APPROFONDIMENTI

Astaxantina e colore dei pesci: studio conferma dose ottimale di 400ppm


Capire quale sia l’alimentazione migliore per i nostri pesci è davvero molto difficile. Oggi uno studio però ci dice come l’Astaxantina influisce sulla colorazione.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

La maggior parte dei pesci può vivere a lungo con una dieta cosiddetta monolitica. Ovvero consistente solo di un unico prodotto. Come ad esempio possono essere i Mysis o le artemie. Questi due gamberetti però non aiutano la colorazione del pesce stesso in quanto mancano dei veri e propri promotori del colore.

L’Astaxantina è un pigmento organico che fa parte dei carotenoidi. E ci sono vari studi che mostrano il suo effetto sulla colorazione dei pesci. Noi ne avevamo già parlato in un articolo di Luca Gallizio la scorsa estate “Pesci e colori una dieta varia per il loro benessere“, ma ricordiamo soprattutto i due seguenti studi universitari provenienti da VirginiaTech:

Entrambi focalizzati sulla somministrazione di Astaxantina sugli Amphiprion ocellaris.

Partendo da questi due studi, una azienda produttrice di mangimi per pesci, la Reed Mariculture, ha collaborato con VirginiaTech per scoprire quale fosse la giusta quantità di Astaxantina per ottenere la migliore colorazione dei pesci.

Qual’é la giusta concentrazione di Astaxantina per il cibo dei pesci?

Lo studio è stato condotto sugli Amphiprion ocellaris, ovvero i pesci più venduti nel mercato acquariofilo marino. Sono stati utilizzati 240 pesci pagliaccio, suddivisi in gruppi di 40 pesci e sottoposti ad una dieta con contenuto crescente di Astaxantina.

Per aggiungere Astaxantina al cibo si aggiunge l’alga Haematococcus pluvialis, e si misura il livello di carotenoide in parti per milione. I livelli di Astaxantina sono pari a 0, 150, 250, 400, 640 e 1,020 ppm per un periodo di 7 settimane.

Il risultato migliore si è ottenuto con 400 ppm di Astaxantina.

Posso dire che finalmente abbiamo un termine di paragone quando si parla di Astaxantina nel cibo dei pesci. Sebbene questo sia poi riferito ai soli pesci pagliaccio Amphiprion ocellaris.

Se andiamo a vedere i mangimi di cui abbiamo parlato ultimamente abbiamo visto AGP Premium Plus (leggi articolo) e XAqua Marine (leggi articolo) come i soli mangimi che parlino di Astaxantina aggiunta.

E nonostante questo su Xaqua Marine non si citano le percentuali di composizione, mentre su AGP Premium Plus si parla di 75 ppm di Astaxantina. Secondo lo studio si potrebbe elevare questa quantità anche a 400 ppm.

[fonte: Advanced Aquarist]


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.