ARTICOLI

Pompe dosometriche Joyreef: come si montano e cosa ne pensiamo


Le pompe dosometriche Joyreef sono una ottima alternativa alle versioni più blasonate e di marca, vediamo il perché in questo articolo e soprattutto vediamo come assemblarle e configurarle.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Se vi raccontassero dell’esistenza di un set di pompe dosometriche che funzionano benissimo e che costano poco voi cosa pensereste? Che da qualche parte c’è una fregatura. Io stesso l’ho pensato la prima volta che me ne hanno parlato, così ho contattato Joyreef ed ho chiesto che mi inviassero un kit per poterlo valutare per me, e soprattutto per voi.

Si perché stiamo parlando di un kit non assemblato, per cui il minor costo è la manodopera che deve essere la vostra. Ma, e credetemi, l’assemblaggio è talmente facile che ci sono riuscito anche io che sono notoriamente molto negato con il fai da te. Le istruzioni sono facili, ma anche senza istruzioni si può procedere al montaggio, visto che è tutto obbligato.

Il contenuto della confezione

Il kit di cui parliamo è quello che costa 150 euro e che comprende il box per alloggiare le pompe dosometriche, 4 pompe dosometriche Kamoer KXF, un modulo nodemcu per gestire il sistema, una serie di 4 tubicini di colore diverso ed una manciata di viti. Il tutto lo vedete sotto (a parte le viti).

Per il montaggio è sufficiente inserire il nodemcu e fissarlo con le viti in dotazione. All’interno del nodemcu è stato caricato il sistema di gestione tramite cloud che permette l’impostazione delle pompe dosometriche. Ed è pronto a funzionare non appena si inseriscono le pompe dosometriche negli slot predisposti. Continuando quindi con il montaggio si toglie la parte blu delle varie teste, si inseriscono negli alloggiamenti vuoti e poi si fissano con le viti, infine si reinseriscono le parti superiori delle teste. Si chiude il box e si collega l’alimentatore. Finito. Non ci credete? Guardate il video dove oltre a parlarne vi faccio proprio vedere come fare tutti i passaggi necessari.

Il video di presentazione ed assemblaggio delle pompe dosometriche Joyreef con teste Kamoer KXF

Come potete vedere è tutto estremamente semplice.

La storia di Joyreef

Il progetto delle pompe dosometriche nasce dalla voglia di costruirsi un sistema per il proprio acquario, che poi è stato condiviso con tutti. Dapprima infatti era disponibile gratuitamente il software e tutte le istruzioni per poter comprare il necessario in casa e quindi costruirsele in autonomia. Solo successivamente e sotto le varie richieste, Joyreef ha aperto una partita iva e sono arrivati i kit da assemblare, con numeri diversi di teste e con teste di diverso costo e di diversa qualità. In modo da poter ordinare moduli anche a 3 teste.

Il box viene stampato con una stampante 3D ed il risultato è molto buono. Bisogna solo stare attenti a non stringere troppo le viti visto che il materiale con cui è fatto è, ovviamente, piuttosto morbido.

Qui sopra vedete l’interno ed il piccolo cacciavite Philips, o a croce che dir si voglia (non incluso!), che ho utilizzato per serrare le viti. Come potete vedere è tutto molto semplice. Ah, una accortezza, i connettori vanno inseriti nello slot più vicino all’alimentatore visto che poi è dallo slot più a destra (se orientato come in foto) che il sistema numera le pompe.

Come si configurano e come si usano?

Il video è sicuramente il modo migliore su come si debba effettuare il primo collegamento e su come si possano poi configurare e/o calibrare le pompe. Per cui nel caso voleste una spiegazione estesa vi direi di guardare quello a partire dal minuto 9:08 circa.

Dal punto di vista logico la prima cosa da fare, se non lo si ha già, è quella di collegarsi al sito Joyreef e di creare un utente, di cui è necessario annotarsi il nome utente e la password. Successivamente ci si connette alla rete wifi denominata joyreef e creata dal dispositivo. In questo modo si viene subito indirizzati alla pagina di configurazione del dispositivo che richiede di selezionare la vostra rete domestica e di inserire la sua password, e di inserire il vostro nome utente e la password di accesso al sito Joyreef che avete appena creato. A questo punto il sistema si resetterà e vi ritroverete nella vostra rete wifi domestisca, ma con il dispositivo che farà parte della vostra rete.

A questo punto vi collegate al cloud sul sito Joyreef a questo indirizzo iot.joy-reef.com e potrete configurare e testare la vostra pompa. Semplicissimo. Ah… se per qualche motivo doveste sbagliarvi sul modulo nodemcu c’è un pulsantino di reset che vi riporta allo stato iniziale, per cui non c’è problema se anche doveste sbagliare qualcosa.

Il bonus dell’allarme in caso di interruzione di corrente

Ma non è finita qui. Perché il modulo nodemcu si porta dietro anche il modulo per essere avvisati via email di una eventuale interruzione di corrente. Nelle impostazioni sul sito basta cliccare sul checkbox ed il sistema sarà subito attivo. Un sistema che potete fare voi stessi con soli 10 euro, come potete leggere in questo articolo: Un modulo per essere avvisati del black out in acquario a soli 9,49 euro, ma che con le dosometriche Joyreef vi trovate già abilitato. Il tutto gratuitamente.

Conclusioni

Le pompe dosometriche sono diventate sempre più importanti in acquariofilia marina da quando si utilizza il metodo Balling, e le pompe a 4 dosometriche Joyreef a soli 150 euro sono un vero affare. Ma se volete pompe migliori c’è il kit con le pompe Kamoer KFS a 200 euro, oppure ci sono i kit a 3 teste. Insomma potete crearvi il kit che più vi serve, spendendo relativamente e poco e con un sistema collaudato e che funziona molto bene. In più il bonus del fatto che sarete avvisati dell’interruzione di corrente elettrica. Alla fine, cosa volete di più?

L’unico vero problema, se vogliamo chiamarlo così, è che per funzionare al meglio, avete bisogno di una rete wifi. Altrimenti potrete configurare le pompe solo mentre tenete attivo l’hotspot sul vostro cellulare e dovrete fare a meno del sistema che vi avvisa della mancanza di corrente. Se questo per voi non dovesse essere un problema, le Joyreef potrebbero essere le pompe che fanno per voi.

Riferimenti

  • Sito ufficiale Joyreef con gli aggiornamenti e le informazioni generali: Aquarium Blog
  • Sito ufficiale di vendita dei moduli Joyreef: shop
  • Sito di collegamento delle applicazioni e delle pompe: iot.joy-reef.com