NEWS

Come i ricercatori potrebbero salvare i coralli dall’orlo dell’estinzione


Come i ricercatori potrebbero salvare i coralli dall'orlo dell'estinzione
credit: Commander William Harrigan, NOAA Corps (ret.)

La storia si ripete puntualmente. Alcuni ricercatori al Florida Aquarium di Tampa hanno indotto coralli in cattività alla riproduzione controllata per due giorni di seguito, e grazie a questo potrebbero ripopolare la barriera corallina americana.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Come riporta infatti Lauren M. Johnson della CNN, alcuni ricercatori presso il Florida Aquarium sono riusciti a far depositare le uova al corallo SPS Dendrogyra cylindrus, un corallo che fino a pochi anni fa dominava gran parte della barriera corallina americana al largo delle Florida Keys. Una barriera corallina oggi quasi completamente scomparsa.

La particolarità è proprio il fatto di essere riusciti ad indurre una riproduzione sessuata, cosa che potrebbe creare in poco tempo un altissimo numero di talee atte al ripopolamento della barriera. Sappiamo bene anche noi acquariofili come sia piuttosto facile riprodurre i coralli per frammentazione, ma è indubbio come una riproduzione su larga scala ottenuta per via sessuale, sarebbe molto molto più veloce.

Partner del Florida Aquarium in questo progetto, chiamato Project Corals, è L’Horniman Museum and Gardens di Londra di cui spesso abbiamo parlato proprio su queste pagine.

È pura eccitazione essere i primi a raggiungere una tale svolta nel mondo“, ha dichiarato alla CNN il CEO del Florida Aquarium Roger Germannil nostro team di esperti ha decifrato il codice… che dà speranza ai coralli nel tratto di barriera corallina della Florida, nei Caraibi e nell’Oceano Atlantico“.

Erano infatti in molti a dubitare del progetto messo in piedi, credendo che non si sarebbe mai arrivati ad una riproduzione in cattività.

Il progetto era partito nel 2014 prendendo in considerazione coralli SPS staghorn, ma poi ci si era rapidamente convertiti a studiare la Dendrogyra cylindrus a seguito di una malattia che l’aveva portata quasi completamente all’estinzione. Attualmente ceppi maschili e femminili si trovano molto lontani fra loro, per cui l’unico modo per salvare questo animale era quello di fare qualcosa su larga scala. E questo qualcosa è effettivamente avvenuto. Ora bisognerà vedere come vorranno muoversi i ricercatori per ripopolare il tratto di barriera corallina interessato.

Noi stiamo alla finestra e siamo molto felici del risultato sin qui ottenuto. Voi cosa ne pensate?

[Fonte: How scientists could save coral from brink of extinction by CNN]