ARTICOLI

Checker HANNA HI736 per Fosforo Ultra Low Range – Recensione e Video


La procedura

Una volta aperta la confezione troveremo l’ovetto nel suo alloggiamento di plastica preformata. Sollevandolo potremo accedere alla batteria alcalina di tipo AAA da 1,5V. Prima di inserire la batteria nell’apparato avremo bisogno di un piccolo cacciavite per svitare la vite che mantiene in chiusura il coperchietto inferiore. Una volta inserita la batteria dovremmo richiudere il coperchio avendo cura di reinserire correttamente il piccolo connettore qui presente. Il Checker è adesso pronto per l’uso. 

Fase 1: Calibrazione

  1. Per prima cosa accendere l’apparato premendo il pulsante nero. Dopo qualche secondo comparirà la scritta “ADD C1” con l’indicazione “Press” lampeggiante.
La prima fase della procedura serve ad effettuare la calibrazione dello strumento.
La prima fase della procedura serve ad effettuare la calibrazione dello strumento.

2. Riempire una delle due cuvette presenti con 10ml dell’acqua da analizzare ed avvitare il tappo di chiusura.

3. Pulire accuratamente il contenitore in vetro con un panno in microfibra in modo da eliminare ogni traccia di sporcizia o grasso che potrebbe falsare la lettura.

4. Inserire la cuvette nell’alloggiamento e chiudere il coperchio.

5. Premere il pulsante nero. Dopo qualche secondo sul display apparirà la scritta “ADD C2“, con l’indicazione “Press” lampeggiante. Questo ci indica che il Checker ha completato la procedura di azzeramento ed è pronto ad effettuare la misurazione vera e propria.

Fase 2: Misurazione

La fase 6 della procedura. Il reagente in polvere viene inserito nella cuvette con l'acqua da analizzare.
La fase 6 della procedura. Il reagente in polvere viene inserito nella cuvette con l’acqua da analizzare.

6. Tagliare con le forbici due lati della bustina contenente il reagente ed inserire il contenuto nella cuvetta (che avremo nel frattempo estratto ed aperto).

7. Avvitare il tappo nero di chiusura ed agitare per due minuti in modo da sciogliere completamente la polvere del reagente nell’acqua.

8. Attendere qualche secondo e, se necessario, agitare gentilmente il contenitore per eliminare eventuali bollicine che si potrebbero essere formate. Pulire accuratamente il vetro con il panno.

9. Inserire la cuvetta nell’alloggiamento, chiudere il coperchio e tenere premuto il pulsante nero fino a quando non partirà il timer pre-impostato di 3 minuti.

10. Attendere il termine del conteggio e leggere il risultato sul display.

Il valore restituito ci darà l’indicazione del fosforo espressa in ppb, ovvero parti per miliardo (parts per billion).

La formula di conversione

Esiste una semplice formula di conversione che ci permette, a partire dal valore di fosforo da noi rilevato, di trovare il valore di ione fosfato.

Il calcolo da fare è il seguente:

[VALORE RILEVATO DI FOSFORO] (in PPB) * 3,066 (Coefficiente fisso)

Facciamo un semplice esempio prendendo a riferimento il test appena completato. Come abbiamo visto la lettura del nostro ovetto è di 3 ppb ovvero 3 parti per miliardo.

Per calcolare la quantità di ione fosfato dovremo prendere questo valore e moltiplicarlo per il coefficiente fisso di 3,066.

Il risultato sul display del Checker HI736 è espresso in ppb (parts per billion)
Il risultato sul display del Checker HI736 è espresso in ppb (parts per billion)

Avremo quindi:

3*3,066 = 9,198 ppb (parts per billion)

Nella maggior parte dei test in nostro possesso tuttavia i risultati sono espressi in ppm ovvero in parti per milione (parts per million).

Nessun problema, basterà dividere il risultato per 1000 ed avremo così:

9,198 ppb / 1000 = 0,009198 ppm

Il valore così ottenuto sarà ci dirà quanti milligrammi di fosfato sono presenti in un kg di acqua.

Alcune raccomandazioni

[Punto 2] – Nel prelevare l’acqua per il test bisogna fare molta attenzione a rispettare la linea di riferimento. Il test è molto preciso e anche una piccola variazione nella quantità di acqua rispetto a quella prevista potrebbe portare ad errori anche grandi nella misurazione.

In questa fase bisogna tener conto della tensione superficiale, fenomeno fisico dovuto alla forza di coesione molecolare propria delle particelle di acqua, che tende a sollevare il livello nella zona di contatto con il vetro.

