Home PESCI Acreichthys tomentosus: il miglior divoratore di Aiptasie

Acreichthys tomentosus: il miglior divoratore di Aiptasie

290
2
Acreichtys tomentosus: il miglior divoratore di Aiptasie

L’Acreichthys tomentosus è l’indiscusso protagonista nella lotta contro le aiptasie. Un pesce fantastico che riesce da solo a eliminare tutte le aiptasie da un acquario.

Amtra sconto 20%

Acreichthys tomentosus

L’Acreichthys tomentosus è un pesce lima. Conosciuto anche con il nome comune di Pesce lima coda di setola. I pesci lima comprendono 102 specie e 23 generi ad oggi. Molti di essi sono molto simili per cui non è difficile ordinare un Acreichthys tomentosus e ritrovarsi magari uno Stephanolepis hispidus e così via. In verità la maggior parte dei pesci lima condivide la stessa sfrenata passione per le aiptasie. Le divorano.

In effetti l’Acreichthys non è un pesce particolarmente bello, anche se io lo trovo estremamente simpatico, ma è sicuramente il pesce numero uno quando si parla del problema delle aiptasie. In natura questi pesci si nutrono di aiptasie appunto oltre che di anfipodi, vermi policheti e piccoli molluschi. Sono pesci solitari e hanno il caratteristico moto ondulatorio della maggior parte dei pesci lima. Adatto a qualsiasi acquario è, normalmente, reef safe. Però può succedere che cominci a pizzicare anche i coralli duri a polipo lungo, LPS, in questo caso è molto semplice pescarlo dall’acquario. Perché è un pesce estremamente lento e che di notte in genere dorme all’aperto.

Dal punto di vista fisico i pesci lima sono caratterizzati dall’essere compressi lateralmente e con una pelle marmorizzata che cambia colore con facilità in base alle situazioni esterne.

Un Acreichthys tomentosus in acquario
Un Acreichthys tomentosus in acquario

L’Acreichthys tomentosus non ha bisogno di molto spazio, e come abbiamo detto si muove lentamente. Considerate però che è un pesce che cresce fino a 14 cm, per cui sarebbe meglio non confinarlo ad un piccolo acquario. Se non per brevi periodi di tempo. Non è un pesce aggressivo e convive pacificamente con tutti. E’ un pesce solitario per cui si tiene alla larga da tutti.

Distribuzione

Il tomentosus vive nell’oceano Indo-Pacifico occidentale: dallo Sri Lanka verso est attraverso l’Indonesia fino alla Nuova Caledonia, dal nord al sud del Giappone.

Acreichthys tomentosus: il miglior divoratore di Aiptasie

Comportamento e aiptasie

Il comportamento dell’Acreichtys tomentosus è estremamente singolare. Nuota lentamente, quasi facendosi trasportare dalla corrente, d’altronde in natura vive soprattutto nelle barriere coralline poco profonde e sono comunemente presenti nelle fanerogame marine. Quando vede una aiptasia la punta e dopo qualche tempo la succhia via strappandola dal substrato. Quelle più grandi vengono sbocconcellate a pezzi. Questo modus operandi ha una grande controindicazione. Potrebbe succedere che le aiptasie non vengano sradicate completamente e che quindi alla scomparsa di questo simpatico pesciolino le aiptasie ricomincino a crescere più numerose di prima.

Nel lungo periodo non hanno comunque scampo perché non appena le piccole aiptasie faranno capolino lui sarà pronto a succhiarle via, e quando le aiptasie sono più piccole non farà fatica a sradicarle. Per cui state tranquilli. Un solo Acreichthys sarà sufficiente per pulire anche un acquario completamente infestato. Basta dargli il giusto tempo. Attenzione che, normalmente, inizierà a mangiare le aiptasie meno in vista, per cui nelle prime settimane potrà sembrarvi che nulla sia cambiato. Per questo consiglio di fare qualche foto e di confrontarle dopo qualche tempo per capire se le stia mangiando o meno. Vale anche sempre il vecchio detto, se non vedete che le mangia, potete sempre dosare meno mangime, del quale è ghiotto, e vedrete che tornerà subito a brucare.

Acreichthys tomentosus: il miglior divoratore di Aiptasie

Dimensioni dell’acquario marino consigliate

Essendo un pesce che ama nuotare seguendo le correnti, possiamo dire che un acquario da 150 litri sarebbe il minimo per questo pesce che vorrebbe crescere fino a 14 cm. Detto questo, e lo dico a malincuore, non ci sono particolari controindicazioni anche nel tenerne un esemplare piccolo in un nanoreef di 100 litri. Sotto questi litraggi non scenderei se non per brevi periodi.

Curiosità

L’Acreichthys tomentosus è un pesce che si trova spesso anche nei mercati del pesce, sebbene la carne dei Monacanthidae è generalmente sottile, dura, con un sapore amaro e può causare ciguatera e morte se ingerita in quantità elevata.

Il consiglio di DaniReef: FORTEMENTE CONSIGLIATO

Se avete domande, dubbi o curiosità, vi ricordo che potete lasciare un commento sotto all’articolo ma che potete anche trovarci su TelegramInstagramFacebookTwitter e youtube, qualunque sia il social che preferiate dove poterci seguire per non perdervi tutte le nostre news, articoli, recensioni e reportage, e se avete bisogno di chiedere aiuto vi aspettiamo nel nostro forum.

Aquarium Systems - Solutions proven by scientists for MORE THAN 50 YEARS

2 COMMENTS

  1. Ciao ho acquistato ieri il tomentosus ma è sempre immobile.
    E ho solo un pesce oltre a lui non ricordo il nome È piccolo blu con coda gialla.
    I valori dell’acqua sono a posto la vasca è 60l.
    Sbaglio qualcosa?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.