ACQUARI FOTOGRAFATI

L’incredibile acquario marino di Gaetano Baiardi


acquario marino di gaetano baiardi

Recentemente sono stato a Roma, ed ho avuto la fortuna di poter conoscere un grande acquariofilo e oggi sono qui per presentarvi l’incredibile acquario marino di Gaetano Baiardi.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

La prima cosa che mi ha detto, acquariologicamente parlando è stata… “A volte ritorna!!!!!“.

E si, perché Gaetano è un acquariofilo di lunga, lunghissima data, che nel tempo si era un po’ perso.

Cosa ci racconti Gaetano?

Come ho detto, a volte ritorna, e questa espressione potrebbe essere il titolo della mia esperienza con l’acquariologia

Tutto è ricominciato infatti a distanza di 30 anni dal mio primo acquario di acqua dolce ed il merito è sicuramente da attribuire a mio figlio di 12 anni quando in un giorno di dicembre del 2011 rivolgendosi al sottoscritto, davanti ad un acquario installato in un negozio, mi chiese se non fosse possibile acquistarlo ed installarlo a casa nostra.

acquario marino di gaetano baiardi

E come è andata quindi? Perché in effetti un acquario ce l’hai… anche se non dolce…

Ho avuto qualche remora iniziale, ma è durata lo spazio di una giornata e già il giorno successivo ero alla ricerca di uno spazio nella casa dove poterlo ospitare.

acquario marino di gaetano baiardi

“Quello che inizialmente poteva apparire un capriccio, in realtà, stava producendo un effetto non immediatamente percepibile.

Quella passione che sembrava oramai sopita stava pian piano riemergendo con tanta forza che praticamente dopo pochi giorni avevo comprato già la vasca e tutto il necessario per un piccolo acquario di acqua dolce.”

Bhè, meno male che non hai continuato su quella strada, visti i risultati.

acquario marino di gaetano baiardi
Si, hai ragione, dopo aver cominciato a frequentare i negozi, per riprendere a distanza di anni le nozioni e le tecniche di conduzione, i miei occhi e la testa erano stati rapiti dalla osservazione degli acquari di barriera e, pertanto, dopo una breve “ripresa lavori” con un allestimento dedicato al Malawi decido di fare il grande passo vendendo la vecchia attrezzatura ed acquistando quella che ad oggi l’acquario marino che stai fotografando.

acquario marino di gaetano baiardi

L’ACQUARIO MARINO E LA SUA GESTIONE

L’acquario marino è stato realizzata su misura dalla Ditta AQengineering ed ha le seguenti misure 100x65x55 (h) con vetri da 12mm e vetri, tranne il posteriore, in extrachiaro.

acquario marino di gaetano baiardi

L’acquario, nel suo layout attuale, è stata avviata il 20 maggio 2013. Il sistema prescelto alla partenza è stato ovviamente il Berlinese con circa 50 kg di rocce vive.

acquario marino di gaetano baiardi

Dopo circa un mese, poiché la vista del fondo di vetro non mi piaceva, ho inserito uno strato di circa 2 cm di aragonite della ditta Caribsea.

In fase di partenza ho utilizzando prodotti della Korallen Zucht seguendo in modo scrupoloso il loro protocollo (zostart, zeofood e zeoback) ora adotto una conduzione meno maniacale e più orientata a capire, ad occhio, cosa serve in particolare per quello che riguarda gli oligoelementi da utilizzare, che comunque sono sempre della Korallen Zucht.

acquario marino di gaetano baiardi

Effettuo cambi di acqua generalmente ogni 15-20 giorni pari al 10-15% del volume totale.

Cambio la Zeolite ogni 45-60 giorni mentre il carbone viene sostituito mensilmente.

Per quanto riguarda l’utilizzo dei materiali alterno varie marche come Korallen Zucht, Equo, ed altre.

acquario marino di gaetano baiardi

Da circa due mesi sto utilizzando la linea Tropic Marine sia per quanto riguarda il sale che gli oligoelementi A e K e, periodicamente, prodotti come il Reef Active e il Bacto Balanced. Ho notato che questa conduzione “carica” notevolmente la vasca, triade ed oligoelementi, per cui dilato le varie integrazioni o le salto completamente tra un cambio e l’altro.

Settimanalmente processo la vasca con un giro di test prestando particolare attenzione alla triade e cercando di mantenere il più possibile un loro equilibrio.

acquario marino di gaetano baiardi

I pesci vengono alimentati giornalmente con artemia e granulato alternando varie marche.

