ARTICOLI

Recensione Schiumatoio LGMAquari LGs 850


Lo schiumatoio LGMAquari LGs 850 è una delle ultime proposte di LGMAquari nel campo degli schiumatoi monopompa. Questo schiumatoio è indicato dal costruttore per acquari marini di capacità fino a 900 litri.

Come ricorderete ho installato lo schiumatoio in agosto, quindi dopo i consueti sei mesi di test intensivi siamo pronti a parlarvene in maniera completa, sviscerandone pregi e difetti.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Costruzione

La costruzione dell’LGs 850 è davvero buona, soprattutto nel tempo possiamo osservare come la qualità costruttiva di LGMAquari sia migliorata arrivando ora ad ottimi livelli. Non ci sono sbavature rilevabili e l’accoppiamento fra PVC bianco, PVC grigio ed acrilico è davvero molto gradevole.

Lo schema di funzionamento è quello classico degli schiumatoi monopompa. Una pompa sommersa esterna che pesca dal fondo dell’acqua in sump con una pompa con girante a spazzola ed inserimento nel corpo dello schiumatoio dal basso all’interno di un cilindro ove trova posto un diffusore circolare. Schema funzionale, oserei dire classico e molto collaudato.

Il corpo dello schiumatoio ha un diametro di 15 cm ed è alto circa 62 cm compreso di bicchiere, per un volume totale approssimato pari a circa 8 litri.

Il bicchiere ha un diametro più largo del corpo, infatti è da 18 cm, con il cilindro interno da 10 cm. L’altezza utile di riempimento è pari a 12,5 cm, quindi il bicchiere ha una capacità utile di 2,2 litri. Non certo poco. Ovviamente arrivare a riempirlo fino a quel livello è quasi impossibile, dato che prima di arrivarci l’interno del bicchiere raccoglierebbe tanto sedimento che rallenterebbe la schiumazione.

Il bicchiere si innesta nel corpo tramite accoppiamento con un oring di tenuta. Normalmente non è semplice da inserire, perché è necessario spingere, ma soprattutto è abbastanza difficile da togliere. Il tutto a meno di usare del grasso siliconico da alimenti, non fornito con lo schiumatoio, che rende l’operazione estremamente dolce e semplice. In ogni caso le tolleranze sono perfette e non vi è nessuna sbavatura. La tenuta idraulica è garantita.

Il bicchiere, di dimensioni più che generose come abbiamo visto, è sormontato da un tappo di chiusura che presenta 4 buchi per la fuoriuscita dell’aria, e garantisce che non vi sia nessuna fuoriuscita di liquido non voluta, anche grazie al peso del tappo stesso. Sarebbe auspicabile che il bicchiere fosse fornito con un rubinetto che possa essere collegato ad un sistema di smaltimento esterno per chi avesse la fortuna di averlo previsto nelle vicinanze dell’acquario o per collegarlo ad una tanichetta nel caso di assenze prolungate.

La pompa fornita è una Sicce PSK 1000, pompa estremamente affidabile ed utilizzata in un gran numero di schiumatoi oggigiorno. Degno di nota il sistema di miscelazione di acqua ed aria adottato da LGMAquari. In testa alla pompa infatti viene collegato un prolungamento in PVC bianco che abbassa il punto di aspirazione dell’acqua verso il fondo della sump, allo stesso tempo viene innestato il tubicino dell’aria ed una pratica vite, anch’essa in PVC bianco, che serve a parzializzare il flusso di acqua in ingresso.

Di primo acchito verrebbe in mente di ruotare l’aspirazione della pompa sia per evitare di pescare verso il fondo della sump sia per pescare maggiormente dalla superficie dove si dovrebbero concentrare maggiormente i nutrienti da schiumare, ma il costruttore sconsiglia questa pratica, sostenendo che la pompa è sufficientemente potente per non aver nessun tipo di problema, e che in sump esiste una turbolenza tale che l’acqua aspirata in prossimità del fondo non è apprezzabilmente diversa, per quanto attiene ai nutrienti stessi, a quella in superficie.

