Piante di Acqua Dolce

Come allestire un bonsai in acquario, vi piace l’idea?


Come allestire un bonsai in acquario

Oggi voglio parlarvi di una delle tendenze degli ultimi anni in ambiente acquariofilo, quella di allestire un Bonsai in acquario. 

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Onestamente parlando io non sono un fan di questa pratica, ma vediamo assieme come fare e cosa comporti questa tecnica.

Chi ha influenzato questa tendenza?

Quando si parla di Bonsai la nostra mente non può che portarci in Oriente, più precisamente in Cina Giappone. Anche nel caso dei Bonsai in acquario è così, sono infatti stati gli aquascapers asiatici a spingere per questo tipo di allestimento. La famosa azienda ADA che non a caso è giapponese, ha spinto molto per questo genere di aquascaping.

Io trovo che questo tipo di allestimento sia troppo artefatto, preferisco comunque allestimenti più naturali. La riproduzione di un Bonsai in acquario mi da l’idea di essere una forzatura importante. 

Il mio è un parere del tutto personale, infatti questo genere di allestimento in acquario la sta facendo da padrone in maniera indiscutibile. Anche se bisogna dire che questo tipo di aquascape in Italia non ha preso piede come in altre parti del mondo. In questa tipologia di acquari sono nascoste insidie non indifferenti, infatti sconsiglio questo genere di allestimento ai neofiti

Come allestire un bonsai in acquario
Il famoso Pinheiro Manso dell’Amico Filipe Oliveira

Quali sono le insidie di un allestimento Bonsai?

Le insidie di un allestimento Bonsai sono per lo più di carattere di equilibrio biologico della vasca e di allestimento. Quando parlo di equilibrio biologico mi riferisco al fatto che in questo genere di allestimento non si possano utilizzare generalmente piante a crescita rapida. Le piante a crescita rapida sono fondamentali per lo smaltimento dei nitrati (NO3) , quindi capite bene che una vasca in cui non siano presenti sia soggetta a proliferazioni algali o comunque a una gestione più complicata.  

Quando affermo che ci siano insidie per l’allestimento faccio riferimento ancora alle piante a crescita rapida, infatti le piante a crescita rapida hanno la caratteristica di crescere molto in altezza. Questo aspetto mal si concilia con questo genere di acquari, come potete vedere dalla foto che ho inserito sopra  è il Bonsai che deve essere il punto focale della vasca. Inoltre difficilmente in questo tipo di allestimento potrete utilizzare le piante galleggianti, ed anche quelle ci aiutano nello smaltimento di nitrati.

Quest’ultime infatti andrebbero a distrarre l’attenzione dalla chioma del Bonsai. Per questi motivi penso che questo genere di allestimento sia appannaggio degli acquariofili più esperti. 

Come allestire un bonsai in acquario

Quali legni scegliere per allestire un Bonsai in acquario?

Ci sono possibili scelte per quanto concerne i legni

La prima scelta che è sicuramente la più utilizzata è quella di prendere diversi legni e formare una forma più gradevole possibile. Se si è fortunati si possono trovare nei negozi specializzati radici  che abbiano una forma praticamente perfetta per questo scopo. La seconda scelta è di comprare dei legni che sono realizzati da diverse aziende per questo scopo. 

Come allestire un bonsai in acquario
Legni dell’Amtra Bonsai

Quali pesci inserire in un acquario Bonsai?

In questo genere di allestimento la soluzione migliore è sicuramente quella di optare per un banco di piccoli pesci, se le dimensioni della vasca lo consentono. Se la vasca dovesse essere piccola e non troppo sviluppata in lunghezza, gli inquilini perfetti saranno dei gamberetti come le Neocaridina davidi, qui il nostro articolo di approfondimento di questi simpaticissimi gamberetti.

In ogni caso sono sconsigliati pesci di grossa taglia, per una questione di equilibrio dell’allestimento. 

Conclusione

Io non sono amante di questo tipo di allestimento, amo invece i Bonsai nel loro giusto contesto. 

Voi cosa ne pensate?