PESCI

Come scegliere i pesci per l’acquario prima di comprarli


Acquistare un pesce è un atto facilissimo ma nasconde molte inside, vediamo assieme come farlo al meglio con i nostri consigli.

Amtra sabbie e decorativi

Spesso vedo e sento di problemi che sarebbero evitabilissimi nell’acquisto di un pesce. E così come oltre 20 anni fa è stato detto a me provo a mettere ordine nelle cose da fare e tenere in considerazione prima dell’acquisto.

La scelta del pesce

La cosa più importante quando si deve scegliere un pesce è conoscerlo, e conoscere bene i limiti del proprio acquario. Mi spiego meglio. Un pesce non si compra ad occhi chiusi. Se non lo si conosce non lo si compra. Dovrebbe essere lapalissiano. Se doveste vedere in negozio un pesce che non conoscete NON dovete comprarlo, o meglio, sarebbe meglio che voi non lo compriate. Prima di acquistarlo infatti dovete essere certi che:

  • Sia compatibile con il vostro acquario, con gli spazi a disposizione, con la chimica che avete (quest’ultimo punto soprattutto per gli acquari di acqua dolce);
  • Non vi siano problemi con gli altri coinquilini. Non affidatevi al fatto che uno una volta ha avuto assieme quei due pesci e non ha avuto problema, a voi sicuramente andrà male. La legge di Murphy docet, come si dice.

Quindi, per fare un paio di esempi. Se avete un acquario da 200 litri non pensiate di acquistare un qualsiasi pesce chirurgo. Non ci sta. E vi creerà solo problemi. Nonostante lo prendiate piccolo. Perché crescerà, e allora i problemi si presenteranno al nodo. Nanismo indotto, aggressività, malattie e così via. E questo nonostante un vostro lontano cuGGino teneva due leucosternon in un nanoreef… ecco… evitate. Per gli amici dell’acquario dolce non comprate un bellissimo Betta splendens se in un acquario avete un branco di Barbus tetrazona. O viceversa. Il rischio che il pesce combattente muoia è molto elevato.

Il consiglio quindi è quello di informarvi sui pesci che volete comprare. Tramite amici, tramite forum, tramite le tante schede presenti nel nostro portale sia per l’acquario marino che per l’acquario dolce. Se in negozio non lo sapete, lasciate lì il pesce, al limite se potete prenotatelo, informatevi e poi procedete all’acquisto.

Ovviamente lo stesso discorso vale per le compatibilità fra pesci e crostacei, fra pesci e coralli, e così via. Conoscete il vostro acquario come prima cosa.

Il pesce mangia? Si o no… e soprattutto cosa mangia?

Altro enorme problema, si conosce il pesce, è compatibile con qualsiasi cosa abbiamo in vasca, è compatibile con le dimensioni dell’acquario, quindi lo compriamo… NO!

Se volete evitare problemi futuri dovete verificare in negozio che il pesce mangi. Non ci sono scuse. Se vi dicono che ha appena mangiato… e quindi non ha appetito, vi posso confermare che è una stronzata. I pesci continuano a mangiare fino a scoppiare, se non lo fanno hanno un problema. Se voi date da mangiare in acquario i pesci vengono a mangiare, sempre. In negozio è la stessa cosa.

Secondo problema, avete verificato che mangia ma… cosa mangia? Se in negozio il pesce dovesse mangiare artemia congelata, poi a casa dovete mantenere la stessa dieta, ammesso che prima o poi si abitui al vostro mangime secco. Quindi dovete fare attenzione a cosa mangi ed in quali quantità. Se mangia granulato siete a posto, negli altri casi dovete mettere in conto un periodo di adattamento che potrebbe anche non finire mai.

Ma il pesce è sano?

Infine, ma non ultimo, controllate le condizioni del pesce. E’ in forma, nuota regolarmente? Ha le pinne integre e non sfrangiate? Lo stomaco è bello pieno o incavato? La schiena è spessa? Ha dei puntini da qualche parte? Ecco controllate tutto questo prima di comprarlo, così da essere ragionevolmente sicuro non abbia problemi.

Ed una volta arrivati a casa?

Di questo parleremo la prossima settimana!

Aquarium Systems - Solutions proven by scientists for MORE THAN 50 YEARS