Author misce80


Aquariophylia, la rivista online free, si aggiorna con i numeri 2 e 3 del 2012


Cause di forza maggiore, mi hanno fatto perdere l’appuntamento mensile (o quasi) con il numero II di Aquariophylia.
Poco male, visto che a differenza del cartaceo, il vantaggio di questa rivista è che essendo online, non devo pregare l’edicolante di recuperarmi una copia con sovvraprezzo, ma devo solo andare sul sito e cliccare per vedere anche tutti gli altri numeri.

Ricordiamoci inoltre che la rivista è in PDF, quindi potremmo scaricare la copia e stamparla interamente, o scegliere gli articoli che più ci interessano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel numero II troveremo innanzitutto Livia Giovannoli che ci regala la prima parte di un articolo dedicato alle caridine, i piccoli crostacei d’acqua dolce che a quanto pare trovano sempre più piede nelle piccole vasche; non tralasciando neanche la cura per la vegetazione ideale per le vasche dedicate a questi simpatici gamberetti.

L’articolo curato da Maurizio Quarta sul caracide più famoso, venduto, e mi permetto di dire maltrattato: il pesce rosso.

Mirko Mutalipassi ci apre un mondo nuovissimo sulla concezione di acquario marino, evolvendo il “refugium” e trasformando in acquario vero e proprio: le alghe nell’acquario marino. Trovo personalmente spettacolari certi acquari proposti.

A questi già splendidi 3 articoli si aggiungono poi quelli di Fabio Russo, sugli acquari mediterranei, nello specifico il biotopo “pozza di marea” e svariati altri su redox, microacquari, Betta, alimentazione e altro ancora.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il numero III inizia invece con la “gambericoltura” ovvero l’allevamento dei gamberi, curato da Febo Lumare.

Roberto Silveri ci propone un’ospite inusuale, il Betta… Simplex.

Si aggiunge un anfibio… Xenopus Laevis, una rana molto particolare.

Il Numero III di marzo, potrebbe sembrare più scarno di novità, ma in realtà contiene anche tutte le “seconde parti” degli articoli del numero II di Febbraio.
Personalmente trovo “irritante” dover leggere splendidi articoli in due o tre “puntate” quasi fossero telenovele, avrei preferito di gran lunga leggere meno articoli ma completi.

Spero che questa critica non venga presa come un’0ffesa da parte di chi lavora per questo splendido spazio web, ma venga presa come uno spunto per migliorare sempre più.

Detto questo, Vi rimando al sito di Aquariophylia e Vi auguro una buona lettura.


Soluzione definitiva contro le turbellarie?


E’ quanto promette Flatworm Stop della Korallen Zucht.

Citando testualmente la descrizione del prodotto che potrete trovare qui , “il prodotto non danneggia  pesci, coralli, micro-organismi e alghe e non interferisce nei processi biologici”.

Non avendo testato personalmente il prodotto  non possiamo, al momento della stesura dell’articolo, offrire altre informazioni  se non che il prodotto è già in vendita anche in Italia, ma ci piacerebbe avere qualche feedback da parte di chi invece lo ha già utilizzato nella propria vasca.

Speriamo che questa  possa essere la soluzione definitiva ad uno dei problemi più angoscianti che possano colpire le nostre amate acropore.


Aquariophylia.it, la rivista free online esce col primo numero del 2012


Come nel numero precedente, Aquariophylia, dedica l’introduzione ad una fiaba tutta acquariofila per i bimbi e al proseguo del bel cenno di storia su Isaac Lamotius alla scoperta dei pesci tropicali.

Stefano Bertoni, ci presenta invece un articolo sulla realizzazione di un acquario biotopo, cosa rara di questi tempi, illustrandoci i passi per allestire uno scorcio di Amazzonia tra i nostri 5 vetri.

Continue Reading

Nuove barre a led a luce lunare da parte di Aquatronica


Aquatronica ha appena presentato le nuove Barre a Led a Luce Lunare (ACQ510) in tre versioni ACQ510-60 da 60cm, ACQ510-90 da90cm e ACQ510-120 da 120cm.

Le moon light led hanno un design elegante e tecnologico e si fissano mediante velcro plastico fornito in dotazione o mediante viti per il montaggio diretto sulla plafoniera e sono utilizzabili indipendentemente dal sistema di controllo installato nel proprio acquario.

La struttura è realizzata in alluminio anodizzato mentre i riflettori sono in metacrilato e vengono vendute con l’alimentatore incluso.

Continue Reading


11° numero di Aquariophylia, la rivista free online.


Aquariophylia compie un anno e fa due regali ai suoi lettori, il primo, una fiaba scaricabile che purtroppo a causa di un errore di stampa potreste perdervi, quindi vi allego qui il link corretto , e il calendario 2012 da scaricare, stampare e … montare per un nuovo anno all’insegna dell’acquariofilia.

Il numero 11 presenta delle prime pagine alquanto insolite per una rivista acquariofila, oltre alle lettere che arrivano alla redazione, si legge un primo articolo sulle prime volte con… i pesci tropicali ma del 1677 e subito dopo un reportage di viaggio di Silvio Arnone in Botswana.

Tony Di Meglio e Valerio Zupo ci offrono uno spunto su un acquario in… vasetto.

Si passa poi alla seconda parte dell’articolo su Anemonia Viridis e scorrendo poco sotto si vede nuovamente un articolo sui Discus, corredato da foto spettacolari, di cui una mi ha particolarmente colpito, un esemplare bianco di cui ignoravo addirittura l’esistenza, gli appassionati del “re” non dovrebbero perderselo.

