Tag Archives salifert

Un bellissimo articolo sui Test – Good comparative measurement kits


Vorrei segnalarvi un articolo che ha fatto un mio amico, Matteo Benassi, sulla comparazione dei test per acquario, prendendo in esame i test più gettonati del mondo acquariofilo, non solo Salifert ed Elos come ho fatto io, ma anche Rowa, Merck e Tropic Marine

Ve ne consiglio vivamente la lettura: http://www.mbenassireef.com/?p=21

I wish to redirect you to comparative test of aquarius test kits, done by a friend of mine Matteo Benassi, he compared Elos, Salifert, Rowa, Merck and Tropic Marine.

Please read here: http://www.mbenassireef.com/?p=25

Test per acquario VIII – Aquarium Tests Kit VIII


Eccoci qua con quella che ritengo l’ultima mia misurazione comparata.

L’acquario dal mese scorso è migliorato incredibilmente, merito dei due cambi d’acqua e dell’impianto di osmosi nuovamente efficiente, ma credo che un grosso merito vada dato allo schiumatoio Elos NS 1000 che ritengo sia stato fondamentale nell’opera di abbassamento dei nutrienti.

Ad occhio posso dire che i nitrati sono sicuramente calati anche se non del tutto assenti per via di alcune colorazioni ancora latitanti, i fosfati sono tornati sicuramente a valori congrui anche se probabilmente non ancora assenti del tutto, calcio, kh e magnesio dovrebbero essere a posto perché la crescita si vede ad occhio nudo e perché sono pieno di quelle dannate alghe calcaree sui vetri.

Vediamo quindi cosa ho misurato ieri

Data: 16 novembre ore 14.36 Test Test
Fosfati – PO4 0.01 0.1
Nitrati – NO3 5 0
Calcio – Ca 450 410
Carbonati – Kh 9
Magnesio – Mg 1.200 1.170
Temperatura 25,6
Redox 419
Densità
pH 8.00

I valori sono tornati dentro i valori di guardia.

Se però dovessi basarmi su salifert sarei preoccupato per i fosfati ma in vasca vedendo colori e crescita è improbabile che abbiano quel valore, stesso discorso anche se invertito per i nitrati, dato che ancora qualche ciano si vede in giro è improbabile che siano a zero spaccato come mostrato dal test salifert.

Calcio e kH stabili da ormai due mesi e tre misurazioni, con reattore di calcio Korallin tarato sempre nello stesso identico modo.

Il magnesio ancora molto simile con i due test.

Mi sono dimenticato di misurare la densità con il rifrattometro e non ho potuto affidarmi alle due sonde di densità presenti sia in aquatronica che limulus perché sono entrambe molto starate, stesso discorso per pH e redox che, sebbene abbiano un valore credibile, sono da tarare e quindi poco attendibili.

Detto questo mi sono fatto una idea abbastanza precisa sulle due marche in questione e mi appresto quindi a preparare la mia relazione finale.

Finally I checked the water’s values for last time with two different brands, elos and salifert.

Seven times are enough 🙂

My tank is drammatically improved than last month, and I’m finally happy. Since them I made two water changes, and I think this together with new reverse osmosis system but especially with the new Elos NS 1000 skimmer helped to fix situation, well done!

Looking close my tank I see an improved situation about NO3 and PO4, they aren’t zero because the colours aren’t so beatiful as I’m used to see. Calcium, kH and magnesium are Ok, because the corals are growing fast, and I’m full of calcareum algae.

Let’s check

Date: november, 16 time 14.36 Test Test
Phosphates – PO4 0.01 0.1
Nitrates – NO3 5 0
Calcium – Ca 450 410
Carbonate – Kh 9
Magnesium – Mg 1.200 1.170
Temperature (aquatronica and limulus)
25,6
Redox (aquatronica and limulus)
419
Density
pH (aquatronica and limulus) 8.00

The values are finally good, not perfect but I’m happy.

But if we checked only with salifert tests we could think to have perfect nitrates value and wrong phosphates value… but looking to the tank I don’t think they’re right, because I’ve some ciano and the colours aren’t perfect.

Calcium and kH are ok from three tests, with my calcium reactor with same calibration

Magnesium test are similar.

I’m forgotten to check density with refractometer, and density probes of my two system, aquatronica and limulus, aren’t calibrated from too much time, so they’re useless. Also pH and redox values are only lightly reliable, for same reason.

