Pesci Acqua Dolce

Melanotaenia boesemani: caratteristiche ed informazioni


Melanotaenia boesemani

Il Melanotaenia boesemani è forse il membro più conosciuto al mondo della macrocategoria dei Pesci arcobaleno. Ma Andiamo a conoscere un po’ meglio questo pesce all’interno di questo articolo.  

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Origine ed habitat

Il Melanotanenia boesemani appartiene alla famiglia dei Melanotaeniidae. Questi pesci sono originari dell’Australia e della Nuova Guinea, secondo alcune fonti sono stati introdotti anche in Asia. 

Il Melanotaenia boesemani vive in fiumi e torrenti che sono caratterizzati da una limpidezza dell’acqua veramente spettacolare. Non a caso questo tipo di pesci sono conosciuti come Rainbow fish (Pesci arcobaleno) in italiano, la denominazione infatti è dovuta al fatto che se questi pesci vengono osservati dalla riva danno l’impressione di osservare un arcobaleno in acqua. Oltre alla limpidezza dell’acqua questi corsi d’acqua sono caratterizzati da una fitta vegetazione, che creano delle zone d’ombra ma soprattutto un riparo da possibili attacchi aerei da parte di uccelli predatori. In questi specchi d’acqua non mancano neanche legni e il fondale è nella maggior parte dei casi sabbioso.  

Se si volesse allestire un acquario per Melanotaenia boesemani vi consiglio di riprodurre il più possibile le condizioni in cui vivono in natura questi bellissimi pesci. Se volete potete consultare il mio articolo sull’acquario biotopo, che trovate qui, penso possa darvi una mano. 

Come si presenta

Il Melanotaenia boesemani si presenta come un pesce dal corpo alto e molto compresso lateralmente. La bocca è situata al centro, il muso si presenta sporgente. Dalla forma del corpo possiamo intuire come questo pesce sia un grande nuotatore, infatti in natura i corsi d’acqua che lo ospitano sono caratterizzati da forti correnti. Le pinne sono tutte molto sviluppate, il dimorfismo sessuale si caratterizza nella maggiore grandezza e nella maggiore colorazione del maschio rispetto alla femmina. 

Generalmente il maschio arriva a 12 cm, mentre la femmina si ferma sui 10 cm. 

La livrea del Melanotaenia boesemani è meravigliosa caratterizzata da diversi riflessi metallici. Dal muso fino alla parte centrale la livrea è caratterizzata da una colorazione blu-azzurro, mentre la parte finale del corpo e la pinna caudale è caratterizzato da un colore arancione intenso.   

L’acquario ideale per il Melanotenia boesamani

Partiamo dicendo che essendo un grande nuotatore necessita di vasche lunghe. Secondo me una vasca ideale per ospitare questa specie dovrebbe avere almeno le dimensioni di 120x50x40. Essendo un pesce di banco non bisogna fare l’errore di inserire pochi esemplari, infatti l’ideale sarebbe di ospitarne almeno 10-15; se la dimensione della vasca lo consente arriverei anche a 30 esemplari. 

Il Melanotaenia boesemani è un pesce timido quindi la decisione migliore sarebbe quella di dedicargli un acquario monospecifico, se invece volete inserire un’ altra specie di pesci vi consiglio di optare per una specie appartenente alla stessa famiglia dall’indole tranquilla. 

Mi raccomando di piantumare la vasca in maniera significativa altrimenti non godrete mai delle stupende colorazioni di questi pesci. 

Dovrete avere l’accortezza di lasciare la parte centrale della vasca libera per il nuoto, una buona soluzione sarebbe quella di optare per della Vallisneria da piantare sullo sfondo dell’acquario.  

Melanotaenia boesemani

Alimentazione e riproduzione in acquario

Il Melanotaenia boesemani è un pesce che mangia tranquillamente cibo secco, ma se doveste utilizzare cibo vivo o cibo congelato il premio che avrete sarà una colorazione particolarmente vivida e brillante. 

I cibi che vi consiglio sono: Cyclops, Chironomus bianco, Chironomus rosso, Daphnia magna. Vi ricordo poi questo articolo che approfondisce il discorso dell’alimentazione in acquario.

Per quanto concerne la riproduzione il Melanotaenia boesemani è una specie ovipara, di conseguenza le uova una volta fecondate verranno liberate in vasca. Se si volesse cercare di riprodurli in un acquario allestito la scelta migliore sarebbe quella di optare per una vasca monospecifica. Infine, per quanto riguarda i valori dell’acqua sono pesci che in natura vivono sia in acqua acida che in acqua alcalina.