NEWS

TankDNA permette di testare l’acqua per le malattie dei pesci e alghe indesiderate


TankDNA permette di testare l'acqua per le malattie dei pesci e alghe indesiderate

Leggiamo su ReefBuilders l’esistenza di questo servizio che permette di conoscere la presenza di malattie dei pesci nell’acqua dell’acquario e alghe indesiderate.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Parliamo di tankDNA dell’americana AquaBiomics. Questo prodotto permette di testare l’acqua dell’acquario alla ricerca di parassiti non batterici che sono soliti causare malattie quali Ichtio, Uronema e Brokinellosi, ma non basta perché permette anche l’identificazione di alghe indesiderate, quali diatomee e dinoflagellati. In pratica in un solo prodotto possiamo trovare risposte a varie tipologie di problemi che potremmo avere in acquario.

Aquabiomics suggerisce di fare il test prima di inserire un corallo o un pesce in acquario, per salvaguardarne l’inserimento, ma ovviamente potrebbe essere molto utile per capire cosa stia andando a rotoli in acquario e quindi farci mettere in campo i necessari e giusti correttivi.

Purtroppo, per quanto mi pare di capire, il sistema è utilizzabile solo per gli acquariofili americani perché si deve spedire un campione di acqua ai loro laboratori. A questo punto esistono 3 tipologie di test. Il prima è il classico test singolo e costa 49 dollari. Il secondo è un test prima e dopo per vedere se dopo il nostro eventuale trattamento vi siano dei parassiti rimasti, e costa 79 dollari. Infine c’è la possibilità di fare un abbonamento a 69 dollari per analisi.

Il prezzo tutto sommato non è elevato, dobbiamo solo sperare che arrivi presto in Europa, in modo da poterlo utilizzare anche noi, e io conosco diverse persone che ne farebbero un uso smodato.

Il test funziona utilizzando tecniche di eDNA e marcatori genetici per parassiti e parassiti comuni, in questo modo il test tankDNA di AquaBiomics può determinare la presenza di alcuni dei parassiti di pesci e dei coralli più odiati da noi acquariofili. Certo bisognerà capire bene se quantità infinitesime di parassiti verranno poi rilevate dal test, perché altrimenti potrebbe essere tutto inutile.

Voi cosa ne pensate?

Riferimenti

Sito AquaBiomics.