Per quanto riguarda l’alimentazione dei coralli, praticamente tutti SPS, ho utilizzato i prodotti della Korallen Zucht, quali PCV, Sponge e Amino Acid. In questi ultimi tempi sto provando con il prodotto H&O Coral della Sicce.

acquario marino di gaetano baiardi

PARTE TECNICA

La vasca ha due pozzetti di tracimazione con due scarichi del 50 e del 25 mentre le due risalite sono affidate a due pompe – Askoll professional 3000 e NewJet 2300.

Nella sump, fino a dicembre 2013, era installato uno schiumatoio AQengineering AQ150SK, sostituito poi con un Vertex Alpha 170.
Tale modifica si è resa necessaria in quanto, dato il numero di pesci piuttosto elevato e la presenza di soli coralli SPS, avevo bisogno di uno schiumatoio più performante per un maggiore smaltimento del carico organico ed una maggiore ossigenazione.

acquario marino di gaetano baiardi

Sempre in sump ho installato un reattore di Zeolite sempre della AQengineering ed un reattore di calcio della SKIMZ caricato con corallina della Korallen Zucht. Il pH della camera è controllato da un milwaukee sms 122 ph meter ed è tarato a circa 6.3. Accanto alla sump ho una vasca di circa 70 litri dedicata all’acqua d’osmosi per il reintegro dell’acqua evaporata.

acquario marino di gaetano baiardi

Periodicamente, in caso di necessità, utilizzo ozono attraverso un diffusore collegato ad un aeratore.

Il controllo della temperatura, la gestione del termoriscaldatore e del refrigeratore è affidato ad una apparecchiatura della Gewiss, il GW40024.

acquario marino di gaetano baiardi

Il Movimento

Il movimento e’ affidato a quattro pompe. Su un lato corto ho posizionato sia una vortech mp40 in modalità pulsazione breve e sia una Tunze nanostream 6095. Sull’altro lato corto ho una Tunze 6085 e un’altra 6045 nascosta dietro le rocce. Il movimento è omogeneo e soddisfacente in termini di copertura della vasca.

acquario marino di gaetano baiardi

L’ILLUMINAZIONE

Attualmente l’illuminazione è gestita da 2 plafoniere Sicce GNC AM 466 (qui la nostra recensione) dopo un’esperienza, durata 14 mesi, con Ecotech Marine Radion XR30 G2. Il fotoperiodo è di circa 13 ore comprensivo di alba e tramonto.

acquario marino di gaetano baiardi

Che dire, l’acquario marino di Gaetano Baiardi lo avete sotto gli occhi. E’ fantastico senza mezzi termini.

I colori sono davvero fantastici, pur avendo in acquario tanti bellissimi pesci, alcuni dei quali anche non del tutto reef safe come un Pomacanthus imperator ed una coppia di Pomachantus zonipectus, inoltre uno stupendo Centropyge loriculus ed un Centropyge flavissima.

 

acquario marino di gaetano baiardi

Ma i colori, scusate se ribatto su questo tasto sono davvero fantastici. Belli e “naturali”, carichi come dovrebbero essere.

acquario marino di gaetano baiardi

I coralli sono in prevalenza Acropore, con Stylopore e Pocillopore, ma le Acropore fanno la parte del leone. Belle, bellissime. Insomma non ci sono in realtà tante parole per descrivere questo acquario.

acquario marino di gaetano baiardi

Per concludere questa magnifica visita devo poi dire che Gaetano, e la sua famiglia, sono persone davvero squisite. Un mio grandissimo piacere averli incontrati, e non solo per aver potuto ammirare questo incredibile acquario marino.

acquario marino di gaetano baiardi

Sopra possiamo vedere Gaetano che posa affianco al suo acquario, mentre sotto la foto di Gaetano assieme a me…

acquario marino di gaetano baiardi e danireef

Se proprio volessimo fare un appunto… le ante del mobile stonano in un simile gioiello…

acquario marino di gaetano baiardi

Ma d’altronde se ascoltiamo le ultime parole di Gaetano, prima di congedarci, stavano già chiedendosi dove posizionare un acquario marino ancora più grande ed ancora più bello.

Complimenti Gaetano.


3 commenti on L’incredibile acquario marino di Gaetano Baiardi

  1. Jonathan

    Ciao, questa vasca la conoscevo già dal web ma devo dire la verità…. Tutta un’altra storia fotografata da te Danilo….Tanto di cappello a Gaetano che la conduce meravigliosamente…ps. L’imperator e’ maestoso in una vasca di barriera…ma ci vuole un coraggio a metterlo! 😉

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.