After seven measurements I think to be caught up my personal thought, and I’ll write as soon as possible my relation.

Test per acquario VII


Eccoci qua, in ritardo con le consuete misurazioni. Siamo quasi un mese dopo e la situazione visivamente è abbastanza sconfortante. I colori sono spariti.

In verità ho anche capito il perché… ho misurato l’acqua in uscita dall’impianto di osmosi e le soprese sono state tante. Certo la siccità di questo periodo sta contaminando l’acqua potabile, ho misurato oltre 50ppm di nitrati in uscita dal rubinetto!!!

Cmq dicevo ho misurato la mia acqua di osmosi e questi sono i tristi risultati, rilevati solo con test Elos:

Data: 28 settembre Test Elos
   
Fosfati – PO4 0.1
Nitrati – NO3 5
Carbonati – Kh 0

A questo punto ho ordinato la nuova membrana da 75 galloni, e grazie alla celerità di Gianni di Aquarium Coral Reef in soli due giorni avevo il tanto agognato ricambio.
Cambiata la membrana, il carbone e la resina antisilicati, pulita completamente la vaschetta di osmosi sono arrivato al punto più basso dei valori misurati il 14 ottobre, da allora sto assistendo ad una lenta e progressiva ripresa della vasca, che spero continui e non si annulli.

Detto questo mi aspetto dalle misurazioni una altissima concentrazione di No3 e PO4 per ovvii motivi. Mentre stabilità per quello che riguarda Calcio e Carbonati.

Data: 14 ottobre ore 16.22 Test Elos Test Salifert
     
Fosfati – PO4 0.10 0.5
Nitrati – NO3 25 5
Calcio – Ca 450 420
Carbonati – Kh 10,5  
Magnesio – Mg 1.200 1.200
Temperatura 26,2  
Redox 354  
Densità 1025,1  
pH 8.34

Certo che non credevo fosse messo così male… anche se i coralli hanno perso completamente il loro colore e questo mi preoccupava non poco.

I valori di inquinamento sono altissimi per entrambi i test, anche se le differenze si mantengono più o meno costanti, mentre credo di aver trovato l’equilibrio con il reattore di calcio, dato che calcio magnesio e kH sono praticamente stabili da tempo. Come sempre il Ca rilevato da salifert è più basso di quello rilevato da Elos, e per la prima volta il magnesio viene rilevato in egual misura.

Per migliorare le cose, oltre ad aver cambiato tutto l’impianto di osmosi, ho anche inserito ELOS FILTRAP per eliminare i fosfati, è una resina a base di alluminio, che agisce più lentamente di quella a base di cloruro ferrico, ma che pare non abbia nessuna contraindicazione per l’uso acquariologico. Per ora mi pare che i miglioramenti visivi mi rassicurino sul tenore dei fosfati in diminuzione, e questo per ora mi basta.

Credo che ormai sono in grado di fare una summa di tutto quello che ho rilevato e scrivere le mie impressioni, ma prima di questo direi di avere un asso nella manica.

Ho qua con me campioni certificati di concentrazione nota! No3 PO4 e kH pronti per essere rilevati!

La prossima volta misurerò sia quelli che quelli dell’acquario, così mi tolgo qualche sfizio sulla qualità delle misurazioni e soprattutto mi aspetto un miglioramento tangibile nelle misure della mia vasca.

Aggiungo anche che mi sono misurato i valori della mia acqua con sale TROPIC MARINE PRO REEF e questi sono i risultati:

Data: 28 settembre Test Elos
   
Volume di acqua 42 litri
Sale 1600 gr
Densità misurata con rifrattometro
(1)
1026
Densità misurata con rifrattometro
(2)
34/1000
Carbonati – Kh 7.5
Calcio – Ca 450
Magnesio – Mg 1200

Devo dire che i risultati sono praticamente perfetti, tutti i valori misurati sono nella norma e perfettamente bilanciati. Non ho misurato PO4 ed NO3 perché i valori erano talmente sballati che non mi pareva il caso.

A voi, come al solito, i commenti.

Test per acquario VI


Eccoci qua, dopo 8 giorni passati sul mar rosso a rifare i test per vedere cosa e come sia cambiato nell’acquario.

Visivamente l’acquario è in ottima forma, anche se sono sicuramente presenti sia nitrati che fosfati, inoltre mentre ero fuori è finita la CO2 e quindi mi attendo un calo dei parametri Ca, Mg e kH.