Per gli appassionati degli Endler, Mirko Mari, ci espone le sue conoscenze su questi splendidi p0ecilidi.

Ninfee e Echinodorus Radicans sono invece la scelta “vegetale” per questo numero.

Altro articolo dedicato al mediterraneo è quello sul gasteropode Umbraculum Mediterraneum.

Questo e tantissimi altri articoli su Aquariophylia.

Aquariophylia è online con il numero 10


Arriva “puntualmente in ritardo” il decimo numero di Aquariophylia, la rivista online gratuita e interamente scaricabile.
Il nuovo numero comprende un’altra serie di articoli di pregio, primo fra tutti il proseguo del bellissimo articolo sugli skimmer di Geppy Apuleo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stefano Rossi ci parla di uno splendido ospite per le vasche mediterranee, Anemonia Viridis.

Poi ancora Discus, finalmente accantonati gli argomenti sulla riproduzione, si spiegano i metodi di selezione per il “re” degli acquari d’acqua dolce.

Per la serie “fuori dall’acqua” troviamo degli strani rami viventi… gli insetti stecco, strani ospiti per i terrari mentre l’ articolo di Luciano Di Tizio, non ci farà certo risparmiare sulla bolletta elettrica, ma farà luce su un pesce che da… la scossa.

Ho trovato questo numero migliorato sia nella parte tecnica che nella parte grafica, con fotografie “degne” di una pubblicazione, e sperando di avervi quantomeno incuriosito, vi auguro buona lettura.


Nudibranchi e parassiti: Tritoniopsis Elegans


Vedendo il Litophytum arboreum che pian piano regrediva, ho pensato inizialmente ad un’acqua eccessivamente oligotrofica, ma se avessi avuto un’eccessiva oligotrofia, mi son detto, ci sarebbe stata una veloce regressione anche di altri “molli” come Discosoma o Zoantidi.
Inoltre, la vasca è relativamente giovane, e ancora non sono regressi del tutto i rimasugli della maturazione.
Insomma, ad “occhiometro”, la vasca e l’acqua non mi sembravano davvero così oligotrofiche.

Comunque ho iniziato ad alimentare e curare il Litophytum, utilizzando SVC della Elos per “sporcare” un po più l’acqua, ma ottenendo il solo (e ottimo) risultato, di avere un’esplosione di “anfipodaglia e spirografume”.

Ho quindi iniziato a controllare l’alcionaceo, senza però aver nessun riscontro.
Ho anche avuto il sospetto di paguri o granchi e ho quindi iniziato a monitorare la vasca di notte, finchè non ho visto quest’immagine:

Nella foto si distingue facilmente il nudibranco parassita, ma vi assicuro che ad occhio nudo non è facile vederlo, in quanto sembra essere lo stesso alcionaceo, ma poco più chiaro.

Continue Reading


2a giornata di Acquariologia Marina – Città di Fiumicino


Si ripete  a Roma Fiumicino il secondo appuntamento con la  giornata di acquariofilia marina organizzata dal gruppo acquariofilo West Rome Reefkeeping   in collaborazione con la rivista Coralli.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come lo scorso anno, saranno in programma seminari sul C.I.T.E.S. sul ciclo dell’azoto, sui parassiti dei coralli, corsi di costruzione di basette, di taleazione, concorsi fotografici, estrazioni a premi ed esposizioni di diverse aziende del settore acquariofilo e altro ancora.

Il meeting, suddiviso in due giornate, inizierà Sabato 3  Dicembre alle ore 10.00 fino alle ore 20.30 per reiniziare Domenica 4 Dicembre sempre alle 10.00 e concludersi alle 19.00.

La cena ufficiale del programma si terrà invece alla fine della prima giornata.

Per tutti i dettagli e il programma ufficiale, Vi rimandiamo al sito ufficiale qui dove troverete tutte le informazioni e le condizioni per partecipare a tutti gli eventi.

 


Zeovit, vasca del quarto trimestre 2011


La vasca di cui andiamo a parlare è quella di Alexandre George dal Brasile votata come vasca del quarto trimestre da ZEOvit.com

La prima cosa che abbiamo notato è la volontà di costruire un’acquario di lunga durata, fatto con molta meticolosità e cura dei particolari.
La base in calcestruzzo rifinita successivamente in marmo e il placcaggio in finta pietra rendono molto gradevole il contorno di una vasca da ben 1200 litri  con un sistema complessivo che ne raggiunge addirittura 1700.

L’insieme è molto gradevole, ma si denotano due leggerezze, quasi a sembrare un lavoro non ancora terminato:
L’impressionante parco luci, da quasi 2000w totali, è infatti autocostruito (il che non è certo un difetto) purtroppo però da quello che si può vedere rimane totalmente a vista.

Continue Reading

Aumenta il costo del neodimio, Tunze riduce la portata dei magneti


Come anticipato nell’articolo di Agosto sull’aumento dei costi del neodimio, iniziano ad arrivare le prime conseguenze negative anche in campo acquariofilo.
Avevamo predetto un aumento dei costi dei magneti, ma Tunze ha optato per una riduzione della loro portata di modo da contenerne i costi.

Turbelle Stream 6125 montava un magnet holder fino a 25mm ora ridotto per vetri spessi fino a 15 mm.

Continue Reading