ACQUARI FOTOGRAFATI

SPS coloratissimi con tante Acropore nell’acquario di Luca Perini


Abbiamo avuto l’onore di fotografare il bellissimo acquario marino di barriera con SPS, Acropore, Montipore e Stylophore di Luca Perini, quando siamo andati a trovarlo una domenica di qualche settimana fa.

Amtra sabbie e decorativi

Un acquario da 300 litri lordi che colpisce per la dimensione degli animali contenuti, per la loro colorazione e per il generale benessere. Un acquario molto armonico che ci piace anche per il numero e tipo di pesci contenuti.

Ho conosciuto Luca nel nostro forum dedicato agli acquari dove scrive con lo pseudonimo di Luper. Sin da subito, dopo aver visto una foto del suo acquario, gli ho chiesto dove abitasse per pregustarmi una visita dalle sue parti. In realtà fra l’idea e la realizzazione sono passati non mesi, ma addirittura anni, viste le problematiche dovute al coronavirus. Ma finalmente dopo aver tanto atteso siamo riusciti a vedere questo bellissimo acquario. E non siamo certo rimasti delusi, un acquario straordinario, che colpisce per la meticolosità di Luca e la precisione in tutto quello che abbiamo visto. Animali splendidi ed in ottima salute, se si eccettua qualche LPS che però quando vedrete quali pesci alleva non può sicuramente sembrarvi così strano.

Visto dal vivo è ancor più bello che dalle foto e dal video che abbiamo fatto, come succede sempre per ogni acquario, ma devo dire che questa volta anche i contributi multimediali fanno la loro figura.

Ma inquadriamo l’acquario partendo dalle sue dimensioni. L’acquario ha circa 300 litri di capacità, e misura 110x50x55(h) con vetri da 12 mm. La luce proviene da una coppia di GNC BluRay PRO. E vista la coincidenza non ci siamo fatti sfuggire l’occasione di fare un DaniReef LAB in trasferta per testare queste plafoniere, per cui rimanete collegati che nelle prossime settimane rilasceremo l’articolo dedicato a loro. Nel video però vedrete anche la misurazione diretta dei PAR in acquario. un dettaglio che potrebbe interessare comunque molti di noi.

Il resto della tecnica è stata aggiornata alla concreta possibilità che Luca cambi acquario per ingrandirsi un po’ ma è composta solo da accessori di altissimo livello. Ma lasciamoci trasportare in questo viaggio dalle parole dello stesso Luca che ha acquari da quando aveva 14 anni, ed acquari marini da quando ne aveva 17. Attualmente in attesa di sposarsi con Letizia con due magnifici bambini in quel di Reggiolo e nella realtà lavora in una carrozzeria.

L'acquario di Luca Perini è una tavolozza di colori e benessere

Il video dell’acquario di Luca Perini – Luper

Come nostro solito abbiamo fatto un bellissimo video all’acquario di Luca, dove abbiamo anche giocato con le lenti Orphek, di cui vi parleremo in un prossimo articolo per cercare di farvi vedere i colori reali come li abbiamo visti noi. Il video è girato in 4K per cui vi consiglio di impostarlo a tutto schermo e di godervelo in tranquillità. Poi una volta visto potrete tornare qui per leggere tutti i dettagli della vasca, per vedere fotografie macro incredibili dei coralli e delle loro zooxhantellae, e per vedere tutti i pesci. Per cui buona visione.

La storia dell’acquario

Ciao Luca, vuoi raccontarci la storia della tua passione? Di come ti sei evoluto e di quali scelte hai fatto?

Come hai correttamente detto ho iniziato ad avere acquari a 14 anni, e per me è diventata una vera droga se consideri che ora ho quarant’anni ed ho ancora acquari per casa. Addirittura due, se consideriamo il dolce ed il marino che stanno attualmente nella mia sala. L’acquario marino è arrivato comunque 3 anni più tardi di quello dolce. Dovevo prima capirne le varie peculiarità“.