Per una corretta misurazione bisogna far si che il bordo inferiore del menisco che si forma vada a coincidere con la parte superiore della tacca di riferimento. L’immagine sotto riportata è tratta direttamente dalla procedura grafica e spiega in modo chiaro ed inequivocabile il corretto livello dell’acqua da prelevare.

Immagine estratta dalla procedura grafica HI736 in cui si riporta il corretto livello dell'acqua da analizzare.
Immagine estratta dalla procedura grafica HI736 in cui si riporta il corretto livello dell’acqua da analizzare.

[Punto 3], [Punto 8] – Porre particolare attenzione alla pulizia del vetro esterno della cuvetta. Utilizzare possibilmente un panno in microfibra pulito per eliminare ogni traccia di sporco o grasso.

[Punto 8] – Prima di reinserire la cuvetta per la misurazione assicurarsi di avere eliminato ogni bollicina formatasi durante la miscelazione. Basterà capovolgere lentamente la boccetta per due o tre volte. Questo è importante in quanto il lettore ottico è molto sensibile e ogni condizionamento esterno potrebbe invalidare il risultato.

Conclusioni

Abbiamo utilizzato il Checker Hanna HI736 Phosphorus ULR per oltre un anno, spesso confrontandolo con altri test in nostro possesso per cercare di capire il suo livello di affidabilità. Mai come in questo caso ci è risultato difficile fare un paragone con gli altri. Tutti gli altri test provati infatti, potevano soltanto avvicinarsi al livello di precisione che questo test possiede.

La scala di misurazione è davvero bassissima e questo strumento è in grado di discriminare in maniera davvero maniacale anche piccolissime variazioni nelle quantità di fosforo (e di conseguenza di ione fosfato) presenti nell’acqua.

Inoltre il fatto di avere un display che visualizza direttamente il risultato garantisce sempre una lettura non influenzata da parametri esterni. Basti pensare alle difficoltà di comprensione tipiche degli altri tipi di test dove il risultato può “cambiare” in base alle condizioni di illuminazione o semplicemente alla sensibilità ottica dell’operatore che sta valutando una scala colorimetrica.

Qualcuno potrebbe obiettare che una scala così bassa potrebbe essere anche eccessiva per il tipo di misurazione che andremo ad effettuare.

In definitiva bisogna ricordare che nella serie Hanna Marine Line sono presenti almeno quattro Checker in grado di darci una misurazione affidabile del fosforo/fosfati.

HI713 e HI717 sono rispettivamente Fosforo e Fosfati, entrambi a scala alta.

HI736 e HI774 sono invece i corrispettivi Fosforo e Fosfati a scala ultra bassa, quindi in grado di scendere ancor più nel dettaglio della misurazione.

Nella linea Hanna Marine Line il Checker HI736 è quello che garantisce misurazioni più accurate del fosforo/fosfati.
Nella linea Hanna Marine Line il Checker HI736 è quello che garantisce misurazioni più accurate del fosforo/fosfati.

Tutto sommato, a parità di prezzo potremmo optare anche per un altro modello. La scelta come sempre è molto personale e dipende da quali siano le nostre esigenze in termini di precisione.

Avere uno strumento con la spiccata attitudine a misurare grandezze prossime allo zero potrebbe portarci ad andare fuori scala qualora le quantità di fosforo presenti siano piuttosto consistenti. Mi sentirei quindi di raccomandare il Checker Hanna HI736 Phosphorus ULR agli utenti più esperti, che normalmente hanno già dei valori molto bassi in vasca e vogliono tenerli sotto controllo in maniera piuttosto maniacale.

Tuttavia una cosa è certa: quale che sia la vostra scelta, potete stare certi di avere tra le mani uno strumento valido, preciso ed affidabile. Un test kit semplice da utilizzare, inequivocabile nel risultato e che assolverà al suo scopo in maniera più che egregia.

PRO

Lettura facile ed inequivocabile.
Procedura semplice e veloce.
Misurazioni molto precise anche intorno allo zero.
I reagenti si conservano per molto tempo rispetto a un test tradizionale.

CONTRO

Soltanto sei reagenti compresi nel kit originale.
Il manuale di istruzioni nella confezione non è in lingua italiana.

HANNA CHECKER HI736 PER FOSFORO IN ACQUA DI MARE A SCALA ULTRA BASSA

Qualità Costruttiva
Qualità
Rapporto Qualità Prezzo