PESCI

Pomacanthus imperator: un imperatore in acquario, si può?


Pomacanthus imperator
Pomacanthus imperator e Labroides dimidiatus

Il Pomacanthus imperator, o pesce angelo imperatore è stato il motivo del mio passaggio da acquariofilia dolce ad acquariofilia marina, ma poi non l’ho mai allevato in acquario. Scopriamolo assieme.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Pomacanthus imperator

Il Pomacanthus imperator è un pesce Angelo e fa parte dei Pomacantidi ovvero dei pesci Angelo. E’ un pesce che vive letteralmente dentro la barriera, ed è di dimensioni importanti, perché in natura può raggiungere la ragguardevole lunghezza di 40 cm. Una delle tante regole stupide dice che vista la taglia massima, può essere ospitato in acquari di lunghezza pari ad almeno 5 volte la sua taglia massima, ovvero in acquari di almeno 2 metri di lunghezza. Secondo me può essere ospitato a partire da 150 cm, ed almeno 500 litri, ma è ovvio che maggiore è la vasca meglio si potrà godere di questo splendido pesce.

Come tutti i pesci angelo è abbastanza docile e tranquillo, ma non con pesci che abbiano livrea simile. In quel caso può letteralmente trasformarsi e diventare una furia. E viste le dimensioni non è una cosa da sottovalutare.

La trasformazione da giovane ad adulto

Come molti pesci angelo anche il Pomacanthus imperator è solito cambiare livrea. Nasce con una livrea bellissima e spettacolare, a parer mio ancora più bella che in età adulta, e poi cambia.

Pomacanthus imperator in livrea giovanile
Pomacanthus imperator in livrea giovanile

La transizione fra lo stadio giovanile e adulto è un momento critico per il Pomacanthus imperator. Vi ricordiamo che affinché si abitui bene alla vità in cattività andrebbe acquistato giovane in livrea giovanile, perché in livrea adulta potrebbe avere molti problemi di ambientamento e potrebbe arrivare a lasciarsi morire.

Pomacanthus imperator fotografato da me in Mar Rosso
Pomacanthus imperator fotografato da me in Mar Rosso

Se l’acquario, o meglio l’ambiente e l’alimentazione, non è idoneo la trasformazione potrebbe fermarsi a metà con un ibrido che somma le due livree, e che sicuramente rimane meno attraente dal punto di vista della sua bellezza. Ma soprattutto ci ricorda che qualcosa non va nella sua gestione.

Il comportamento del Pomacanthus imperator in acquario

Anche l’imperator, come tutti i pesci angelo, in acquario si comporta allo stesso modo. Entra ed esce dalle rocce, con grazia e maestosità, raramente con velocità. Per questo avrebbe bisogno di grotte e caverne in cui nascondersi, ed in cui andare a mangiare le spugne di cui è ghiotto.

Pomacanthus imperator
Pomacanthus imperator

L’alimentazione dell’imperatore

L’alimentazione, come per tutti i pesci, è fondamentale. Deve essere costante e di ottima qualità. Frase per altro che possiamo sottoscrivere per tutti i pesci che intendiamo allevare. In questo caso non essendo l’imperator un forte nuotatore ha bisogno di un mangime bilanciato. La sua dieta, in natura, varia fra spugne, alghe e piccoli crostacei, per cui una alimentazione varia è sempre da preferire, anche se sicuramente andrà ad integrare mangiando in acquario quello che non gli darete voi.

Pomacanthus imperator
Pomacanthus imperator

Nel caso vi consiglio di leggere questo articolo: alimentazione dei pesci in acquario, che vi può essere utile per destreggiarvi fra le tante offerte commerciali.

Il Pomacanthus imperator ed i coralli: storia di un amore

Purtroppo in acquario l’inserimento del Pomacanthus imperator non è solo rose e fiori. Passato il problema delle dimensioni, che è un gran bel problema, c’è il problema del suo rapporto coi coralli. L’imperator infatti è solito dare morsi ai coralli, soprattutto ai molli ed ai coralli duri LPS. E può essere un amante soprattutto delle Tridacne. Il suo rapporto con gli SPS invece è piuttosto freddo. Esistono esemplari che tendono a distruggerli ma è abbastanza raro.

Questo è il motivo per il quale ho evitato di inserirlo nel mio acquario, che inizialmente era nato per ospitare i molli, visto che nel 2000 ancora non conoscevo cosa fossero i coralli LPS ed SPS.

Pomacanthus imperator
Pomacanthus imperator

Il consiglio è sempre quello di tenerlo ben alimentato, come l’esemplare che vediamo in queste foto. In questo caso infatti potrebbe capitare che ogni tanto qualche corallo riceva un morso, ma in acquari in crescita e ben tenuti i coralli riescono a sopportare il problema. Diverso il fatto quando invece l’imperatore si fissi su un particolare corallo, a quel punto dovete scegliere, se togliere lui o il corallo.

Curiosità: dove vive in natura

Il Pomacanthus imperator vive in un esteso areale in natura concentrato negli oceani Indiano e Pacifico. Dal Mar Rosso e dall’Africa Orientale, fino alle Hawaii ed alle isole Tuamoto. A nord fino alle coste del Giappone, ed a sud in tutta la Grande Barriera Corallina Australiana, la Nuova Caledonia e tutte le isole Australiane.

Pomacanthus imperator durante il cambio livrea
Pomacanthus imperator durante il cambio livrea

Longevità

Fishbase dichiara una vita massima di questo bellissimo pesce di 14 anni. Voi che leggete e lo state allevando, da quanto tempo lo avete?

Il Pomacanthus imperator in lego proposto da Tropic Marin Centre all'Interzoo di qualche anno fa
Il Pomacanthus imperator in lego proposto da Tropic Marin Centre all’Interzoo di qualche anno fa

Il consiglio di DaniReef: CONSIGLIATO ma solo se avete le condizioni per allevarlo, almeno 500 litri ricordate?, e non avete intenzione di ospitarlo in acquari con coralli molli, LPS o tridacne.