Acropora sp. nell'acquario di Luca Perini
Acropora sp. nell’acquario di Luca Perini – Luper

Hai qualche aneddoto divertente da raccontarci?

Aneddoto si, anche se poco divertente ed un po’ tragico. Come puoi vedere ho un acquario di acqua dolce a circa 60 cm di distanza da quello marino. Una sera rincasando mi sono ritrovato con una Valenciennea che era saltata dall’acquario marino ed era finita nell’acquario di acqua dolce. Purtroppo nel momento in cui sono arrivato era morta ed in fondo all’acquario“.

Centropyge bicolor, pesce angelo nano, nell'acquario di Luca Perini
Centropyge bicolor, pesce angelo nano, nell’acquario di Luca Perini – Luper

L’attrezzatura tecnica come hai detto è stata aggiornata negli ultimi mesi perché l’idea è quella di allargarmi, soprattutto di recuperare quella profondità che ora, con soli 50 cm, mi manca terribilmente, per cui l’idea è quella di orientarsi verso un più arioso 120x66x55h (circa 435 litri)“.

Acropora sp. nell'acquario di Luca Perini
Acropora sp. nell’acquario di Luca Perini

I cambi parziali

Luca cominciamo a parlare della tua tecnica e della gestione specifica del tuo acquario. Partiamo dai cambi parziali, un argomento di cui abbiamo parlato tanto in passato come ad esempio in questo splendido articolo con interventi da parte di ospiti internazionali.

Inizialmente ero molto meticoloso con i cambi d’acqua. Via via che passava il tempo, e che l’acquario maturava, ho molto dilatato la cosa. In genere guardo il valore redox, gestito da Aquatronica, quando sale troppo faccio il cambio. Indicativamente potrei dire circa una volta ogni mese e mezzo. Il cambio è di 25 litri, circa il 10% del volume dell’acquario.

La vasca come la vedete compie due anni a maggio. Ma questo perché abbiamo traslocato in questa nuova casa (molto bella ndr). La vasca infatti è del 2012 ed è un acquario Vitrea“.

Prendo la parola per ricordare un attimo Vitrea, una azienda italiana che andava molto forte con ottimi prodotti e della quale avevamo anche visitato il loro stand all’Interzoo nel 2008 e allo Zoomark nel 2009 ma che è praticamente sparita a seguito del terremoto che ha colpito l’Italia Centrale nel 2009. Peccato perché era una ottima azienda.

Per quella volta infatti l’acquario era molto ben fatto. Unica nota stonata era lo scarico sul fondo che ho provveduto a togliere siliconandoci sopra una lastra di vetro e applicandoci poi carico e scarico esterno UltraReef da 40. Da allora l’acquario è stato riallestisto diverse volte. L’ultima appunto durante il trasloco, pur mantenendo animali e rocce vive“.

Pomacanthus imperator in livrea giovanile nell'acquario di Luca Perini - Luper
Pomacanthus imperator in livrea giovanile nell’acquario di Luca Perini – Luper

Come sali ne ho provati diversi ma ultimamente utilizzo Xaqua DNA Salt + minerals con cui mi trovo molto bene“.

Zooxanthellae su acropora nell'acquario di Luca Perini - Luper
Zooxanthellae su acropora nell’acquario di Luca Perini – Luper

Il sistema di filtraggio e la sump

Quello che ci colpisce della tua sump è l’ordine che ci vediamo. Tutto sembra perfettamente ordinato ed al suo posto. Vuoi raccontarci la tua sump ed il sistema che utilizzi per la gestione del tuo acquario marino di barriera?

Bhè diciamo che mi piace tenere le cose ordinate. La sump nasce divisa con il serbatoio di rabbocco laterale. Ha il vano di separazione fra schiumatoio e pompa di risalita e tutto il sistema si regge sul reattore di calcio. Come si intravede dalla foto il tubo della discesa è a destra dietro al reattore di calcio“.

La sump di Luca Perini - Luper
La sump di Luca Perini – Luper

A sinistra della parte umida potete vedere l’unità di potenza Aquatronica, un paio di quadri elettrici autocostruiti ed i vari alimentatori. Fra il serbatoio di rabbocco e la parte elettrica in genere tengo i prodotti da somministrare e la bombola di CO2“.

