REPORTAGE

PetsFestival 2016 a Piacenza Expo: Editoriale


201610-gaia-itau-vs-fact-petsfestival-271-copyright-by-danireef

Sabato 22 e domenica 23 ottobre si è tenuta una quarta edizione trionfale del PetsFestival presso il complesso fieristico Piacenza Expo. Vediamo come è andata nel nostro consueto editoriale.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Il quarto anno per il PetsFestival è stato un anno di grandi conferme. Non abbiamo ancora una stima ufficiale, purtroppo, ma dalle 23.000 presenze del primo anno, alle 30.000 persone del secondo e terzo anno, quest’anno dovremmo aver superato le 35.000. Un trionfo di pubblico che si è suddiviso nelle varie parti che compongono il PetsFestival.

Come sapete, il PetsFestival è nato da una intuizione di Marco Rosetti e Gian Domenico Palieri. Essi hanno creato una manifestazione in cui inserire centralmente gli animali e che si è sviluppata attorno al trittico acquari-cani-gatti, in ordine di importanza e di persone relative almeno nei primi anni, soprattutto grazie alla collaborazione con AcquaPortal.

Oggi il concetto della manifestazione si è ampliato ed evoluto. Si sono aggiunti in importanza anche piccoli animali, rettili, anfibi, uccelli, cavalli, falconeria e chi più ne ha più ne metta. Una manifestazione completa che ha attirato migliaia di appassionati e semplici curiosi. Dal punto di vista acquariofilo, che per chi legge queste pagine ha sicuramente una rilevanza maggiore, la maggior parte degli appassionati acquariofili si è vista, come d’abitudine, la mattina del sabato per poter scegliere i coralli migliori in vendita.

Lasciando la domenica a chi non sia riuscito a partecipare al sabato. Tendenzialmente, parlando con gli stand, il grosso del pubblico interessato si è presentato sicuramente il sabato dove si vedeva molto più interesse fra le corsie dedicate agli acquari che non in quelle dedicate ad esempio a cani e gatti. Situazione che si è invertita invece la domenica, dove c’è stato più interesse per gli altri animali che non per gli acquari.

201610-hobby-acquari-layout-petsfestival-reefline-43-copyright-by-danireef

Il particolare acquario di SPS ed LPS presso lo stand ReefLine curato dai ragazzi del negozio Hobby Acquari di Bologna

Anche quest’anno, come la passata edizione, io sono stato presente dall’apertura del sabato fino a quasi la chiusura della domenica. Lo stesso tempo che ho dedicato fino ad oggi all’Interzoo di Norimberga, e non è stato davvero tempo perso. I tanti articoli che vi presenterò nei prossimi giorni lo testimonieranno. Anche se poi non sono riuscito a fare tutto quello che mi ero prefissato di portare a termine. Ci sarà anche la conferenza di Mike Paletta e un intero corso di Aquascaping organizzato da Equo, Gaia Italia, Newa e Anubias con la partecipazione straordinaria di Greg Charlet, Enrico Fortuna e Roberto Bielli.

Scusate se mi ripeto ancora, e se questo non dovesse essere di estremo interesse per i lettori, ma la diversificazione nelle specie animali presentati è sicuramente una scelta vincente. Mettere d’accordo tutta la famiglia, per passare un fine settimana diverso, è sicuramente la chiave del successo di tutta la manifestazione. Sarebbe stato difficile infatti pensare ad intere famiglie che sarebbero venute a visitare una fiera che avesse mostrato solo attrezzatura tecnica relativa agli acquari, qualche pesce (pochi, pochissimi per la verità) e molti coralli coloratissimi. Senza dimenticare poi tutti gli acquari dedicata all’aquascaping ed ai molteplici eventi live che si sono succeduti. Pollice alto quindi per tutta la parte acquariofila, per la scelta che si è vista.

Noi, ovviamente,  parleremo esclusivamente della parte relativa all’acquariofilia, dato che siamo sicuri che i nostri lettori sono interessati soprattutto a questo. Cercheremo quindi di analizzare le dinamiche della manifestazione, tutte le novità, e vi faremo vedere le nostre migliori fotografie.

201610-5-stelle-barriera-corallina-pesci-petsfestival-pterois-volitans-215-copyright-by-danireef

Pterois volitans (pesce leone) all’interno del Tunnel Sensoriale organizzato da Barriera Corallina

L’elogio per la cosa più bella del PetsFestival va al negozio Barriera Corallina, che con la costruzione del Tunnel Sensoriale, illuminato grazie a moduli Tekno Green, ha davvero stupito tutti i visitatori, tanto che in determinati orari la coda per accedervi era incredibilmente lunga. Nei prossimi giorni ne faremo un approfondimento mirato, con foto e video. Ma ci torneremo sopra.

201610-barriera-corallina-petsfestival-198-copyright-by-danireef

La presentazione del Tunnel Sensoriale

La nostra analisi continua a pagina due


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.