Non ho cibato per una settimana, nè pesci nè coralli, quindi mi attendo un risultato basso di nitrati e fosfati rispetto ai precedenti rilevamenti.

I risultati a confronto, misurati questa mattina presto:

Data: 17 settembre ore 8.43 Test Elos Test Salifert
     
Fosfati – PO4 0.01 0.17
Nitrati – NO3 10 5
Calcio – Ca 450 390
Carbonati – Kh 5  
Magnesio – Mg 1.200 1.140
Temperatura 26,9  
Redox 392  
Densità 1025,1  
pH 7.87

Commenti:

Siamo sempre lì… Elos è stabile nelle sue misurazioni, sembra che la mia vasca non sia in grado di scostarsi da quei valori di inquinamento organico, 10ppm di NO3 e 0,1 di PO4, mentre per Salifert, che è sempre un po’ altalenante nelle sue misurazioni, i PO4 sono come al solito molto più alti e gli NO3 costantemente più bassi.

Per quello che riguarda invece i valori di Ca, Mg e KH tutti in calo, anche se il KH in nettissimo calo rispetto agli altri due. Domani comunque arriva la CO2 per rimettere in funzione il reattore.

A questo punto finalmente i valori sono stabili, e per abbassarli monterò lo schiumatoio nuovo, l’ELOS NS 1000 per vedere se le cose miglioreranno.

Per quello che invece riguarda i test sono in attesa di campioni certificati con concentrazioni note e fisse di inquinanti, con i quali poi dovrei almeno capire quali test siano più efficaci, anche se dentro di me qualche idea me la sono fatta.

A voi, nel caso, i commenti… anche se non è che veda molta verve in tale senso… 6 post e nessun commento… 🙂 🙂 🙂

Test per acquario V


Dopo 5 giorni sono ancora qua con il mio test semiserio.

Premesse:
Fra due giorni parto per una settimana di ferie a Marsa Alam, quindi faccio i test prima di partire e prima dell’ennesimo cambio d’acqua.
Da notare che dopo le ultime misure non ci sono stati cambi d’acqua e che anzi ho incrementato l’alimentazione di pesci ed invertebrati per venire incontro alla settimana di digiuno forzato. Quindi non mi attendo sostanziali variazioni su NO3 e PO4, mentre dopo il boost sul reattore di calcio mi attendo valori inorganici più alti della volta precedente.

Ora i risultati a confronto:

Data: 6 settembre ore 10.40 Test Elos Test Salifert
     
Fosfati – PO4 0.01 0.10
Nitrati – NO3 10 5
Calcio – Ca 475 410
Carbonati – Kh 8,5  
Magnesio – Mg 1.100 1.260
Temperatura 25,8  
Redox 391  
Densità 1025,1  
pH 7.96

Commenti:
Come previsto NO3 e PO4 sono rimasti stabili per Elos, mentre Salifert ha finalmente colmato un po’ di gap rispetto ad Elos, è ancora indietro come a valori (e visto i valori in campo preferisco che siano più veritieri gli Elos 🙂 )
Per i valori inorganici invece devo dire che Kh e Ca hanno rispettato le previsioni, anche se il Ca di Salifert è cresciuto poco, mentre il magnesio è incomprensibilmente rimasto stabile per Elos mentre aumentato molto per Salifert.

Visivamente la vasca mi dice che i fosfati ci sono, ma che non sono sicuramente a livello di 0.1, ed i nitrati probabilmente sono più vicini a 5 che non a 10, ma io sono sempre stato abituato ad usare Salifert, quindi potrebbe essere, ripeto, potrebbe essere che la mia scala occhiometrica 🙂 sia un po’ starata… cmq ci sono sicuramente dei nitrati, ma non mi pare che si evidenzi una concentrazione pericolosa… certo i colori ancora mancano… (in questo caso c’entrano in egual misura sia NO3 che PO4).

A voi eventuali commenti

Test per acquario IV


Dopo una settimana mi ritrovo a fare i test. In questa settimana le cose sono procedute normalmente anche se alcune punte della microphthalma sono un po’ sbiancate, non so se dovuto alla carenza di cibo specifico o per gli alti valori di NO3 e PO4.
Lo schiumatoio ha schiumato molto, pur non raccogliendo molto liquido nel bicchiere, ma lo schiumato era molto molto scuro, ho alzato un po’ lo scarico per schiumare un po’ più bagnato del solito.