Carico e scarico sono UltraReef da 40 mm e la pompa di risalita una Sicce 2.5. Attualmente forse il tubo di risalita è un po’ sporco e la stessa pompa potrebbe essere da pulire, almeno dopo aver visto i valori di portata che avete rilevato, di soli 324 l/h. Lo schiumatoio è uno stupendo UltraReef UKS 180 (qui la nostra recensione approfondita), il setto di separazione fra il vano di schiumazione ed il vano della pompa di risalita è alto 22 cm. Il reattore di calcio è un rc120 di Xaqua caricato con corallina jumbo, a cui segue un post reattore da 250ml caricato con resine alluminiche sempre Xaqua“.

Stylophora pistillata milka nell'acquario di Luca Perini - Luper
Stylophora pistillata milka nell’acquario di Luca Perini – Luper

Completano la parte tecnica umida un riscaldatore Schego da 300 watt. Il riscaldatore viene gestito tramite Aquatronica e l’ho impostato per mantenere la temperatura in acquario di 24,5 in inverno e 25,5 – 26° in estate. In estate poi monto anche il refrigeratore Teco TK500 a fianco dell’acquario, per mantenere bassa la temperatura“.

Acropora sp in visualizzazione dall'alto con macchina fotografica subacquea con scafandro nell'acquario marino di Luca Perini - Luper
Acropora sp. in visualizzazione dall’alto con macchina fotografica subacquea con scafandro nell’acquario marino di Luca Perini – Luper

L’illuminazione è basata su 2 plafoniere GNC BluRay PRO

Luca raccontaci della tua illuminazione, visto che finalmente possiamo vedere un acquario con una coppia di GNC BluRay PRO. E ne siamo stati talmente felici che abbiamo misurato anche i valori PAR facendo un DaniReef LAB in trasferta. Ma per questi dati dovrete pazientare ancora qualche giorno.

Ritengo che l’illuminazione di un acquario marino di barriera, ovvero con i coralli, sia un punto fondamentale. Per questo ho pensato di puntare su una coppia di GNC BluRay PRO (a presto la recensione) che sono estremamente belle e che hanno una copertura fantastica. I valori PAR misurati in acquario, e che potete vedere riportati nel video in diversi punti, si attestano su valori medi di circa 600 PAR sui coralli, decadendo, ma neanche troppo, sul fondo. Certamente valori che sono rinforzati dal riflesso dei vetri in un acquario, il mio, piuttosto stretto. Inoltre queste plafoniere non consumano neanche tanto, per cui davvero un ottimo risultato con un consumo piuttosto basso“.

Vista laterale dell'acquario di Luca Perini - Luper
Vista laterale dell’acquario di Luca Perini – Luper

Come sono impostate le plafoniere per ottenere questi splendidi e coloratissimi risultati?

Le GNC BluRay PRO sono impostate con un ciclo diurno di 12 ore. In queste 12 ore però ci sono anche un’ora di alba ed un’ora di tramonto. I canali non sono al massimo, anche se i PAR li abbiamo rilevati con tutti i canali al massimo, ed hanno queste impostazioni:

  • Blu: 90%
  • Bianchi: 65%
  • Rossi/UV: 80%
Acropora sp in visualizzazione dall'alto con macchina fotografica subacquea con scafandro nell'acquario marino di Luca Perini - Luper
Acropora sp. in visualizzazione dall’alto con macchina fotografica subacquea con scafandro nell’acquario marino di Luca Perini – Luper

Il movimento

Luca stiamo parlando di tutta la tua tecnica ma abbiamo lasciato indietro un discorso fondamentale. Parliamo del movimento che sappiamo essere molto importante in un acquario marino di barriera.

Si credo anche io che il movimento sia un punto fondamentale per la gestione, per questo credo di non aver proprio lesinato visto che utilizzo una coppia di Ecotech Marine Vortech MP40QD“.

