devo dire che sono rimasto impressionato dalla dimensione e dalla varietà degli espositori che hanno partecipato all’evento.

Pur essendo unicamente interessato all’acquariofilia, l’occhio non poteva non cogliere le molteplici sfumature degli stand espositivi.
Due giorni si sono dimostrati insufficienti per visitare tutto l’evento, tant’è che credo di aver visitato circa la metà degli espositori interventi all’acquariofilia e un centesimo (se non meno) degli altri.

Volendo appuntare gli highlights dell’esposizione, devo iniziare dalla Biopod, un azienda canadese che produce paludari di dimensioni contenute ad altissimo contenuto tecnologico. La vasca delle Dendrobates ha affascinato tutto il gruppo di DaniReef.

2016_05 Interzoo Norimberga biopod 517

Il secondo focus vorrei indirizzarlo a due plafoniere a led che hanno catturato il mio interesse, la prima è la plafoniera modulare cluster control della DayTime, di cui, tra l’altro, hanno già parlato anche Simone e Maurizio, la seconda, più tradizionale ma da con un design molto accattivante, è la plafoniera Aqua Medic, che non introduce particolari novità, ma la forma assottigliata, molto elegante, la rende molto attraente. Entrambe queste plafoniere sono passive, quindi eliminano il rumore e contemporaneamente un elemento che potrebbe guastarsi. L’altra caratteristica che le accomuna (e che permette di funzionare prive di ventole) è la teoria del 0,5 Watt litro che ho riscontrato in molti altri prodotti esposti, e che approfondiremo in uno dei nostri prossimi articoli.

2016_05 Interzoo Norimberga aquamedic 223

Anche Illumagic, azienda importata in Italia da Corallinea, presentava una plafoniera modulare, innovativa nell’estrema personalizzazione. In fiera era esposto solo un prototipo, attendiamo la versione definita per fornirvi una dettagliata recensione.

2016_05 Interzoo Norimberga illumagic 1354

Svariate aziende, invece, presentavano la loro versione di colla a polimero plastico. Trattasi di palline di plastica che a contatto con l’acqua calda diventano malleabili e permettono di essere utilizzate per incollare coralli. Per citarne un produttore in ordine alfabetico, la DVH Aquatic propone la Fragsation le cui palline si sciolgono intorno a 60° o la corrispondente della Preis dal nome poco fantasioso: Preis-Easy Glue che si scioglie già a 41°.


Un accessorio tecnico su cui voglio porre un riflettore, è il prototipo di ATS cilindrico che esponeva Skimz e che probabilmente diverrà per me un must-have. ATS sta per Algae Turf Scrubber, e state sicuri che ne riparleremo ampiamente nelle prossime settimane.

2016_05 Interzoo Norimberga skimz 2077

Due piacevoli scoperte sono state la Seaway Aqua e le Arka, la prima inglese e la seconda tedesca, proprio di Norimberga. Queste aziende proponevano una linea di mangimi, integratori e prodotti analoghi decisamente interessanti.


In ultimo non posso non citare gli acquari particolari e di ottima fattura prodotti in Grecia dalla IFALOS che hanno catturato i miei desideri.

2016_05 Interzoo Norimberga ifalos 1318

2016_05 Interzoo Norimberga ifalos 1306

A seguire, man mano che pubblicheremo i vari articoli, andremo a pubblicare un elenco, richiamabile da questa pagina, che vi porterà direttamente allo stand ed agli articoli di vostro interesse.

Buone letture.

Tutti gli stand dell’Interzoo commentati e visitati da noi

 


1 commento on Editoriale: Interzoo di Norimberga 2016

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.