REPORTAGE

Zoomark 2021 – editoriale, video e foto di tutti gli acquari


Zoomark 2021 - editoriale, video e foto di tutti gli acquari

Lo Zoomark 2021 si è chiuso il 12 novembre, ed è il momento di tirare le somme e commentare la più importante fiera italiana riguardante il Pet e dedicata al settore business con il nostro consueto approfondito editoriale, video e foto.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Iniziamo l’articolo con un pensiero dedicato a Giuseppe Pierini, venuto a mancare il 27 novembre, e che era una delle anime dello Zoomark. Vogliamo quindi dedicare a lui gli articoli che faremo sullo Zoomark, e rivolgere un pensiero di affetto alla famiglia.

Esattamente come due anni fa abbiamo aspettato a confezionare il nostro consueto editoriale perché eravamo in attesa dei numeri ufficiali da parte della Direzione della fiera. E perché dovevamo finire di preparare il nostro video. Abbiamo visto però tante percentuali, ma, ad oggi nessun numero conclusivo, esattamente la stessa situazione del 2017 e del 2019. Strano visto che nelle edizioni precedenti i numeri dei partecipanti facevano parte di qualunque comunicato. Noi sappiamo che i numeri non sono risolutivi, ma possono dare una idea della portata dell’evento. Per altro i numeri quest’anno, più di ogni altro anno, non sono certo così importanti. Si torna da una pandemia, sperando di uscirci presto, molte aziende non hanno avuto il tempo per prepararsi ed hanno disdetto, altre non se la sono sentita di partecipare. Per cui i numeri quest’anno, lo ribadiamo a scanso di equivoci, non sono così importanti.

I numeri dello Zoomark 2021

Ma siccome su DaniReef siamo abituati a fare “fact checking” abbiamo cercato di indagare. Ma l’impresa come nel 2017 è davvero ardua. Possiamo tornare indietro fino al 2015 quando, fonte Zoomark (il link purtroppo non funziona più), ci sono state 22.299 presenze di cui 15.526 operatori italiani e 6.773  esteri. Nel 2019, fonte sempre il sito zoomark, ci sono stati 11317 visitatori stranieri e 18613 visitatori italiani. Ed un totale di 757 espositori. I numeri di quest’anno li verificheremo il prossimo anno probabilmente, peccato. A me piace molto la trasparenza.

Noi siamo stati in fiera giovedì, il giorno di mezzo dello Zoomark, e non abbiamo visto una grande affluenza, inoltre nel padiglione dedicato all’acquariologia c’erano pochi stand e soprattutto molti spazi vuoti attorno all’Aqua Project. Questo ce lo aspettavamo, ed è la stessa cosa che abbiamo visto anche al PetsFestival che abbiamo visitato il mese prima. Stesso periodo post pandemico e stessi risultati.

Prima di continuare con la nostra analisi però vi lasciamo al nostro video in 4K che vi farà vedere in dettaglio tutti gli acquari, alcuni davvero spettacolari, e tutti gli stand presenti allo Zoomark.

Parlando con gli espositori però abbiamo trovato degli operatori del settore molto soddisfatti, segno che la fiera è stata molto positiva. D’altronde questa non è una fiera “da grande pubblico“, ma è una fiera business. E per questo tutto è andato più che benissimo.

Sottolineiamo però il fatto che la mancanza di pubblicazione di numeri certi non lascia una buona idea sulla affluenza, numeri che, tra l’altro non sposterebbero le cose di un evento business to business. In fondo quello che conta sono i contratti che si chiudono, non certo il numero di curiosi che si potrebbe aggirare attorno ai bellissimi acquari allestiti.

Dal nostro punto di vista continua il trend positivo del nuovo corso dello Zoomark. Dal 2015, il punto più basso dell’acquariologia italiana allo Zoomark c’è stata una continua ripresa con il punto più alto nel 2019. Quest’anno siamo in uscita da una pandemia, per cui il nostro punto di vista deve essere necessariamente diverso. Se rispetto ai numeri abbiamo fatto un (piccolo) passo indietro, per quello che riguarda la cura e la bellezza degli acquari siamo ancora a livelli altissimi. E’ un peccato che tanti acquari vengano allestiti e poi smontati, molti erano incredibilmente spettacolari. Per quel che vale il mio pensiero, credo che la fiera sia migliorata anche quest’anno, una bello show nonostante i problemi contingenti che ci affliggono.

Aqua Project

La parte acquariofila dello Zoomark ruota attorno all’Aqua Project, una zona specificamente preparata per gli acquari. Una zona centrale con giardino, con tanti acquari attorno, due piccoli laghetti ed un paludarium. Purtroppo un solo acquario marino, anche se piuttosto carino. Certo rispetto due anni fa sul marino il passo è stato fatto indietro purtroppo. Anche se altri acquari marini si sono visti negli stand a contorno della zona Aqua Project.

Gli acquari erano ovunque. In ogni stand c’erano acquari allestiti. Il grande lavoro svolto dagli amici Fabio Lorusso e Roberto Bielli, con Simone Castagnoli che ha arredato gli acquari nello stand Newa. Non sappiamo chi abbia allestito lo stand AquaEl ma il risultato era notevole. Se chi legge lo sapesse cambieremo l’articolo.

La parte del leone sono stati gli acquari del genere Aquascape.

Aquascape presso lo stand AquaEl allo Zoomark 2021
Aquascape presso lo stand AquaEl

Ma di acquari belli ce n’erano veramente tanti, diversi biotopi, alcuni acquari di comunità, e tanti tanti aquascaping. Oltre al video che abbiamo linkato sopra potrete vederli tutti in un articolo dedicato.

A pagina due tutti gli espositori della parte acquariofila dello Zoomark 2021 e tutti i link dei nostri articoli di approfondimento.