NEWS

UltraMarine Magazine numero 53 con l’acquario di Pietro Romano


ultramarine magazine n. 53 con l'acquario di pietro romano

La rivista inglese bimestrale UltraMarine Magazine è nuovamente in edicola con il numero 53, e fra i tanti ed interessanti contenuti questa volta ci sarà anche l’incredibile acquario di Pietro Romano.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

La rivista è totalmente in inglese e può essere acquistata e letta direttamente online, può essere ordinata in abbonamento postale, oppure acquistata su iBooks per iOS, per qualsiasi informazione vi rimando al sito web di UltraMarine.

In questo numero, oltre a tanti articoli interessanti ci sarà il reportage sul magnifico acquario di Pietro Romano che noi abbiamo già avuto modo di gustarci su queste stesse pagine con un articolo dedicato come acquario del mese con le foto subacquee e con un incredibile video.

Una grandissima soddisfazione poter vedere un altro acquario italiano in una rivista così prestigiosa, che fa seguito a quelli di Maurizio Bolognesi, già visto su UltraMarine 43 del dicembre 2013, Gianluca Favatà nel numero 47 e Gaetano Baiardi sul numero 49.

L'incredibile acquario marino di Pietro Romano

Purtroppo da questo numero il direttore cambierà e dall’amico Richard Aspinall si passerà a John Clipperton, famoso fotografo di acquari e vita subacquea, scrittore di tantissimi articoli nelle più famose riviste di acquari, nonché eccellente acquariofilo tanto da che il suo acquario è stato nominato nel 2006 Acquario dell’Anno nel Regno Unito, che si presenterà con il suo primo editoriale. Non credo proprio che sarà una perdita, ma ritengo che Richard abbia fatto uno splendido lavoro nel passato. In ogni caso Richard Aspinall ci parlerà di pesci angelo, Tristan Lougher continua il suo mini corso di acquariofilia, John Clipperton invece ci parlerà anche dei signatidi. Anche questa volta i contenuti si prospettano davvero interessanti.

Gli articoli presenti in questo numero sono:

ultramarine-magazine-53


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.