I risultati sono i seguenti:

Data: 1 settembre ore 14.00 Test Elos Test Salifert
     
Fosfati – PO4 0.01* 0.25
Nitrati – NO3 10 5
Calcio – Ca 400 390
Carbonati – Kh 6,5  
Magnesio – Mg 1.100 1.110
Temperatura 27,1  
Redox 328  
Densità 1025,2  
pH 8.3

*visto il valore basso, ed anche la variazione alta dall’ultima misura il test è stato ripetuto due volte, la seconda il valore era ancora più basso, anche se impercettibilmente.

Commenti:

Dal punto di vista inorganico mi aspettavo una ulteriore discesa di KH, Ca e Mg, dato il rallentamento imposto al reattore nella settimana precedente, cosa puntualmente rilevata dai test, ancora non ci sono grandi differenze fra le due marche, se non che il magnesio mi pare più rispondente ai valori misurati da Elos, dato che il calo del Ca dovuto al rallentamento del reattore (caricato con ARM), DEVE portarsi dietro un calo anche delMg, mentre Salifert ha il magnesio stabile da 3 misurazioni. Il Ca delle due marche pare essere simile, sempre un po’ più scarico Salifert di Elos.

Dal punto di vista organico invece le sorprese. Nitrati complessivamente stabili per Elos, mentre andamento altalenante per Salifert nel complesso delle misurazioni ad oggi, forse dovute alla maggior risoluzione.
Per i fosfati invece il divario comincia ad essere troppo, 25 volte di differenza di sensibilità… inoltre Salifert non ha misurato nessuna variazione, mentre Elos una diminuzione del 90% rispetto all’ultima misura.

La mia sensazione era che non fossero scesi o perlomeno non così tanto, sebbene il rallentamento nel cibare i coralli, lo shiumato molto scuro, e l’aumento del redox qualcosa avrebbero dovuto fare, quindi tutto sommato una diminuzione, anche se non così drammatica, ci sarebbe potuta essere.

Commenti da parte vostra?

Test per acquario III


Oggi, come promesso, mi sono rimesso a fare i test.
Prima di riportare i risultati mi preme sottolineare alcune cose che possono far comprendere il perché i test siano simili o meno a quelli della volta precedente.

Dopo l’ultima misurazione ho abbassato la regolazione del reattore di ca per tornare a valori di 400 ppm che mi sono più congeniali, e questo avrebbe dovuto portare ad una diminuzione quasi impercettibile dei valori di ca, mg e kH. Se però consideriamo anche il cambio di acqua, che sicuramente avrà anch’esso abbassato i valori suddetti, ecco che mi attendo una piccola diminuzione di questi valori.

Dal punto di vista organico, NO3 e PO4, invece mi aspetto un abbassamento dei valori dovuti al cambio d’acqua, in teoria almeno un 10% (che poi sarebbe un numero scarsamente rilevabile dai test è un altro discorso, però dovrebbe esserci), anche se devo aggiungere che è venuto a trovarmi l’amico Sebastiano –Sebyorof– nel forum di Aquaportal, di cui è la vasca del mese di questo mese e che potete vedere qua: che mi ha fatto dono di un paio di talee delle sue, una stupenda acropora valida ed una ancor più stupenda acropora tenuis, entrambe sulle tonalità dell’azzurro.
Purtroppo però il lungo viaggio in pullmann dalla Sicilia deve aver minato la resistenza della tenuis, infatti all’apertura del sacchetto ieri non prometteva nulla di buono anche se messa in vasca aveva mostrato una bella colorazione azzurro intensa, questa mattina però era completamente sbiancata, quindi è possibile che lo sbiancamento di un paio di talee abbiano contrastato il piccolo cambio d’acqua del giorno precedente.