Come hai impostato le Vortech per ottenere il massimo nel tuo acquario?

Le due pompe Vortech lavoro in antisincrono, quindi quando una spinge l’altra va più piano e viceversa. La modalità in cui funzionano sono Gyre o Reef Crest che si alternano ogni 4 ore. La potenza massima a cui sono impostate varia fra 60 e 65% a seconda dell’orario della giornata e della modalità“.

Acropora sp. nell'acquario di Luca Perini - Luper
Acropora sp. nell’acquario di Luca Perini – Luper

La gestione tecnologica

Luca vediamo che il tuo acquario viene gestito da Aquatronica, che è stato il mio primo amore, dal punto di vista dei controller per acquari.

Si, utilizzo Aquatronica con un sonda pH per il controllo del reattore di calcio, sonda redox, ed ovviamente sonda temperatura. Inoltre Aquatronica mi gestisce i livelli di troppo basso e troppo alto in sump. Infine ho il modulo SMS per essere allertato in caso di interruzione dell’alimentazione elettrica. Ovviamente oltre a poter consultare i valori delle sonde da remoto“.

Polipi e zooxanthellae di Acropora nobilis nell'acquario di Luca Perini - Luper
Polipi e zooxanthellae di Acropora nobilis nell’acquario di Luca Perini – Luper

Per il rabbocco invece utilizzo l’Hydor Smart Level Control a cui ho però disabilitato il cicalino che era veramente fastidioso“.

I valori dell’acqua e la gestione di Luper

Raccontaci dei tuoi valori che sappiamo essere un po’ diversi dall’ordinario, e soprattutto il perché lo siano.

Si hai ragione, i valori sono piuttosto alti. Per iniziare la salinità è a 36 per mille, questo mi aiuta ad avere in soluzione valori più alti del normale, infatti normalmente tengo il calcio fra 450 e 500, il magnesio fra 1450 e 1500 ed il KH fra 9 e 10“.

Euphillye libere di fluttuare nell'acquario di Luca Perini - Luper
Euphillye libere di fluttuare nell’acquario di Luca Perini – Luper

In effetti Luca sono valori estremamente alti, che noi tendiamo a sconsigliare. Quindi siamo curiosi di conoscere le motivazioni che stanno dietro a questa scelta.

Avevo iniziato circa un anno fa a tenere i valori più alti, e da allora mi sono sempre trovato benissimo, con animali in grande forma e senza nessun effetto collaterale. Se poi consideri che il mio acquario consuma una quantità notevole di calcio ecco che capisci perché preferisco avere più alti che ritrovarmi scarico. Calcio e magnesio li misuro ogni settimana, mentre il KH lo misuro 2 volte a settimana. Considera che il reattore contiene circa 2,5 litri di corallina e ne consumo circa la metà in un mese e mezzo. Per questo tenere i valori alti mi aiuta anche nel non soffrire troppo quando i valori dovessero calare per qualsivoglia motivo“.

Acropora sp. nell'acquario di Luca Perini - Luper
Acropora sp. nell’acquario di Luca Perini – Luper

E per quello che riguarda gli organici? A vedere l’acquario secondo noi sono molto bassi, ma vogliamo sentire cosa ci dici tu al riguardo.

Gli organici li misuro poco, i nitrati l’ultima volta che li ho misurati erano pari a 0,2 mentre i fosfati, con test ICP erano davvero bassi. Il fosforo misurato infatti era di 0,003 ppm. Quindi, da questo punto di vista, una vasca estremamente magra“.

I valori dell’acquario di Luca Perini – Luper
Salinità36 per mille
Calcio450-500 ppm
Magnesio145-1500 ppm
KH9-10 dKH
Nitrati0,2 ppm
Fosforo0,003 ppm
L'acquario di Luca Perini - Luper illuminato solo con i LED blue
L’acquario di Luca Perini – Luper illuminato solo con i LED blue

Oligoelementi e nutrizione degli organismi

I coralli li vediamo molto colorati e nelle tinte color pastello che sono proprie delle varie riproduzioni batteriche. Cosa ci puoi dire in merito?

