PESCI

Pesci e Colori – una dieta varia per il loro benessere


Luce e colore

La luce è uno dei fattori fondamentali del nostro sistema acquario. E’ il parametro chiave che ha permesso il successo dell’acquariofilia marina. Per quanto riguarda la crescita e il benessere dei coralli. Ma anche i nostri pesci hanno bisogno della luce. Innanzitutto a livello biologico.

Consente il naturale ritmo metabolico dei nostri animali. La relazione tra luce e pesci è sicuramente molto complessa. E dipende, da ogni singola specie.

Possiamo dire che i pesci hanno due modi per modificare il loro colore.

Il primo è il modo fisiologico, che viene prodotto dal movimento dei granuli pigmentari nel cromatoforo. Ad esempio avviene Per mimetismo o per condizioni emotive.

Una risposta dell’animale da parte delle condizioni ambientali invece, può avvenire in modo più lento,  e viene identificato con il nome di cambio morfologico di colore. I cambi morfologici di colore possono essere identificati in diversi stadi di vita dei nostri animali.

 

Centropyge eibli

Ad esempio possono prodursi quando un pesce vive per un tempo prolungato in un ambiente inadeguato  alle sue esigenze. In condizioni di scarsa illuminazione oppure di troppa illuminazione.

Se un pesce dei fondali è costretto a vivere in superficie o viceversa, aumenterà o diminuirà la sua pigmentazione, scurendo o schiarendo, rispondendo così allo stimolo ambientale. Ecco perchè la luce nelle nostre vasche gioca comunque un ruolo importante anche sulla colorazione dei nostri animali e sul loro benessere.

Acanthurus leucosternon

La Giusta Dieta

Alimentare i propri pesci nel modo corretto è una delle cose più complicate per noi acquariofili. Spesso sottovalutata. Il cibo, dev’essere consumato in modo completo dai nostri animali. In modo da non inquinare il nostro acquario. Inoltre è buona norma suddividere il pasto quotidiano nell’arco della giornata. In modo da alimentare più volte al giorno e non in un pasto unico, così come avverrebbe in natura.

La qualità del cibo per i nostri pesci è anch’essa molto importante. Un corretto piano alimentare, e la scelta di cibi di qualità, potranno essere veramente molto influenti sulla salute dei nostri animali.

Ecco quindi un esempio di un buon sistema di alimentazione per i nostri pesci, che io utilizzo con soddisfazione e con quelli che ritengo essere grandi risultati:

  • Spirulina e astaxantina in scaglie tre volte a settimana;
  • Artemia o mysis una volta a settimana (vivo o surgelato ben sciacquato con osmosi);
  • Granulare una volta a settimana;
  • Cibo a scelta e a disposizione, una volta a settimana e alghe nori se presenti Acanturidi;
  • Scaglie o cibo secco con l’aggiunta di qualche goccia di vitamine una volta a settimana.

Tenendo quindi conto: della luce adeguata, della giusta dieta alimentare, dell’apporto di vitamine (che doneranno brillantezza e salute ai vostri animali). Fornirete così, tutto ciò di cui i vostri pesci hanno bisogno, per mostrare, le loro migliori colorazioni.

Danilo (aka DaniReef) invece ha un approccio un po’ diverso tendendo ad utilizzare granulare o pellet, tutti i giorni come alimentazione principale ed utilizzando come complementari alghe nori ed eventualmente cibo vivo se disponibile. Senza usare il congelato. E visto che diversi suoi pesci hanno avvicinato una decina di anni di vita in acquario, con livree spettacolari, è difficile dargli torto. Vi invito quindi anche a leggere questo interessantissimo approfondimento sull’alimentazione: l’alimentazione dei pesci.