NEWS

I nuovi refrigeratori Teco consumano la metà e riscaldano meno l’ambiente


Nuovo refrigeratore Teco Tk 1000 R290 - consuma fino alla metà e riscalda molto meno dei precedenti

Qualche settimana fa vi abbiamo presentato la nuova sede della Teco, azienda italiana leader nel settore della refrigerazione per acquari (leggi qui). Oggi vi presentiamo, finalmente, ed in anteprima mondiale, la nuova linea di refrigeratori marcata Teco, che definire rivoluzionaria è riduttivo.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Durante il recente evento al quale abbiamo avuto il piacere di partecipare, è stata presentata infatti una serie di refrigeratori che segna decisamente un cambio generazionale con i passati modelli.

I nuovi refrigeratori consumeranno esattamente la metà rispetto ai modelli precedenti.

Come è possibile tutto questo? Grazie all’utilizzo del gas R290, un gas che consente, a parità di capacità refrigerante, un miglioramento dell’efficienza di raffreddamento e di conseguenza un risparmio energetico che va dal 30 al 50%. Ovviamente il solo gas non basta: infatti internamente il refrigeratore è stato completamente riprogettato, sebbene dal punto di vista dell’aspetto esterno sia rimasto pressochè invariato rispetto al modello precedente che sostituisce (recensione).

L’utilizzo del gas R290 non è una novità nel campo della refrigerazione dato che da diversi anni è possibile trovarlo nei frigoriferi domestici. Il merito di Teco sta nell’aver trasferito questa tecnologia nel campo dei refrigeratori per acquari, grazie alla propria esperienza trasversale nel settore della refrigerazione. Inoltre l’R290 è un gas eco-friendly in quanto non danneggia lo strato di ozono, per cui influisce in modo minimale sul riscaldamento globale a differenza del gas utilizzato precedentemente, l’R134A.

Valori dei gas refrigeranti a confronto

Durante la presentazione del prodotto erano stati affiancati tre refrigeratori con una capacità raffreddante pressoché identica. Partendo da sinistra abbiamo il TR 20, il TK 1000 – R134A ed il TK 1000 – R290, tutti in funzione e collegati allo stesso acquario. A ciascun refrigeratore era collegato uno strumento per misurare il consumo istantaneo di corrente, oltre ad un sensore per misurare la temperatura dell’aria in uscita dalla ventola superiore.

Refrigeratori a confronto: da sinistra Teco Tr 20, Teco Tk 1000 con gas R134A, Teco Tk 1000 con gas R290

Le misurazioni parlano chiaro: si passa da un consumo di oltre 500W per il TR 20, a 314W per il TK 1000 – R134A per scendere a soli 211W per il TK 1000 – R290. Con un risparmio energetico a favore del nuovo arrivato di quasi il 60% rispetto al TR20 e di quasi il 35% rispetto al TK1000.

Ma non è finita qui. Infatti la misurazione della temperatura dell’aria in uscita dalla ventola ci conferma che il nuovo modello scalda molto di meno l’ambiente circostante rispetto ai modelli precedenti (32° contro rispettivamente 36° e 48,6°). Una diminuzione quindi che va da un minimo del 10% ad un massimo del 35%. Un risultato complessivamente incredibile che si traduce in un miglior comfort nella stanza in cui è posizionato il refrigeratore.

Questo cambio così radicale deriva dal fatto che dal 2022 nell’Unione Europea sarà vietata la vendita di apparati che facciano uso di gas R134A, rimane ovvio che gli eventuali apparati acquistati prima di tale data si potranno continuare ad utilizzare tranquillamente, lo specifichiamo per tutti quei lettori che ci hanno già contattato terrorizzati di dover cambiare quello che hanno in casa, che, ripetiamo, non è così. Il vincolo sarà solo sulla vendita di apparati nuovi. Teco anticipa i tempi e con questa mossa spiazza completamente la concorrenza. Tanto più che il nuovo gas R290 ha consentito un notevole balzo in avanti dal punto di vista dell’efficienza degli apparati ed in particolare una notevole riduzione dei consumi.

L’impianto, stante la pericolosità del gas R290 è completamente sigillato, e per effettuare qualsiasi manutenzione bisogna rivolgersi direttamente a Teco, o in centri specializzati nell’utilizzo del gas R290.

Refrigeratori a confronto: diminuzione del consumo fra refrigeratori diversi

La nuova linea di refrigeratori è ovviamente wifi- ready. E’ compatibile con Teconnect (leggi qui), un dispositivo grazie al quale è possibile collegare il refrigeratore e tenere monitorato l’andamento della temperatura sul proprio smartphone. Per gli amanti delle statistiche, grazie alla app dedicata, è possibile creare persino i grafici giornalieri. La grafica è la stessa del display del refrigeratore, pertanto la lettura diventa molto semplice ed intuitiva.

Modulo di connettività per i refrigeratori Teco: teconnect

Quanto costa tutto questo? Meno del precedente modello, in virtù del fatto che la quantità di gas è inferiore e quindi il costo complessivo risulta più contenuto. Teco tiene a precisare il fatto che, sebbene il proprio refrigeratore abbia un costo di acquisto più alto rispetto alla concorrenza, grazie al fatto che i consumi siano palesemente inferiori, nell’arco di circa un anno questa differenza viene più che compensata. A partire dal secondo anno inizia il risparmio vero e proprio. Il conto economico che ci presenta Teco viene fatto in base ad un utilizzo di 12 ore al giorno, con temperatura dell’acqua di 18°C, temperatura dell’aria di 22°C e costo dell’energia di 0,22 €/KW

Refrigeratori a confronto: diminuzione del consumo fra refrigeratori diversi - costi a confronto

Un altro motivo di risparmio, secondo Teco, deriva dal fatto che tutta la componentistica è la stessa della linea professionale, progettata appositamente per un utilizzo particolarmente intenso. Pertanto viene stimato che la durata media del prodotto si dovrebbe aggirare intorno alle 60.000 ore, che equivalgono a circa 13 anni e mezzo se usato in continuo per 24 ore al giorno.

Per concludere qualche consiglio fondamentale per un corretto funzionamento del refrigeratore. Teco consiglia un flusso di circa 600/800 liti/ora reali. Mantenendosi vicini a questi valori il rendimento del refrigeratore rimane ai massimi livelli, consentendo un miglior raffreddamento ed una riduzione dei consumi come già spiegato in precedenza.

Contestualmente è stato presentata in anteprima anche la linea Tecoponic: una linea di refrigeratori dedicata espressamente alle colture idroponiche. Un business in crescita esponenziale in particolare in Europa del nord, India e Malesia. Questa linea di prodotti ha caratteristiche e prestazioni molto simili al modello tradizionale, ma con alcune differenze a livello di uscita dell’aria, dello scambiatore di calore, del controller della temperatura e del range di utilizzo.

Refrigeratore Teco Tk 500 con gas R290a

La nuova linea di refrigeratori verrà lanciata in tutto il mondo entro il 2019, pertanto a breve si dovrebbero vedere sul mercato i primi modelli. Il prezzo consigliato su strada sarà quindi di € 670 per il Tk 500, € 884 per il Tk 1000 ed € 1.064 per il Tk 2000. Il modulo Teconnect costa € 100.

A noi sinceramente questa nuova linea di refrigeratori è piaciuta molto, in quanto riporta tutti i pregi del precedente modello: robustezza, praticità, efficienza. Oltre al fatto di poter contare su dei consumi veramente ridotti.

Voi cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti. Noi non vediamo l’ora di poterne provare uno!