Si è vero, l’acquario è condotto con la riproduzione batterica utilizzando Xaqua Bio One, anche se ultimamente sto dosando anche Vodka in acquario“.

Amphiprion ocellaris e Amphiprion ocellaris Picasso nell'acquario di Luca Perini - Luper
Amphiprion ocellaris e Amphiprion ocellaris Picasso nell’acquario di Luca Perini – Luper

Come alimentazione per i coralli utilizzo il prodotto Xaqua, con Koral Bull e Koral GF ed aminoacidi una volta a settimana. Mentre per i pesci utilizzo mangimi sia secchi che congelati, a partire da Xaqua Marine, ma ho anche granulato SHG ed Aquaforest.

LPS nell'acquario di Luca Perini - Luper
LPS nell’acquario di Luca Perini – Luper

Come oligoelementi utilizzo il protocollo Xaqua Kroma RGB, oltre a iodio e ferro“.

Ringraziamenti

Alla fine di questo tuo percorso, e prima che ti facciamo i dovuti complimenti, e che facciamo vedere le fotografie dei tuoi splendidi animali, vuoi ringraziare qualcuno in particolare?

In primo luogo vorrei ringraziare la mia compagna Letizia, che presto sarà mia moglie (ndr: Auguri!!!) che ha la pazienza di una santa, altrimenti sarebbe stato molto difficile arrivare a questi risultati“.

Luca Perini - Luper -  a fianco del suo bellissimo acquario
Luca Perini – Luper – a fianco del suo bellissimo acquario

Poi vorrei ringraziare tutto il forum di DaniReef, e tu Danilo in particolare, per l’opportunità di avere un forum dove confrontarsi giornalmente e dove si trova sempre lo spunto per crescere“.

L’ultimo mio pensiero infine va a Marco Gherardi, responsabile Xaqua, che è un amico e con cui mi confronto molto spesso per la gestione del mio acquario e a Gabriele di AquariumLab, il mio negozio di riferimento da oltre 20 anni“.

Il commento di DaniReef

Come abbiamo detto in apertura abbiamo fortemente voluto venire a fotografare questo acquario dopo averlo visto in fotografia sul forum. E siamo stati molto felici di farlo. Perché l’acquario è strepitoso. Armonico, con coralli ben cresciuti ed un elevato numero di pesci, anche se spesso sono nascosti. Eravamo poi curiosi di vedere in azione le GNC BluRay PRO. Non possiamo quindi che fare i migliori complimenti a Luca per il suo acquario e per come lo gestisce, e per l’ospitalità che lui e sua moglie ci hanno riservato nonostante, alla fine, il poco preavviso.

Acropora sp. nell'acquario di Luca Perini - Luper
Acropora sp. nell’acquario di Luca Perini – Luper

Dal punto di vista tecnico ci troviamo un po’ a metà del guado. Nel senso che Luca dovrà cambiare a breve l’acquario e parte della tecnica è già stata upgradata al nuovo sistema. Però non possiamo esimerci dal farlo per cui partiamo con alcune considerazioni sparse.

Lo schiumatoio utilizzato, secondo noi, è sovradimensionato per un acquario che, alla fine, è di 300 litri lordi. La fortuna di Luca, sempre secondo il nostro umile parere, è quella di avere una pompa di risalita molto poco potente (ricordiamo che abbiamo misurato una portata di soli 324 litri ora) e che in pratica non fa funzionare lo schiumatoio come dovrebbe. Noi l’Akula 180 lo conosciamo molto bene, per averlo anche recensito a fondo in questo articolo “Schiumatoio UltraReef Akula uks-180 – Recensione“. UltraReef parla di una portata d’acqua di 1.400 l/h. E’ ovvio che portandone solo 324, l’efficienza dello schiumatoio sia oltremodo compromessa. Ovvero con uno schiumatoio molto meno potente si sarebbe ottenuto lo stesso risultato. Stante questa pompa di risalita. Ma per questo schiumatoio bisognerebbe avere una pompa di risalita di almeno 1.400 l/h.

