NEWS

Il Papahanaumokuakea Marine National Monument sarà la riserva marina più grande al mondo


Papahanaumokuakea

Il 26 Agosto 2016  l’amministrazione Obama ha annunciato l’intenzione di creare la riserva marina più grande del mondo, espandendo un’area protetta già esistente la Papahānaumokuākea Marine National Monument, a suo tempo creato da G.W. Bush nel 2006, attorno a sette isole e atolli del Pacifico centrale che sono sotto la sovranità americana.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Il Papahānaumokuākea Marine National Monument sarà ampliato di sei volte, fino a comprendere più di un milione e 200 mila chilometri quadrati, un’area grande circa quattro volte l’Italia.

Il Monumento nazionale marino di Papahānaumokuākea (Papahānaumokuākea Marine National Monument) al largo delle coste delle Hawaii,è stato dichiarato monumento nazionale degli Stati Unita d’America il 15 giugno 2006, durante l’amministrazione del presidente George W. Bush, da quel momento, la nuova esplorazione scientifica e la ricerca ha rivelato nuove specie e gli habitat di acque profonde e importanti connessioni ecologiche tra l’esistente monumento e le acque adiacenti.

Il 30 luglio 2010 l’UNESCO lo ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità.

Il sito dell’UNESCO ne dà una estesa descrizione, dicendo tra l’altro:

«L’area ha un profondo significato cosmologico e tradizionale per la cultura autoctona hawaiiana, come ambiente naturale ancestrale, come incarnazione del concetto hawaiiano di appartenenza dell’uomo al mondo naturale, e come luogo dove si crede che la vita abbia inizio e vi ritorni dopo la morte. Su due delle isole, Nihoa e Makumanamana, sono presenti siti archeologici relativi alla colonizzazione pre-europea delle isole e al loro uso. Gran parte del monumento è composta da habitat pelagici e acque profonde, con caratteristiche tipiche come lingue di terra affioranti o sommerse, estesi banchi corallini e lagune. È un’area marina protetta tra le più vaste del mondo.»

pmnm_expansion_map

Papahanaumokuakea è riconosciuta a livello mondiale per il suo significato biologico e culturale , essendo l’unico sito misto, patrimonio mondiale, negli Stati Uniti e solo uno dei 35 siti misti in tutto il mondo. La sua lunga lista di protezioni include designazione come area marittima particolarmente sensibile dall’Organizzazione marittima internazionale.

 

redurchin

Sul sito ufficiale del Papahanaumokuakea, viene fornita la linea temporale degli eventi che hanno portato a questa notevole iniziativa:

Il 29 gennaio 2015, un gruppo di sette nativi hawaiani di spicco ha scritto al presidente Barack Obama chiedendo di estendere le protezioni federali intorno alle Northwestern isole Hawaii.

Il 16 giugno 2016, il senatore Brian Schatz (D-Hawaii) degli Stati Uniti ha inviato una proposta per espandere Papahanaumokuakea Marine National Monument al presidente Barack Obama, dopo il decimo anniversario di ordine esecutivo del presidente George W. Bush, che ha stabilito i confini originali per il monumento.

Clouds of reef fish and corals, French frigate shoals, NWHI

 

l’1 ed il 2 agosto, 2016, si sono tenute assemblee pubbliche su O’ahu e Kaua’i per sollecitare commenti pubblici sulla proposta d’espansione.

Il 25 agosto, 2016, il Governatore delle Hawaii David Ige ha inviato una lettera al presidente Barack Obama per trasmettere il suo sostegno per l’espansione del Monumento Nazionale Papahanaumokuakea Marine.

Venerdì 26 agosto 2016, il presidente Obama ha firmato un proclama espandendo il monumento a 582,578 miglia quadrate (1.508.870 km2).

Dimensioni originali della Papahanaumokuakea: 139,797 miglia quadrate (362.073 km2)

Dimensioni della zona di espansione: 442,781 miglia quadrate (1,146,798 km2)

Dimensione totale di monumento originale + espansione: 582,578 miglia quadrate (1,508,870 km2)

redfish

Secondo il comunicato ufficiale dell’amministrazione Obama, “l’espansione della riserva consentirà di difendere più pienamente le barriere coralline di profondità, i monti sottomarini e gli ecosistemi oceanici che esistono solo in questa parte del mondo, ma che sono anche tra le aree più vulnerabili all’impatto dei cambiamenti climatici e dell’acidificazione degli oceani, la riserva fornirà protezione per oltre 7000 specie marine, incluse tonno, pesce spada, squali, uccelli marini, tartarughe marine, e la foca monaca hawaiana, e altre specie elencate sotto la Endangered Species Act. L’espansione contribuirà a rendere l’area più resistente ai cambiamenti climatici. Verranno tenute sotto controllo le temperature e l’innalzamento del livello del mare, nella riserva saranno proibiti lo scarico di rifiuti, la pesca commerciale e le attività minerarie, ma saranno concessi permessi per la pesca sportiva e sarà possibile visitare l’area in barca. Solo alle popolazioni native sarà consentito di continuare a pescare, grazie a un permesso speciale. Per i nativi questa iniziativa ha una grande importanza storica e culturale, è un’area “considerata luogo sacro dalla comunità nativa delle Hawaii“.
fish

Il Presidente si recherà alle Hawaii la settimana prossima. Mercoledì sera, egli si rivolgerà leader del Pacific Island Conferenza dei Presidenti e IUCN World Conservation Congress (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura), che viene ospitata negli Stati Uniti per la prima volta. Giovedi ‘, si recherà a Midway Atoll, che si trova all’interno del Monumento Nazionale Papahanaumokuakea Marine.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.