ARTICOLI

Aria e schiumazione: impariamo a migliorare la resa dello schiumatoio


Aria e schiumazione: il flussimetro sanderSappiamo tutti come lavori uno schiumatoio, e come aria e schiumazione siano intimamente connessi.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Io generalmente preferisco tenere l’aria al massimo e regolare lo scarico, ma con gli strumenti odierni possiamo andare oltre.

Grazie infatti ad un misuratore di flusso, come il Sander da pochi euro che vedete nella foto in apertura di articolo, possiamo misurare l’aria che viene trattata dallo schiumatoio. L’importante, in questo contesto non è l’aria misurata, ma il fatto che questa sia molto variabile.

Nel senso che a causa dei diametri dei tubi, dei movimenti in sump, e soprattutto di come siano costruite le pompe, la quantità di aria aspirata varia fra valori minimi e massimi molto diversi.

Tempo fa, per la recensione di uno schiumatoio ne avevo fatto un video. Ma ripeto non è un comportamento solo di quello schiumatoio. Ma praticamente di ogni schiumatoio che io conosca. O meglio, che io abbia misurato.

Comportamento dell’aria in aspirazione dagli schiumatoi

Come potete vedere la mancanza di quella che io chiamo linearità è imbarazzante. Ma possiamo facilmente migliorare questa cosa solo chiudendo leggermente l’aria. In genere il difetto si attenua moltissimo. Cala un po’ il valore della quantità di aria aspirata ovviamente.

Non posso dire se questo succeda con tutti gli schiumatoi in commercio, ma tendenzialmente succede con tutti quelli che abbia provato. Ovviamente è necessario avere un flussimetro per rendersi conto se vi sia un miglioramento, e se valga la pena avere la linearità a scapito della quantità di aria.

Possiamo poi fare un ulteriore passo. Grazie ad Aquamedic.

airmeter di aquamedic - flussimetro e silenziatore due in unoIn verità grazie a ReefBuilders, visto che di questo oggetto nei cataloghi Aqua Medic non vi è traccia.

In pratica parliamo di un silenziatore per schiumatoi, con inserito un misuratore di aria aspirata in linea. In questo modo la lettura è continua. Basterebbe magari anche solo tenere il Sander sempre collegato. Ma avere un oggetto già pronto potrebbe essere una soluzione migliore.

Semplice quindi vedere nel tempo anche le variazioni e la diminuzione dell’aria aspirata. E rendersi conto di quando pulire l’iniettore o la pompa stessa.

Cosa ne pensate? Qualcuno ha visto questo airmeter in vendita da qualche parte?

 


Rispondi