ARTICOLI VARI

La lampada battericida (UV-C) contro le alghe in acquario


acquario olandese acqua dolce

Chiunque sia in possesso di un acquario sa benissimo che un problema molto comune è un’improvvisa e spesso inaspettata crescita batterica che, nella maggior parte dei casi, porta alla comparsa di alghe.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Nonostante si sia diffusa l’idea chele alghe siano dannose per il nostro acquario ed i nostri pesci, in realtà, molto spesso si tratta solo di fenomeni antiestetici.

Un tipo molto diffuso di alghe sono, ad esempio, le alghe filamentose verdi.

Come si evince chiaramente dal nome, si tratta di piante con filamenti verdi che possono raggiungere i 20 centimetri di lunghezza.

Le alghe filamentose verdi, in realtà, sono sintomo di un’acqua molto buona, però, se non contrastate adeguatamente e lasciate crescere, possono trasformarsi in un rischio per le altre piante presenti in acquario (o nel caso dell’acquario marino dei coralli), in quanto possono sopraffarle fino a farle morire.

Eliminare questo tipo di alghe è abbastanza semplice: togliete i filamenti creatisi (anche con un semplice bastoncino, attorcigliandole e strappandole via), fate in modo che l’acquario non venga esposto alla luce diretta del sole che alimenta il proliferarsi di queste piante ed infine, se ancora non avete eliminato il problema, potete procurarvi alcuni dei moltissimi pesci mangiatori di alghe che vi saranno di grande aiuto nel processo di rimozione e controllo.

foto Zupo (1)

Parlando di fenomeni antiestetici, è impossibile non citare un altro fenomeno comunissimo: “la nebbia verde”.

La nebbia verde è un vero incubo per ogni acquariofilo, in quanto, apparentemente, qualunque tentativo di eliminarla sembra non andare a buon fine.

La causa di questo fenomeno è data dalla formazione di alghe unicellulari. Esistono centinaia di specie differenti di questo tipo di pianta, ma, la più famosa e conosciuta è sicuramente l’Alga Volvox.

Alga Volvox

L’Alga Volvox, come già accennato, fa parte della specie delle alghe verdi unicellulari e coloniali.

Questo tipo di alghe forma colonie sferiche composte da numerosissime cellule contenenti una matrice gelatinosa. Le cellule, inoltre, sono dotate di fotorecettori che consentono alle alghe di nuotare verso la luce e di continuare a svilupparsi grazie ad essa.

Acquario allestito durante la fiera Zoomark 2015 a Bologna

Acquario allestito durante la fiera Zoomark 2015 a Bologna

Cause & Rimedi

Le cause più probabili che portano alla formazione di questo tipo di alga, sono differenti ma generalmente derivano da:

  • Carenza di CO2
  • Conducibilità troppo alta, data dalla presenza eccessiva di sali minerali all’interno dell’acqua
  • Luce troppo forte
  • Eccesso di sostanze nutritive

I rimedi per contrastare l’Alga Volvox sono differenti:

  • “terapia del buio”: tenere l’acquario con le lampade spente e la luce naturale schermata per almeno 4-5 giorni
  • Flocculanti: ingrandiscono le particelle di modo che il filtro possa trattenerle.
  • Acqua ossigenata

Per contrastare questo tipo di alga però, l’unico metodo veramente sicuro che garantisce risultati (se usato correttamente) è la lampada uvc, anche detta germicida.

Le lampade uv-c germicida, permettono la sterilizzazione dell’acqua, non possiedono particolari controindicazioni, ed anzi, possono portare anche ulteriori benefici per contrastare funghi e patologie protozoiche.

Inoltre, riducendo la carica batterica del nostro acquario, si riducono notevolmente la possibilità di malattie per i nostri pesci.

Prima di spendere cifre esorbitanti in depuratori e filtri molto costosi, quindi, l’utilizzo di questo tipo di lampade, insieme alla copertura in quarzo (in vetro classico non farebbe passare le radiazioni necessarie) che vi permetterà di immergere la lampada in acqua, potrebbe essere una soluzione molto più economica e comunque molto efficace per il vostro problema.

La  scelta della potenza della lampada ed i suoi watt, infine, va fatta caso per caso, in base allo stato di diffusione e proliferazione in cui si trova l’alga.

2014_05_interzoo_norimberga_2014_blau_001


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.