ARTICOLI

Waveline DC6000 – pompa a portata variabile – recensione


La prova sul campo

2016_05 pompa waveline dc6000 09

Il controller come vedete sopra è estremamente semplice, tramite i due tasti + e -, serigrafati anche con Up e Down, è possibile aggiustare la potenza secondo 11 scale di valori. L’unico altro tasto è quello di alimentazione dei pesci, chiamato feed, che ferma la pompa per 30 minuti.

Durante l’uso il controller accende un led verde all’interno della scala graduata presente. Nelle galleria precedente potete vedere come si illuminino i led durante l’uso.

Le nostre misurazioni

Prove di Prevalenza

La prima prova che abbiamo fatto è stata quella di misurare la prevalenza. Come sapete la prevalenza è la capacità della pompa di elevare l’acqua sopra una certa quota. La prova da fare normalmente è semplicissima, ma questa volta è stata un po’ più complessa vista la prevalenza dichiarata di ben 4,4 metri. Inoltre avendo la pompa ben 11 step intermedi di funzionamento abbiamo misurato la prevalenza per tutti i diversi step di potenza.

La nostra metodologia di misura è sempre la stessa. Abbiamo immerso la pompa in un secchio con diversi centimetri di acqua, abbiamo collegato la pompa ad un tubo da giardinaggio in plastica tenuto in verticale, ed abbiamo misurato l’altezza raggiunta dalla colonna d’acqua rispetto all’acqua contenuta nel secchio. Viste le altezze in gioco abbiamo attaccato il tubo alla grondaia ed abbiamo fermato il metro con lo zero sul livello dell’acqua nel secchio.

prevalenza misurata pompa waveline dc6000

Ovviamente per chi volesse verificare la cosa può vedere tutte le nostre misurazioni, considerando che ogni 2 metri abbiamo utilizzato un nuovo metro. Guardando la curva si può vedere come la prevalenza non varia linearmente rispetto agli step di potenza, ma varia tramite una curva. I valori sono comunque molto ben stanziati fra loro, permettendo un agevole settaggio in acquario.

Il valore massimo di prevalenza misurato è stato quindi pari a 392 cm, ovvero 192 letti a cui vanno sommati i 200 cm del metro precedente.

La prevalenza dichiarata è di 440 cm. Lo scarto quindi è pari all’11%. Un valore tutto sommato accettabile.

Prove di Portata

Misurare la portata è stato semplice grazie al nuovo misuratore di portata DigiSavant DIGIFLOW 6710M, è stato sufficiente direzionare il flusso della pompa dentro il misuratore di portata con dei tubi di collegamento e leggere il risultato sul display, in litri al minuto e poi moltiplicarli per 60 per ottenere la portata in litri/ora.

Ovviamente vi facciamo presente che la misurazione è valida all’interno delle condizioni in cui abbiamo eseguite le misurazioni. I tubi di collegamento potrebbero avere indotto delle perdite nel sistema.

Abbiamo misurato la portata per ogni step di potenza in modo da avere una distribuzione completa della portata.

portata misurata pompa waveline dc6000

La portata massima è stata di 4008 l/h (ovvero 66,8 l/m*60), ben al di sotto dei 6.000 l/h dichiarati. La pompa ha quindi raggiunto il 67% del valore dichiarato. Un valore un po’ basso rispetto ai dati dichiarati, ma se andate a vedere tutte le nostre recensioni, sono state davvero poche le pompe che ci hanno sorpreso sui valori di portata. E per questo possiamo considerare il 67% come un valore appena al di sotto della media. Anche perché abbiamo avuto modo di provare pompe con portata inferiore al 50% del dichiarato…

Di seguito tutte le misure fatte:

Curva Caratteristica

La curva caratteristica è quella specifica curva che unisce i valori di portata alle varie prevalenze. Non è possibile senza strumentazione adeguata ricostruire tale curva, e così noi ci siamo accontentati di unire i due punti estremi di portata e prevalenza, sia allo step 1, il minimo della pompa, sia allo step 11, massimo della pompa.

curve caratteristiche stimate pompa waveline dc6000

Teoricamente se voi vi mettete alla prevalenza che vi serve, ad esempio 150 cm, basta tirare una riga al valore 150 di prevalenza, e dove questa linea incrocia la linea caratteristica andare a leggere il corrispondente valore di portata. Con la Waveline DC6000 allo step 11 150 cm di prevalenza potrebbero avere una portata, stimata, di circa 2.500 l/h. Allo step 1 la pompa non arriva a 150 cm di prevalenza.

Prova di Consumo Energetico

La rilevazione del consumo istantaneo è stato reso possibile grazie all’utilizzo del comodo strumento RCE PM600 che è in grado di misurare anche il Cos(fi) (o sfasamento). Il risultato viene fornito direttamente in watt.

consumo misurato pompa waveline dc6000

L’andamento del consumo è piuttosto lineare con l’incremento degli step sul telecomando, e va da un minimo di 18,7 watt ad un massimo di 54,6 watt. Il consumo massimo dichiarato della Waveline DC6000 è pari a 55 watt, perfettamente in linea con i valori misurati.

Grazie all’RCE PM600 abbiamo anche potuto misurare il cos(fi) che varia al cambiare degli step di potenza. Con un minimo di 0,67 a 18,7 watt, ed un massimo di 0,92 a 54,6 watt di consumo. Questo ci dice che il magnete è sicuramente al neodimio, altrimenti il cos(fi) sarebbe stato molto più basso.

2016_03 pompa di risalita waveline dc6000 dati step 11 - 04

Alla massima potenza quindi il 92% della corrente è quella attiva, ovvero 50,3 watt, che è quello che paghiamo in bolletta. La parte di corrente apparente, ovvero i 4,3 watt in questo caso, ovvero 54,6-50,2 watt, non vengono conteggiati dal contatore elettrico domestico, e quindi non andremo a pagare maggiormente per questo fatto, e tra l’altro questo avviene per qualsiasi pompa.

Considerando un consumo pari a 50,3 watt, ed un costo dell’energia pari a 0,27 euro a kwh, potremmo impiegare questa pompa continuativamente per un anno intero con un consumo pari a circa 441 kwh, da cui discende un costo pari a 119 euro all’anno, o 9,9 euro al mese.

consumo reale pompa waveline dc6000

Ecco infine il consumo reale della pompa corretto con il valore di cos(fi) come letto dallo strumento.

Data la dimensione della pompa, e per mancanza di uno spazio adeguato, non è stato possibile effettuare la nostra usuale prova di rumore. Possiamo solo dirvi che la pompa ci è sembrata piuttosto silenziosa.

A pagina tre trovate le nostre valutazioni finali sulla pompa

Final Thoughts

Con 283 euro abbiamo una pompa a corrente continua a 24V, programmabile su 11 step incrementali di potenza, con la possibilità di fermarla per alimentare pesci e coralli, e con risultati di tutto rispetto.

Overall Score 4

1 commento on Waveline DC6000 – pompa a portata variabile – recensione

  1. Simuz

    Bellissima pompa e bellissimo articolo,

    Io (che non ho il salvavita in casa) sarei per l’eliminazione di qualsiasi utenza ad alta tensione in acquario, peccato che per ora ancora non si riesca. Quindi sono davvero contento di vedere questa pompa a basso voltaggio.

    Inoltre ottimi grafici, mostrano come la pompa sia davvero lineare! Si vede che è un prodotto di qualità. Certo il prezzo può spaventare… Ma quando le cose sono fatte bene costano…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.