REPORTAGE

Oase mostra acquari aquascaping laghetti ed un nuovo biOrb al PetsFestival 2021


Lo stand Oase è come sempre assolutamente meraviglioso, ed anche quest’anno al PetsFestival 2021 non ha fatto eccezione. Bellissimo il prato, i laghetti, gli acquari e gli Aquascaping, insomma non c’era proprio da lamentarsi.

Amtra sabbie e decorativi

Lo stand era tutto da scoprire, ma da scoprire erano anche le tantissime iniziative che Oase ha messo in piedi per gli acquariofili, dai workshop sulla creazione di un Aquascaping, tenuto da Samuele Gamberini, al workshop sull’allestimento dei biOrb, soprattutto di quello nuovissimo presentato in fiera. Il biOrb è, o forse è meglio dire era, una palla di vetro, non proprio un acquario anche se esiste pure in formato acquario, ma in primo luogo dedicato alla gestione di piante, fiori, orchidee e tutto quello che, di simile, vi stuzzichi la curiosità. Un oggetto bellissimo, da amare, e che, a giudicare dai commenti sentiti in fiera, ameranno soprattutto le mogli degli acquariofili. Ma quest’anno il biOrb ha anche cambiato forma e con lo stesso identico sistema è possibile allevare piccoli anfibi, ma lo vedremo dopo.

E poi c’erano i prodotti, fra i quali diversi acquari allestiti e la nuova serie dedicata all’alimentazione dei pesci, il tutto condito dalla tanta simpatia dello staff Oase che, come sempre, era sempre pronto ad accogliere i visitatori con simpatia, goliardia e tante attenzioni.

E poi ancora c’erano i laghetti, dove Oase è assolutamente un punto di riferimento. Io non vi nascondo che se potessi mi sarei già allestito un laghetto a casa, sono spettacolari e gli impianti di filtraggio un capolavoro. Ci vorrebbe solo più spazio. Magari con i pesci rossi che si potevano vedere allo stand Goldfish Experience che vi abbiamo mostrato ieri.

Il video dello stand OASE

Iniziamo con il nostro video estratto dal video generale che abbiamo girato sul PetsFestival, ma se cliccate sul video riportato di seguito andrete direttamente nella sezione di Oase saltando tutto il resto.

Partiamo dal biOrb Earth 125

Non sono acquari, ma sono favolosi, parliamo dei biOrb. Le foto ed il video che vedete sono relativi al sabato mattina, quando ancora molti allestimenti sarebbero ancora dovuti essere portati a compimenti, per cui di biOrb ne abbiamo visto uno solo che vedete però solo in video.

Quello che vedete è il nuovo biOrb Earth 125. In pratica un terrario in tutto e per tutto, ma con la facilità di allestimento tipica del biOrb. Si sceglie cosa inserire, si seguono le istruzioni e tutto cresce facilmente ed automaticamente. Nelle foto si possono vedere gli allestimenti, le piante, i fondi… tutti materiali che verranno usati per una dimostrazione di allestimento ma che, purtroppo, noi ci siamo persi.

Poi c’erano gli acquari, come sempre bellissimi, soprattutto nei dettagli e nei mobili a corredo. Non vi nascondo che se non ne avessi già uno mi piacerebbe averne uno così curato in casa.

Abbiamo visto Samuele Gamberini sabato mattina che è venuto ad allestire un aquascaping in un workshop creato appositamente.

Samuele Gamberini durante il workshop di allestimento di un Aquascaping

Oase ha sviluppato una serie di mangimi molto particolari che vanno sotto il nome di Organix, un nome che dall’inglese ci ricorda la composizione naturale di questi alimenti.

E’ bello vedere come le aziende abbiano iniziato a proporre mangimi più sostenibili e naturali. Un bel modo di intendere l’acquariologia consapevole.

I prodotti disponibili saranno Organix Daily per acquari di comunità, Organix Veggie per pesci gatto, Organix Power per pesci molto attivi, Organix Baby per pesci ancora giovani, Organix Colour per esaltare le colorazioni dei nostri amici pinnuti, Organix Snack Stix un pellet a base di gamberetti artici (che mi piacerebbe provare) e Organix Chiclid specificamente formulato per i ciclidi.

L’attenzione ai dettagli di Oase

Sono tante le cose che mi piacciono di Oase, ma soprattutto è l’attenzione ai dettagli che mi colpisce. L’anta di questo acquario ha una anima magnetica per tenere fermi gli strumenti di lavoro dell’aquascaping.

I tubi per arrivare al filtro possono essere fatti passare lateralmente dove un listello magnetico si occupa di non far vedere lo spazio vuoto. Idea meravigliosa.

Il vetro tagliato a 45 gradi, spettacolare da vedere.

Il supporto del filtro scorrevole che permette di estrarlo dal corpo dell’acquario per lavorarci meglio. Il filtro è il bellissimo Oase Biomaster che avevamo recensito molto positivamente qualche mese fa.

Il nuovo filtro appeso BioStyle

Una delle novità che abbiamo visto alla fiera è stato il nuovo filtro esterno a cartucce filtranti chiamato BioStyle.

Molto ben fatto, semplice da aprire e con una dotazione completa per acquari di acqua dolce, presentato in ben tre diverse dimensioni. Probabilmente caricato con il solo carbone attivo e magari un media di filtraggio meccanico potrebbe essere anche molto ben utilizzato negli acquari marini.

Riferimenti

Potete leggere il nostro editoriale del PetsFestival 2021 in questo articolo dove troverete anche l’elenco di tutti gli altri stand che abbiamo, sino ad oggi, visitato e commentato. Mentre potete informarvi su Oase ed i loro prodotti nel sito ufficiale dell’azienda.

Aquarium Systems - Solutions proven by scientists for MORE THAN 50 YEARS