Essendo una configurazione monopompa non dobbiamo preoccuparci di gestire la quantità di acqua in ingresso allo schiumatoio ed il rapporto acqua-aria che sono già stati decisi per noi. Il livello consigliato da tenere in sump deve essere attorno ai 20 cm, tollerando altezze comprese fra 18 e 22 cm.

Pur non presentando nessun tipo di smorzamento sotto la sua base, e pur considerando la generosa pompa, lo schiumatoio LGMAquari LGs 850 è estremamente silenzioso.

Installazione

L’installazione è semplice, anche perché non è possibile modificare lo schema dello schiumatoio a proprio piacimento. Gli innesti dei tubi di acqua in entrata ed in uscita sono infatti fissi, presentando un angolo di 90° fra loro. Normalmente questo non è un problema, ma prima di acquistarlo vi consiglio di verificare se la vostra sump sia adatta ad ospitarlo.

Come si può vedere dalla fotografia, l’uscita, in alto, è lasciata libera.

Questo è normalmente un problema perché in questo modo lo schiumatoio è davvero realmente rumoroso a causa dello scarico dell’acqua. Abbiamo quindi due scelte. La prima è quella di avvicinare l’uscita ad un bordo della sump, posto che quest’ultimo sia sufficiente alto, in modo che la parete in vetro funga da isolante per lo scroscio dell’acqua, e sebbene sembri una cosa stupida vi assicuro che funziona davvero. Altrimenti non ci resta che acquistare due spezzoni di tubo in PVC ed una curva da inserire all’uscita, andando a portare la tracimazione leggermente al di sotto del livello di acqua in sump, soluzione che ho adottato io, e che potete vedere nella fotografia seguente. Il controllo del livello dell’acqua nel corpo dello schiumatoio viene regolato tramite il posizionamento del tubo di uscita più o meno in alto rispetto al tubo verticale, facendocelo scorrere sopra, ricordiamo che per avere una buona schiumazione il livello dell’acqua dovrebbe essere appena sopra la base del bicchiere.

Ovviamente è poi possibile, agendo sullo stesso tubo di uscita, ottenere una schiumazione più bagnata, alzando il livello, o ottenerne una più secca abbassandolo.

Funzionamento

Lo schiumatoio LGMAquari LGs 850 è stato testato a lungo nella mia vasca da 400 litri pesantemente riempita di SPS e con tantissimi pesci, attualmente sono circa 35, anche se pochi di taglia medio grande. In verità ultimamente ho fatto una pesante opera di sfoltimento dei coralli, però lo schiumatoio si è comunque dimostrato molto efficiente.

Lo schiumatoio è stato subito pronto a schiumare non appena inserito in sump. La schiuma riempie completamente il corpo dello schiumatoio, e questo vista la grandezza dello schiumatoio è notevole. La tendenza della schiuma è quella di fare delle bolle medio piccole che sono teoricamente ottime per il processo di schiumazione e rimozione dei nutrienti, certo la pompa a corredo, la Sicce PSK1000 è molto potente. In ogni caso dal punto di vista visivo la schiumazione sembra ottima.

Il produttore consiglia di utilizzarlo con un livello in sump fra 18 e 22 cm, anche se devo dire che lo schiumatoio non sembra essere estremamente sensibile al livello, ovviamente mantenendolo con un livello di circa 20 cm non farà altro che migliorarne l’efficienza. Nel mio acquario ha sempre lavorato con un livello di circa 18,5 cm per problemi di costruzione della stessa.

Lo schiumatoio è stato inserito nel mio acquario con una situazione critica. I nitrati erano infatti oltre 25 ppm mentre i fosfati erano attorno 0,4 ppm. Nonostante questo lo schiumatoio si è dimostrato molto reattivo mantenendomi l’acqua pulita dal nuovo inquinamento, tanto che in breve ero arrivato alla situazione paradossale di avere nitrati e fosfati in vasca ma pochissimi nutrienti perché qualunque cosa inserissi veniva egregiamente schiumata dall’LGs850.

L’utilizzo di questo schiumatoio ha portato velocemente ad una pulizia notevole dell’acqua, all’assenza di particolato in sospensione e ad una maggiore trasparenza dell’acqua.

