REPORTAGE

Dal senato: a rischio in Italia tutte le manifestazioni con animali selvatici


Palazzo Madama sede del Senato della Repubblica – Di Francesco Gasparetti da Senigallia, Italy – Flickr, CC BY 2.0

Dalla senatrice della Repubblica Loredana De Petris la richiesta di vietare tutte le manifestazioni italiane che includano animali selvatici.

Amtra abbatti i consumi

Abbiamo scoperto questo atto di sindacato ispettivo n. 4-04024 pubblicato il 4 settembre 2020 sul sito del Senato della Repubblica.

L’atto integrale recita:

DE PETRIS – Ai Ministri della salute e per gli affari regionali e le autonomie.

Premesso che:

il mondo scientifico ritiene, per i dati finora emersi, che il COVID-19 si sia originato a causa del contatto con animali selvatici e il relativo salto di specie;

in queste settimane sono previste e confermate alla partecipazione del pubblico, esposizioni di animali selvatici, in particolare a Longarone (Belluno) con i “Reptiles Day” il 5 e 6 settembre, a Sacile (Pordenone) con la Sagra dei osei il 6 settembre, ad Anagni (Frosinone) il 26 e 27 settembre con “I love reptiles”, il 3 e 4 ottobre a Catania con “Expopet”, il 22 e 23 novembre a Montichiari (Brescia) con “Esotika”, a Calenzano (Firenze) il 28 e 29 novembre con “Firenze Wild”,

si chiede di sapere:

se i Ministri in indirizzo siano a conoscenza di quanto esposto in premessa e, per quanto di loro competenza, quali iniziative siano state intraprese per assicurarsi che dalle Regioni Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Sicilia, Lombardia e Toscana siano state effettivamente programmate le fiere elencate e siano stati assunti gli idonei provvedimenti, con i servizi veterinari pubblici riguardo agli animali, così come dai servizi sanitari per operatori, lavoratori e pubblico, ritenuti validi a prevenire la diffusione di malattie animali, zoonosi ed epidemie;

se non intendano comunque vietare queste e altre simili iniziative per tutto il periodo necessario a prevenire la diffusione del COVID-19.

Quindi le manifestazioni interessate non saranno solo Reptiles Day, Sagra dei Osei, I love reptiles, Expopet, Esotika, e Firenze Wild citati nell’atto, ma potenzialmente anche tutte quelle che vedano anche un solo animale selvatico presente.

Difficile per me prendere posizione, perché da una parte è vero che la malattia si è originata tramite un salto di specie, ma non certo a causa di una manifestazione pubblica, altrimenti tutti noi che abbiamo un animale in casa saremmo potenziali contagiati e dovremmo separarci dalle nostre bestiole, piuttosto bisognerebbe considerare che l’assembramento in luoghi chiusi non è mai una bella idea in questi tempi di COVID. Ma sembra che la richiesta non sia per l’assembramento quanto per la presenza di animali.

Il testo integrale lo trovate qui: Legislatura 18 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-04024

Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto, nel nostro forum, oppure nei vari canali social, che la discussione che potrebbe nascere penso potrebbe essere molto interessante.

Aquarium Systems - Solutions proven by scientists for MORE THAN 50 YEARS