REPORTAGE

Editoriale Zoomark 2017


Zoomark 2017: il grande acquario di ITAU presso Aquarium projectZoomark 2017, la più importante fiera italiana riguardante il Pet e dedicata al settore business, che si tiene ogni due anni presso la fiera di Bologna, si è chiusa la settimana scorsa. Come di consueto analisi e commenti nel nostro editoriale.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

This post is also available in: english

Abbiamo aspettato a confezionare il nostro editoriale perché eravamo in attesa dei numeri ufficiali da parte della Direzione della fiera. Abbiamo visto però tante percentuali, ma, ad oggi nessun numero conclusivo.

I numeri dello Zoomark 2017

Ma siccome su DaniReef siamo abituati a fare “fact checking” abbiamo indagato un po’. Nel 2015, fonte Zoomark (qui), ci sono state 22.299 presenze di cui 15.526 operatori italiani e 6.773  esteri. Sappiamo dalle cartelle stampa che ci ha inviato Zoomark che c’è stato un aumento dei visitatori stranieri del 36%, e che questo abbia superato il 30% del totale. Semplice quindi fare i conti. 6.773 diventano quindi 9.211, e se questi sono il 30% vorrebbe dire un totale di circa 30.704 ma questo se i visitatori stranieri fossero effettivamente il 30%, ma essendo una percentuale maggiore potrebbero essere il 35, il 40 il 50%. Purtroppo non lo sappiamo.

Però la mancanza di pubblicazione di numeri certi non lascia certo una buona idea sulla affluenza. In ogni caso possiamo dire che rispetto a due anni fa anche per noi ci sia stata una timida ripresa di pubblico. Almeno per quello che dice il nostro occhio e relativamente alla giornata di sabato.

Di anno in anno ci diciamo che la fiera è sempre meno visitata, con espositori sempre meno presenti, ma quest’anno abbiamo visto una timida ripresa. Non tanto per quello che riguarda gli espositori, che in campo acquariofilo erano comunque pochi, forse un paio in più della passata edizione, ma almeno, come abbiamo già detto, abbiamo visto un po’ più di pubblico. E se non altro, in questo, Zoomark 2017 ha segnato una (piccola) inversione di tendenza che si attendeva almeno dal 2007. Vedremo fra due anni se anche gli espositori gli daranno nuovamente fiducia.

Ricordiamo però che l’Interzoo a Norimberga è sempre più pieno, anche di aziende acquariofile, le fiere di settore in Italia aumentano ed acquistano sempre maggior importanza, partendo dal PetsFestival, per arrivare a Napoli Aquatica e passando per Esotika.

Pochissimi gli acquari presenti marini, si contavano sulle dita di una mano, mentre gli acquari di acqua dolce erano sicuramente più presenti, e ci è piaciuta molto l’idea dei biotopi, di cui sopra ne vediamo uno, pensata da Heiko Bleher e portata in campo da Aquaristica.

Molto bello l’angolo di ITAU con un enorme aquascaping creato in onore ed ispirandosi a Takashi Amano. Ma avremo modo di parlarne più avanti con anche un bellissimo video in 4K.

Gli espositori della parte aquariofila di Zoomark 2017

Vediamo ora in rassegna velocemente i vari stand che abbiamo incontrato. Su molti di loro ci torneremo sopra per farvi vedere le novità che sono state presentate allo Zoomark 2017.

Sicce-Seachem

Lo stand congiunto Sicce-Seachem era senza dubbio uno dei più interessanti di tutta la fiera. Anche grazie alle nuove pompe a corrente continua di Sicce, ed al filtro Tidal che sta riscontrando un grande successo.

Tunze

Lo stand Tunze badava invece al sodo, e mostrava nel suo stand un numero impressionante di prodotti. E vi ricordiamo che di ben due di essi stiamo approntando la nostra recensione. E parliamo dello Smart Controller 7000 e della Stream 3.

Amtra

Amtra è la parte acquariofila del ben più grand brand Croci, che durante lo Zoomark 2017 ha programmato la propria rinascita. Infatti da quest’anno il direttore di Amtra sarà Davide Robustelli che tanto bene ha fatto in Gaia. Auguri quindi ad Amtra ed a Davide. Anche su questo ci torneremo sopra.

Aquaristica

Spettacolare, come sempre, lo stand Aquaristica, che ha presentato tanti nuovi prodotti, dagli acquari, al progetto biotopo, per arrivare a tutto il range di pompe Rossmont. Senza dimenticare l’alimentazione curata dal Dottor Bassleer che noi consigliamo sempre.

Prodac

Imponente, come sempre, anche lo stand Prodac che ha portato a Zoomark tanti nuovi prodotti, e nuove confezioni. Ci piace vedere una azienda italiana che crede nell’acquariofilia e tanto si prodiga per aumentare la propria offerta al fine di venire incontro ai propri clienti.

Continua a pagina due


Rispondi