NEWS

Dinoflagellati in acquario, come risolvere il problema con Fauna Marin Ultra AlgeaX


dinoflagellati in acquario ed il suo rimedioI Dinoflagellati in acquario sono un problema da non sottovalutare, io l’ho fatto e quello che vedete sopra è il risultato… ma come si può intervenire in un caso come questo?

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

I Dinoflagellati, o più correttamente le Dinoflagellate sono alghe estremamente piccole, microscopiche, e flagellate, che si riproducono in maniera estremamente veloce.

La mia infestazione arriva da molto lontano, ma con la precedente plafoniera a Led, la Sicce GNC AM466, dopo diversi mesi, sembrava che il problema fosse quasi scomparso, mentre con il passaggio alla nuova plafoniera, l’Ecotech Marine Radion XR30w, il problema si è ripresentato più forte che mai.

Dapprima ho provato a tenere il kh altissimo, fra 15 e 18 per diversi mesi, senza ottenere nessun beneficio, e l’unico modo per riuscire ad arginare il problema era quello di intervenire meccanicamente circa una volta ogni 15 giorni. Cosa purtroppo non sempre fattibile e assolutamente non risolutiva.

Ho sperato infatti che l’infestazione andasse via da sola, dato un sufficiente tempo ed un kh molto alto, ma questo purtroppo non è successo ed i dinoflagellati sono rimasti impassibili al loro posto.

Fauna Marin Ultra AlgeaX

A questo punto ho chiesto informazioni a Roberto Ferri, profondo conoscitore della biologia marina, con cui abbiamo già avuto esperienze in passato di conferenze congiunte e con cui presenteremo a Ferrara una conferenza il 13 aprile di cui avremo modo di riparlarne nei prossimi giorni.

Fauna Marin Ultra AlgeaX contro i dinoflagellati

Proprio Roberto mi ha consigliato di provare Ultra AlgeaX della Fauna Marin, un prodotto che a suo dire, in casi come questi è assolutamente risolutivo.

Ieri sera quindi ho iniziato la somministrazione del prodotto seguendo le dosi personalizzate di Roberto che mi ha consigliato di:

  • Eliminare Carboni Attivi, Zeoliti ed altre eventuali resine presenti in acquario;
  • Dosare a luci spente a giorni alterni 5ml ogni 100 litri dell’acquario;
  • Schiumazione molto bagnata.

Il dosaggio al buio è estremamente importante in quanto anche le zooxantelle sono alghe dinoflagellate ma sicuramente non è il nostro obiettivo ucciderle, visto che, come abbiamo appena visto nell’articolo sulla simbiosi dei coralli (potete leggerlo qui) sono ovviamente necessarie alla vita ed alla bellezza di tutti i nostri coralli.

In circa 15-20 giorni secondo lui il prodotto ucciderà tutti i dinoflagellati presenti in acquario.

Staremo a vedere, e sicuramente fra un mese ve ne daremo conto con una bella recensione, sia in caso positivo che negativo.

dinoflagellati in acquario ed il suo rimedio

A parte questo il prodotto sembra indicato, da parte della Fauna Marin, per prendersi cura non solo dei dinoflagellati, ma anche delle alghe filamentose, alghe superiori infestanti come il Briopsis, ma non contro i ciano batteri.

Se volete leggere le istruzioni, in inglese, di Fauna Marin Ultra AlgeaX potete scaricarle qui.


25 commenti on Dinoflagellati in acquario, come risolvere il problema con Fauna Marin Ultra AlgeaX

  1. Jonathan Betti

    Sono proprio curioso di vedere come evolve la situazione… Io ho un’accenno di filamentose marroni ma credo siano dovute ai po4 che avevo qualche tempo fa… Il periodo coincide.. Però sono sincero, mi spaventa usare certi prodotti… Seguo

  2. Roberto

    Ciao,
    non sapevo dove postare la notizia quindi ho scelto il post più vicino all`argomento, mi scuso in anticipo se ho violato qualche regola:)
    Ho appena ordinato una confezione di questo nuovo prodotto “Qium CyanoControl”, che promette miracoli contro le infestazioni da ciano batteri, senza nessuna controindicazione e senza l´utilizzo di antibiotici. Nel mio caso si tratta solo di qualche roccia e di un angolo dell`acquario, che ciclicamente viene in parte ricoperto, la cosa interessante è che una volta risolto il problema si può continuare a somministrare il preparato tutti i giorni , in quantità minore come forma preventiva, per evitare che le ciano si ripresentino. Appena possibile comincio il trattamento e se vi interessa vi faccio poi sapere come è andata.
    Buona serata a tutti.

  3. ANDREA

    Ciao,
    ho usato il prodotto per 15 giorni poi ho smesso perchè l’acqua è diventata troppo torbida, dopo una settimana e un cambio parziale di acqua con successivi tre giorni di carbone attivo continua ad essere torbida. Secondo te è normale, proseguo con cambi parziali settimanali di acqua?
    Grazie

  4. ANDREA

    Certo, per prodotto antialghe intendo UltraAlgeaX.
    Prima dell’uso di UltraAlgeaX ho tolto le resine, carbone, zeolite.
    Dopo 15 giorni ho sospeso la somministrazione causa nebbia fitta in acquario, probabilmente batteri, la cui causa a mio parere è da imputare a UltraAlgeaX essendo un prodotto biologico (a base di batteri?). Ho usato quindi carbone attivo per tre giorni e sto facendo cambi regolari di acqua. Per il momento la situazione non migliora, qualsiasi consiglio e’ bene accetto.

    • Ciao Giovanni, ancora non ci sono riuscito, ma forse, dico forse, ci sono vicino!
      Tieni d’occhio DaniReef nelle prossime settimane, che nel caso in cui ci sia riuscito vedrai l’articolo.
      In ogni caso ti consiglio di fare analizzare la tua acqua da Triton o Fauna Marin, e solo allora ne potremo riparlare.

    • Ciao Emiliano, alla fine ho svuotato l’acquario di tutto il vivo, che è attualmente ospitato dagli amici di Hobby Acquari di Bologna, ed ho buttato in acquario acqua ossigenata a 130 volumi. Sembra di aver bruciato tutto. Ora sto ricominciando come puoi vedere da uno degli ultimi articoli, e speriamo bene.

  5. Maicol Piras

    Stesso problema anche io.. da 1 mese e una guerra sto provando a luci spente solo attiniche per 4 giorni senza l utilizzo di altro… pensavo di inserire del carbone visto l acqua torbida ! Anche voi avete riscontrato lo schiumatoio impazzire?? Svuoto il bicchiere 2 volte al giorno

  6. Maicol Piras

    Danilo ti informo che il metodo funzionante per debellarli dopo aver provato di tutto sono i ricci matita dopo 1 settimana la vasca e nuova e lucida .. se può esser utile a qualcun’altro sfortunato questo è il sistema meno invasivo perché se ne cibano ciao e a presto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.