APPROFONDIMENTI

Acqua di mare prelevata contro acqua di mare confezionata. Chi vincerà?


Acqua di mare prelevata contro acqua di mare confezionata. Chi vincerà?

Negli ultimi anni l’offerta di acqua di mare confezionata si è ampliata, ma che differenza c’è con l’acqua di mare prelevata direttamente?

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Chiunque mi conosca sa che io sono contrario all’utilizzo di acqua di mare direttamente in acquario. Preferisco, ad oggi, utilizzare un buon sale e crearmi direttamente l’acqua da utilizzare in vasca. Però da qualche anno esiste una alternativa molto interessante. Parliamo delle acque di mare già confezionate e pronte all’uso. Alcune le abbiamo testate anche noi, e ne potete rileggere alcuni articoli partendo da questo link, altre ne arriveranno, ma è indubbio che siano prodotti estremamente interessanti. Normalmente si parla di acqua di mare microfiltrata e sterilizzata, ma assolutamente bilanciata. Per cui, costo a parte, sembra essere una alternativa quasi perfetta a come prepariamo l’acqua normalmente. Ma queste acque confezionate, se possibile, hanno dato il là a pratiche di utilizzo di acque di mare, con il facile accostamento che se vanno bene quelle pescate da altri, a maggior ragione andranno bene quelle pescate da noi.

E’ ovvio che tutto parte da un grosso se… ovvero… quanto siamo vicini al mare per poter andarci e prelevare l’acqua? Noi, tra l’altro, oggi non parliamo della parte legislativa, ovvero se si possa o non si possa fare, cosa che potrebbe richiedere una autorizzazione alle località competenti, ma ci soffermiamo solo sulla parte tecnica, analizzando i pro ed i contro delle due situazioni.

AccuraSea NWS

Acqua Prelevata in mare

  • E’ necessario essere sufficientemente vicino al mare per poterla prelevare, inoltre bisogna considerare il lavoro per farlo, che, per quanto piacevole, a lungo andare potrebbe stancare, soprattutto per acquari di generose dimensioni.
  • A parte quanto sopra è praticamente gratuita.
  • Potrebbe richiedere un filtraggio per eliminare sedimenti e sospensioni.
  • Sicuramente conterrà dei microorganismi, spesso innocui quando non addirittura benefici, come zooplancton e fitoplancton, ma potrebbe contenere anche organismi patogeni, dannosi od inquinanti, senza che noi possiamo prevedere la cosa.
  • I parametri chimico fisici non sono sempre uguali perché possono risentire delle piogge e delle maree.
  • L’acqua del nostro mare ha una salinità diversa da quella dei mari tropicali, per cui deve essere corretta, ma la differenza di salinità significa anche che in sospensione ci saranno organismi inadeguati alla vita in ambienti tropicali, per cui questi potrebbero morire e generare inquinamento o essere patogeni per gli organismi che alleviamo che non sono abituati a gestire organismi diversi da quelli a cui sono abituati.
Acqua di mare prelevata contro acqua di mare confezionata. Chi vincerà?

Acqua Marina Confezionata

  • Spesso le dimensioni in cui è venduta non sono quelle che ci servono per cui potremmo aver bisogno di miscelarla o prepararla adeguatamente.
  • Ottima da tenere vicino all’acquario come soluzione di emergenza nel caso in cui la nostra prima scelta, che sia essa acqua di mare prelevata o acqua preparata da noi, non sia disponibile.
  • Tante marche da cui scegliere, con prezzi e qualità diverse. Alcune di loro utilizzano anche i test ICP-OES (qui il nostro approfondimento su ICP-OES), per caratterizzare la loro acqua e garantirci della loro qualità. Tutte le soluzioni sono piuttosto care per acquari di una certa rilevanza.
  • Possono durare praticamente all’infinito se mantenute in un luogo fresco e secco.
  • Alcune marche vendono acque differenti per tipologie di acquari, quindi per soli pesci o per acquari marini di barriera.
Acqua di mare prelevata contro acqua di mare confezionata. Chi vincerà?
Natural Sea Water for Reef Acquarium

Crediamo di aver detto tutto in merito, voi cosa ne pensate? E che scelta avete fatto? Ditecelo nei commenti!