Piante di Acqua Dolce

La Rotala macrandra il sogno di ogni acquariofilo


Rotala macrandra

La Rotala macrandra rappresenta il sogno per tutti gli appassionati di acquari piantumati.

Amtra abbatti i consumi

Iniziamo a parlare dell’origine di questa meravigliosa pianta, la Rotala macrandra appartiene alla famiglia delle Lythraceae. Appartengono a questa famiglia anche le sorelle di questa pianta ovvero: la Rotala rotundifolia e la Rotala wallichii, ma parleremo di loro in altri articoli.

La Rotala macrandra è originaria dell’Asia, nella fattispecie dell’India meridionale, in natura si trova in zone dove la mancanza di alberi le consente di assorbire direttamente i raggi solari. I fondi di queste zone sono generalmente ricchi di sostanze nutritive, questa pianta infatti è molto esigente per quanto riguarda la luce e il fondo.

Caratteristiche fisiche

La Rotala macrandra è una pianta a stelo dalla crescita media, se tenuta nelle giuste condizioni in acquario presenta una colorazione calda che va dal rosa al rosso intenso. Può arrivare ai 50 cm di altezza, ma in acquario generalmente non supera i 25-30 cm.

Nel mio acquario è arrivata a crescere anche 2 cm a settimana, mantenuta sotto sotto luce intensa ovvero più di 1 watt/litro e fertilizzazione spinta; presentando un bel colore rosso.

Luce

Per coltivare questa pianta nel proprio acquario bisogna considerare che la luce è uno dei fattori fondamentali, se infatti la luce non sarà intensa la nostra Rotala macrandra non prospererà mai.

Da quello che ho potuto verificare nella mia vasca negli ultimi 10 anni la Rotala macrandra ha bisogno di tanta luce e la temperatura delle nostra lampada deve avere delle tonalità calde. Tonalità sui 4.000° kelvin a scendere aiutano la pianta a colorarsi, io ho raggiunto risultati notevoli con i t5 della Dennerle che hanno delle colorazioni calde .

Fertilizzazione

La Rotala macrandra è una delle piante più difficili ed esigenti da tenere in vasca di conseguenza anche un’ottima fertilizzazione come la luce risulta essere un fattore fondamentale. Un protocollo di fertilizzazione ben strutturato è l’ideale per questa pianta.

Per la Rotala macrandra è fondamentale il ferro che ci consente di colorarla a dovere, inoltre risulta fondamentale l’erogazione della co2 che ci consente una crescita più rapida e consistente della pianta.

La Rotala macrandra rappresenta il sogno per tutti gli appassionati di acquari piantumati

Substrato

Quando decidiamo di inserire nel nostro acquario la Rotala macrandra dovremmo orientarci verso un substrato ben fertilizzato, gli steli sottili di questa pianta prediligono terreni leggeri e compatti ,ma cresce bene anche in substrati pesanti. Un consiglio che vi do consiste nell’inserire la Rotala macrandra dopo 5-6 mesi dall’avvio della vasca, in modo che il substrato incominci a lavorare e ad essere maturo.

Quindi ricordatevi quando piantumate di lasciare lo spazio principale per la regina.

Caratteristiche dell’acqua

Questa pianta gradisce una temperatura dell’acqua fra i 25 e i 27 gradi anche se non soffre particolarmente temperature dell’acqua più elevate.

Il movimento dell’acqua deve essere moderato, non ama le forti correnti, è bene tenerla con un valore di pH acido ma senza esagerare direi che un pH di 6,5 può essere un valore ideale.

Potatura

La Rotala macrandra cresce abbondantemente creando un folto cespuglio, quindi una potatura costante risulta essere fondamentale. Consiglio di utilizzare degli strumenti appositi per la potatura soprattutto per questa pianta che ha degli steli e delle foglie fragili, potete comprare facilmente dei kit nel vostro negozio di fiducia.

La propagazione di questa pianta avviene tramite la produzione di gemme ascellari che nascono dallo stelo principale. La potatura stimola la produzione delle gemme dallo stelo principale, ricordate però di far crescere le gemme prima di potarle e piantarle nel substrato.

Dove piantarla

Bisogna partire dal presupposto che generalmente la Rotala macrandra è la pianta regina del nostro acquario di conseguenza dovrà essere nostra premura scegliere il posto ideale dove piantare la nostra pianta.

Generalmente si pianta o in una zona centrale della vasca, in questo caso saremmo costretti a potarla spesso per tenerla a mezza altezza o nella zona dello sfondo in questo caso la pianta potrà crescere tranquillamente in tutta la sua altezza.

In ogni caso a prescindere da dove la piantiate la Rotala macrandra ruberà sempre l’occhio nella vostra vasca.

Conclusione

La Rotala macrandra è la mia pianta preferita ed è sempre stato il mio sogno sin da quando ho iniziato ad avere acquari, ormai sono 10 anni che è sempre presente nella mia vasca e a prescindere dai layout non riesco a farne a meno.

La Rotala macrandra rappresenta il sogno per tutti gli appassionati di acquari piantumati

Voi cosa ne pensate di questa meravigliosa pianta?

Aquarium Systems - Solutions proven by scientists for MORE THAN 50 YEARS