Per meglio darvi una idea di come schiumi l’LGs850 ho effettuato un Time Lapse durato per 48 ore, dalle ore 21 del primo giorno alle ore 21 del terzo giorno. All’interno di questo periodo ho alimentato, tantissimo, come di consueto. Faccio presente che i nitrati sono circa a 0,5 ppm nel momento del video ed i fosfati a circa 0,2 ppm.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=3drigyPpqDc&hd=1′]

Come è possibile vedere la schiuma è molto saponosa e sebbene lo schiumatoio venga tenuto con il livello molto alto per avere una schiumazione bagnata, la quantità di schiumato è molto bassa, nonostante i 35 pesci contenuti nel mio acquario, l’alimentazione dei pesci di circa 5-6 cucchiaini di Elos SVM2, e l’alimentazione notturna dei coralli effettuata con circa 6ml di H&O Corals di Sicce e 3 cucchiaini di Calanus sempre di Sicce. In occasione della somministrazione dell’alimentazione si apprezza una variazione importante della schiumazione come è possibile vedere.

Lo schiumatoio è molto silenzioso, soprattutto dopo aver adottato l’avvertenza di immergere lo scarico. Ho effettuato tre misurazioni, tutte ad un metro di distanza dall’acquario e quindi dalla sump ed ho ottenuto i seguenti risultati.

Pressione acustica ad 1 metro con tutte le utenze dell’acquario accese e sportelli chiusi: 41,5 dB

Pressione acustica ad 1 metro con la sola risalita accesa, e sportelli aperti: 43,8 dB

Pressione acustica ad 1 metro con risalita e schiumatoio acceso: 45,3 dB

La differenza quindi nella pressione acustica misurata con lo schiumatoio acceso e con lo schiumatoio spento riporta circa 1,5 dB, una differenza non trascurabile ma neppure troppo avvertibile. Un valore davvero basso che porta l’LGs850 a notevoli valori di confort acustici.

Il fonometro utilizzato per la misura è il solito VOLTCRAFT 320, fonometro digitale IEC 651 di Tipo II che agli effetti della misurazione in oggetto è sufficientemente attendibile. Data la natura del rumore da misurare tutte le misurazioni sono state eseguite con la curva di attenuazione dBA

Prestazioni e Misurazioni

Il costruttore dichiara per questo schiumatoio una portata d’acqua di circa 900 l/h ed una portata d’aria di circa 800 l/h. Ovviamente i numeri dipendono in larga parte da tantissimi fattori, ovvero dall’altezza dell’acqua in sump, ed i dati sono dichiarati con 20 cm di acqua, e dal variare dell’altezza della colonna di uscita dello schiumatoio. Il rapporto fra aria ed acqua è quindi pari a 0,89.

Nella mia sump ho una altezza di acqua di 18,5 cm, uno e mezzo in meno rispetto a quelli dichiarati dal costruttore per ottenere la massima efficienza, ed il livello dell’uscita è mantenuto estremamente alto, al massimo della sua regolazione, in modo da mantenere il livello dell’acqua nel bicchiere estremamente alto per schiumare il più bagnato possibile.

Per misurare l’acqua trattata abbiamo misurato il tempo che lo scarico dello schiumatoio ha impiegato per riempire una caraffa vuota, sono state fatte cinque misurazioni e successivamente la media.

Abbiamo quindi ottenuto una portata di acqua trattata pari a: 679 l/h

Per misurare l’aria abbiamo utilizzato un flussimetro Sander che misura l’aria da un minimo di 100 l/h ad un massimo di 1000 l/h, i valori misurati devono poi essere aumentati del 10% per tenere conto delle perdite indotte dal dispositivo stesso.

Come è possibile vedere nel video seguente l’aria viene risucchiata in modo molto instabile, quindi per ottenere il valore finale abbiamo effettuato la misurazione per ogni secondo del video, ne abbiamo calcolato la media ed infine abbiamo aggiunto il 10%.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=Rut4qnmcewA&hd=1′]

Abbiamo quindi ottenuto una portata di aria trattata pari a: 494 l/h

il rapporto aria acqua risultante è stato quindi pari a: 0,73

La differenza fra i valori dichiarati e quelli reali è abbastanza alta. L’aspirazione dell’aria è diminuita del 39%, mentre l’acqua trattata è diminuita del 25%. Pur rilevando queste importanti differenze non si può non rilevare come le impostazioni dello schiumatoio possano incidere pesantemente sulle prestazioni, come abbiamo già ricordato.