Per completezza aggiungo anche i valori temperatura, redox, pH e densità registrati oggi alle 14.30 prima di effettuare i test, queste misure sono state fatte con i sistemi Aquatronica e Limulus e mediati, perché ovviamente i valori anche lì non sono mai identici:

Data: 26 agosto
ore 10.00
Test Elos Test Salifert
     
Fosfati – PO4 0.1 0.25
Nitrati – NO3 10 3,7
Calcio – Ca 425 410
Carbonati – Kh 7,5  
Magnesio – Mg 1.200 1.110
Temperatura 27,4  
Redox 269  
Densità 1025,2  
pH 8.31  

Commenti:

Per il valore redox così basso purtroppo leggete il commento al primo post in basso 🙂

Per il resto i test ai test, scusate la ripetizione, era da fare con la vasca non in perfette condizioni, altrimenti dover leggere sempre 0,00 sarebbe stato problematico 😉

Per i risultati direi che le premesse sono state confermate, anche se avrei preferito una diminuzione dei valori organici, NO3 e PO4; strano l’andamento degli NO3, aumentati per Elos, diminuiti per Salifert, anche se c’è da osservare che la scala di rilevazione Salifert, ben più bassa, mi fa pensare che possano essere un po’ più attendibili.
Rimane l’incognita per i PO4 la cui differenza è importante, anche se qua di converso è Elos ad avere una scala più ampia verso il basso, mentre per ca e mg la differenza la ritengo trascurabile.
Tra un paio di giorni, con un cambio d’acqua in più di mezzo, quei valori sono infatti troppo alti per non cercare di fare nulla, farò un’altra tornata di test e qualche altro commento, ed appena avrò un po’ di tempo faccio anche qualche foto dei test a confronto

Test per acquario II


Fatti i test e dopo i problemi dell’ultimo mese dovuto alla deposizione di uova da parte dell’acropora Microphthalma i risultati non sono molto incoraggianti, sopratutto per chi, come me, era abituato a vedere sempre 0,00 nei propri test tanto da chiedersi ogni tanto se effettivamente quei test funzionassero.

Comunque, anche se un po’ fuori tema, dopo aver fatto i test ho provveduto a cambiare i soliti 42 litri di acqua ed il carbone attivo, 200g.

Ad ogni modo i test, a confronto, hanno dato questi risultati:

Data: 24 agosto
ore 10.00
Test Elos Test Salifert
     
Fosfati – PO4 0.1 0.25
Nitrati – NO3 7.5 5
Calcio – Ca 450 425
Carbonati – Kh 8  
Magnesio – Mg 1.200 1.110

Test per acquario


I test per acquario sono e saranno sempre una questione spinosa.

I test colorimetrici sono difficili da leggere ma sono economici, inoltre spesso marche diverse danno risultati diversi a prezzi notevolmente diversi.

Quindi dare credito ad una oppure ad un’altra marca di test diventa difficile. Io mi sono sempre, o perlomeno quasi sempre, affidato a Salifert, sono economici e sufficientemente credibili anche dando credito alla comunità acquariofila.

Dopo la mia recente visita alla ELOS e soprattutto dopo aver visto la cura che la ELOS mette nel confezionamento e nello stoccaggio dei propri test, ho voluto testare anche i test ELOS proprio a confronto con quelli Salifert che mi erano rimasti.

Leggendo le caratteristiche dei test elos sono rimasto colpito soprattutto perchè:

  1. la composizione chimica che adottano non è MAI mortale neppure se ingerita, e detta composizione è nel database del ministero della sanità, quindi nel malaugurato caso che qualcuno in casa, magari un bambino, dovesse ingerire il contenuto di una boccetta, è sufficiente portare al pronto soccorso il bimbo con la scatola dei test, e loro tramite database sapranno cosa avrà ingerito e come porvi rimedio;
  2. sono stoccati in un magazzino condizionato con condizioni dell’aria costanti in temperatura ed umidità;
  3. sono confezionati in maniera maniacale con un libricino d’uso multilingua;
  4. hanno il triangolo di attenzione per i non vedenti in rilievo sulla confezione (ok non ci serve ma mi piace pensare ad una attenzione specifica per quelle categorie di persone che sono meno fortunate di noi);
  5. le boccettine sono spesso di dimensioni generose;
  6. last but not least, le gocce sono CALIBRATE, cioè il sistema che espelle la goccia del test è studiato in modo che le gocce erogate siano sempre uguali

Certo la domanda principale rimane… ma sono affidabili?

Questo non so dirlo però posso confrontare diversi test e fare alcune mie personalissime considerazioni, per altro le considerazioni fatte sopra mi fanno credere che quei pochi euro di differenza che ci possono essere sono ampiamente meritati, che poi li si voglia o possa spendere è un altro punto di vista, molto personale.

In questo momento parte una specie di sperimentazione sui test, che se avrò abbastanza voglia e tempo, farò giornalmente per entrambi i test e poi posterò i risultati.

A presto