APPROFONDIMENTI

Il refrigeratore potrebbe creare problemi allo schiumatoio. Lo sapevate?


schiumatoio ultrareef

No, non stiamo scherzando, anche se in verità non è il refrigeratore stesso a poter creare problemi allo schiumatoio, ma il modo in cui lo collegate.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Partiamo dalle basi. Uno dei problemi che crea il maggior numero di grattacapi agli acquariofili, soprattutto quelli un po’ inesperti, è il dover dimensionare la pompa di risalita. Per questo noi abbiamo scritto diversi articoli, e nel caso vi consiglio di cominciare a leggere questo: Come scegliere la pompa di risalita per un acquario marino e di continuare con questo: Il calcolo della portata della pompa di risalita in maniera automatica: inserisci i dati e scopri la portata.

Bene, ancora vi sembra ostico lo so. Ma introduciamo qualche numero, giusto per fare chiarezza.

Nel mio caso, che sto usando lo schiumatoio Red Sea Refer Skimmer (qui l’articolo di presentazione ed a breve la recensione completa) dovrei avere uno scambio vasca-sump pari a 1.500 litri ora, aumentati del 10% circa per tenere conto delle perdite etc. Quindi poniamo 1.650 l/h.

 schiumatoio Red Sea Refer Skimmer

Come sapete io ho la sump compartimentata per la pompa di risalita, come potete vedere nell’immagine seguente, dove l’acqua per caduta va nel vano dello schiumatoio, e da qui tracima nel vano della pompa di risalita.

Sump compartimentata

Ed ora il refrigeratore

Arriva il caldo e dobbiamo inserire il refrigeratore, per cui, come siamo soliti fare, prendiamo il nostro refrigeratore e lo colleghiamo ad un tubo di andata ed uno di ritorno, e ad una pompa ben dimensionata.

Teco TK 500 installato a fianco della sump

Teco stessa consiglia per i suoi refrigeratori una portata reale di 800 l/h per massimizzare l’efficienza degli stessi.

Noi, come abbiamo sempre consigliato, per massimizzarne la resa in acquario, poniamo la pompa di spinta sotto la caduta, dove può raccogliere l’acqua calda in arrivo dalla vasca, ed il ritorno vicino alla pompa di risalita, in modo da riportare velocemente l’acqua più fredda in vasca, senza che questa possa raffreddare la sola sump.

Ci siete arrivati al problema?

Agendo in questo modo succede un fatto strano. Semplice se vogliamo, ma bisogna pensarci.

Teco TK 150 installato a fianco della sump

La risalita ci avrebbe portato ad uno scambio reale di 1.650 l/h dimensionato sul fabbisogno dello schiumatoio. Noi però ne prendiamo 800 subito dopo la caduta e li portiamo direttamente alla pompa di risalita. Lasciando allo schiumatoio solo 850 l/h. Abbiamo dimezzato in questo caso la sua resa!

Se poi avessimo schiumatoio anche meno performanti, diciamo da 1.000 l/h di scambio, togliendone 800 l/h, non lasceremmo praticamente nulla al povero schiumatoio.

Come risolvere?

In realtà è molto molto semplice.

La nuova pompa di risalita Hydor Seltz

Si collega la pompa di risalita direttamente al refrigeratore, e da qui si arriva direttamente in acquario.

In questo modo si ottengono i seguenti vantaggi:

  1. Tutta l’acqua calda in arrivo dall’acquario viene trattata e resa più fresca;
  2. Non si rischia di raffreddare la sump, con acquario ancora caldo, e conseguente spegnimento del refrigeratore che si riaccenderà dopo pochi minuti;
  3. Lo schiumatoio continuerà a funzionare al meglio delle proprie capacità.

A volte è necessario aumentare la portata della stessa pompa di risalita che inevitabilmente risente della strozzatura dei tubi operata dal refrigeratore stesso.

Ci avevate pensato vero?