Costi di mantenimento

La pompa PSK1000 è dichiarata avere un notevole consumo di 57 watt con la girante normale, ma in configurazione con girante a spazzola e su uno schiumatoio monopompa è data dalla Sicce per un consumo di circa 25 watt, che si traduce in 219 kwh all’anno, ed un costo stimato di circa 57 euro se il costo a kwh si mantenesse stabile a 0,26 euro. Un costo di mantenimento molto accettabile di poco meno di 5 euro al mese.

Conclusioni

Lo schiumatoio LGMAquari LGs 850 è uno schiumatoio estremamente valido, molto ben costruito offerto ad un prezzo di vendita abbastanza alto, pari a circa 840 euro, ma ampiamente giustificato dalle sue prestazioni.

Durante l’utilizzo si è dimostrato molto regolare, estremamente efficiente, semplicissimo da tarare e molto silenzioso. Unico appunto, come abbiamo già evidenziato nel testo, il fatto di doversi ingegnare per silenziare lo scarico e la mancanza di un grasso siliconico fornito di serie. A fronte di questo la schiumazione è molto regolare, con bolle sufficientemente piccole e capace di gestire senza problemi una vasca problematica come la mia con 35 pesci e coralli molto cresciuti, che mi portano ad alimentare in maniera estremamente massiccia. Inoltre il mio acquario arrivava da una situazione con nutrienti molto alti, che lo schiumatoio ha saputo gestire senza battere ciglio. Bisogna inoltre sottolineare che le prestazioni di aria ed acqua misurate sono state al di sotto di quelle misurate di un delta abbastanza consistente, facendoci pensare che questo schiumatoio in condizioni diverse, ovvero con una altezza di acqua in sump maggiore e con lo scarico quindi più basso, possa essere ancora più efficiente di quanto da noi misurato.

Secondo me è quindi adeguato per un acquario molto popolato con coralli sps e pesci attorno ai 400 litri, ma probabilmente anche per acquari ancora maggiori fino a circa 500 litri, momento in cui potrebbe cominciare ad accusare qualche problema di gestione, ovviamente se si parlasse di acquari poco popolati, popolati con solo pesci o con coralli molli, ci si potrebbe spingere, a mio giudizio, sulla soglia dei 1000 litri.

Si ringrazia LGMAquari per la fornitura dello schiumatoio oggetto della prova

Questo articolo è stato tradotto in inglese e pubblicato sul portale americano ReefBuilders

RB_lgs850


16 commenti on Recensione Schiumatoio LGMAquari LGs 850

  1. Jonathan

    Leggo sempre con attenzione ed interesse i tuoi articoli… così ci si può far un’idea accurata di cosa offre il mercato oggi!! Complimenti anche per la chicca del time lapse musicale

  2. geppy

    Ultime notizie: lo scarico del bicchiere per troppo pieno adesso è di serie su tutti i modelli dal 600sp in su; è disponibile una girante “turbo” con venturi dedicato (per l’850) mentre il nuovo scarico consente di alzare ancora di più il livello per lavorare con carichi organici molto bassi. Già spediti gli aggiornamenti/optional.

    Un grande blues per il filmato sarebbe in linea con i gusti del progettista….. 😀

  3. Pingback: Kit di Potenziamento per lo schiumatoio LGMAquari LGs 850 : Danireef – acquario marino, il portale con fotografie, guide e recensioni

  4. Pingback: Recensione Schiumatoio Ultra Reef Akula uks-180 | Danireef - il sito dell'acquario marino

  5. Giuseppe

    Ciao Danilo.
    Interessante il fatto che per diminuire la rumorosità hai immerso completamente lo scarico.
    Io ho un Lgs 800 e lo scarico lo tengo a livello dell’acqua.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.