Montipora digitata e samarensis nell'acquario di Luca Perini - Luper
Montipora digitata e samarensis nell’acquario di Luca Perini – Luper

Per approfondire le dinamiche che legano pompa di risalita e schiumatoio vi rimandiamo a questo bellissimo articolo di approfondimento “Come scegliere la pompa di risalita per un acquario marino“.

Probabilmente questa accoppiata, in questo specifico caso, che poi lo ricordiamo essere solo di passaggio, ha fatto in modo di non pulire eccessivamente l’acquario e quindi di non creare problemi di oligotrofia in vasca.

Polipi di Montipora samarensis nell'acquario di Luca Perini - Luper
Polipi di Montipora samarensis nell’acquario di Luca Perini – Luper

Per tutto il resto invece rileviamo attrezzatura di elevatissimo livello, dalle pompe alle luci, e ben centrata con l’impostazione dell’acquario. Bene il modulo SMS di Aquatronica per essere sempre avvisati, così come il refrigeratore nel periodo estivo.

Giusto per fare un altro conto, le due Vortech muovono cadauna 19.000 l/h, essendo tenute al 65% dovrebbero movimentare circa 12.350 l/h ciascuna, il che equivale a circa 41 volte il volume lordo della vasca! Un numero anche oltre le specifiche minime di 20 volte il volume. Inappuntabile.

Per quello che riguarda l’illuminazione abbiamo misurato (si vede nel video) circa 600 PAR, per cui buono per far crescere praticamente di tutto. C’è da dire che la misurazione è stata fatta con tutte le lampade al massimo, e non con le impostazioni di Luca. Ma non dovremmo trovare grandi differenze.

Polipi di Euphyllia nell'acquario di Luca Perini - Luper
Polipi di Euphyllia nell’acquario di Luca Perini – Luper

Una cosa che invece ci suona un po’ strana è il fatto di tenere i valori così alti. Secondo noi 35 per mille dovrebbe essere sufficientemente alto per poter gestire anche eventuali problemi al reattore di calcio. Così come riteniamo piuttosto inutile avere il calcio ed il magnesio così alti. Soprattutto così più alti rispetto alla Natura. Ma il bello di questo hobby è che ci si possa confrontare assieme e portare avanti anche idee (leggermente) diverse. Perché poi alla fine queste sono sfumature. E poi il Mar Rosso ha ben 38 per mille di salinità ed i coralli lì vivono benissimo.

Il Pomacanthus imperator, per quanto ancora in livrea giovanile, ed il Paracanthurus hepatus li vediamo un po’ costretti in una vasca un po’ troppo piccola per loro, ma speriamo che arrivi presto il nuovo acquario. Inoltre la presenza di tutti questi pesci angelo, Pomacanthus imperator, Centropyge bicolor e Centropyge bispinosus non lascia molta tregua agli LPS.

Un Favites - corallo LPS - nell'acquario di Luca Perini - Luper
Un Favites – corallo LPS – nell’acquario di Luca Perini – Luper

Rinnoviamo quindi i nostri migliori complimenti a Luca per il suo bellissimo acquario, coloratissimo e molto bello da vedere. I colori colpiscono subito, ma anche l’armonia globale. Si vede che dietro ad un tale acquario c’è un acquariofilo attento e molto meticoloso. Davvero i nostri migliori complimenti a Luca!

Centropyge bispinosus e quello che resta di una Acanthastrea (Micromussa)nell'acquario di Luca Perini - Luper
Centropyge bispinosus e quello che resta di una Acanthastrea (Micromussa)nell’acquario di Luca Perini – Luper

Non vi resta che sfogliare le altre pagine per vedere tutti i coralli (pagina due) e tutti i pesci oltre che alcuni scorci dell’acquario, fra cui le foto dall’alto (pagina 3) che abbiamo fotografato. E le foto meritano tantissimo!

Aquarium Systems - Solutions proven by scientists for MORE THAN 50 YEARS