ARTICOLI

Plafoniera Aqamai LRM: la misurazione dei PAR nel DaniReef LAB


Come valutare questi numeri in acquario?

Questa è una bella domanda, nel senso che inizialmente pensavamo di poter traslare questi numeri in acquario tout-court. Poi abbiamo riempito d’acqua un acquario, abbiamo immerso la sonda ed abbiamo rifatto alcune misurazioni. La cosa ci ha spiazzato, ma, come abbiamo già detto nei precedenti articoli, ne parleremo in un prossimo articolo di approfondimento, che non mancheremo poi di linkare qui di seguito. In pratica, mentre a 20 cm il risultato è praticamente coincidente, man mano che ci si immerge, grazie ai vetri che riflettono la luce, ed all’acqua stessa che la diffonde maggiormente, si possono trovare valori anche doppi rispetto a quelli misurati in aria. Ovviamente questo non è un dettaglio che si può standardizzare, per cui crediamo che la nostra metodologia di calcolo sia la più corretta, e la migliore per comparare la copertura di plafoniere diverse.

Consumo

La rilevazione del consumo istantaneo è stato reso possibile grazie all’utilizzo del comodo strumento RCE PM600 che è in grado di misurare anche il Cos(fi) (o sfasamento). Il risultato viene fornito direttamente in watt.

Aqamai LRM consumo

Il calcolo della corrente assorbita e quindi della potenza risulta essere il seguente:

Plafoniera Aqamai LRM: 90,88 watt. Considerando che a 17 cm la plafoniera sviluppa al centro 2.285 μmol m-2 s-1, si può dire, in prospettiva, che abbia un valore di picco di 25,14 μmol m-2 s-1 w-1 (PAR per watt). Un valore molto più alto delle già viste Philips CoralCare, dovuto alla scelta di distribuzione.

Un valore più basso di quello dichiarato di 100 w. Presumibilmente questo dipende forse anche dal regime di rotazione delle ventole.

La comparazione con le altre plafoniere in commercio

Da poco abbiamo cominciato ad usare il nuovo Quantum Meter MQ-510 di Apogee. Per cui i dati di comparazione fra plafoniere non sono del tutto confrontabili visto che prima utilizzavamo la sonda Seneye. La Aqamai LRM è la seconda plafoniera con cui adottiamo questo metodo, per cui molte comparazioni vedranno la luce nelle prossime settimane. Per inciso abbiamo già misurato i valori della Cetus 2 (anteprima), della Aqamai LRS.

Considerando però queste prime due plafoniere testate possiamo fare un interessante comparazione sull’energia prodotta.

EnergiaCostoConsumoEnergia/€Energia/w
Aqamai LRM a 17 cm642.64946590,881.3827.071
Aqamai LRM a 37 cm 721.67646590,881.5527.941
Aqamai LRM a 57 cm 616.47046590,881.3266.783
Philips CoralCare a 17 cm1.858.572749190,502.4819.756
Philips CoralCare a 37 cm 1.340.533749190,50 1.7907.037
Philips CoralCare a 57 cm 933.246749190,50 1.2464.899

L’energia prodotta per singolo watt è molto più costante alle singole distanze nella Aqamai LRM piuttosto che nelle Philips. Nello stesso modo l’energia per watt man mano che ci si allontana dal punto di emissione rimane migliore per le Aqamai che non per le Philips, che ovviamente avendo i led sulla superficie esterna, vanno a perdere maggiormente ai bordi. Valori per watt complessivamente paragonabili a 37 cm, anche se va ricordato che le Philips costano praticamente il doppio e consumano il doppio, ed hanno di conseguenza valori maggiori.

PlafonieraPARWattPrezzo PAR/watteuro per watt
 GNC 466 696 (Seneye) 120 1.400 euro 5,8 diffusa 11,7
 Orphek Atlantik V4 1.515 (Apogee) 226 1.099 euro 6,7 diffusa 4,9
Philips CoralCare 2019 2.088 (Apogee) 190 749 euro 11 diffusa 3,9
 Maxspect Ethereal 689 (Seneye) 130 500 euro 5,3 semidiffusa 3,8
 Barra Led Askoll Pure Marine 237 (Apogee) 28 n.d. 8,4
 Zetlight UFO ZE-8000 791 (Seneye) 91,5 500 euro 8,6 cluster 5,5
 Aqamai LRM 2.285 (Apogee) 90,88 465 euro 25,14 doppio cluster 5,1
Aqamai LRM in livrea nera

Strumenti alla mano, la Aqamai LRM registra il valore di PAR per watt di picco più alto mai passato sotto le nostre mani. A livello di euro per watt sono nella media.

Costi di Mantenimento

Le plafoniere Aqamai LRM costano 465 euro.

La potenza assorbita abbiamo visto essere pari a 90,88 watt, quindi un rapporto di costo/watt pari a circa 5,1 euro per ogni watt. Per fare un paragone con le altre plafoniere che abbiamo avuto per le mani è sufficiente far riferimento alla seguente tabella.

PlafonieraPrezzoConsumoRapporto euro per watt
Philips Coralcare 2019749 euro190 watt3,9 euro per wattDaniReef LAB
Maxspect Ethereal500 euro126 watt4,0 euro per wattTest
Radion XR30w G2 PRO
790 euro170 watt4,7 euro per wattRecensione
Radion XR30w G4 PRO915 euro190 watt4,8 euro per wattArticolo
OceanLed Sunrise 600870 euro180 watt4,8 euro per wattTest
Orphek Atlantik V41099 euro226 watt4,9 euro per wattTest
Radion XR30w G2690 euro140 watt4,9 euro per wattRecensione
Radion XR30w G4760 euro150 watt5,1 euro per wattArticolo
Aqamai LRM
465 euro87,5 watt5,1 euro per watt.
Zetlight UFO ZE-8000500 euro91,5 watt5,5 euro per wattTest
CEAB Slide & Led2.700 euro275 watt9,8 euro per wattRecensione
Sicce GNC 4661.592 euro120 watt13,3 euro per wattRecensione

.

La plafoniera è costruita davvero molto bene, estremamente filante, e piuttosto semplice da programmare, soprattutto se si vogliono utilizzare i programmi preimpostati. I PAR sono buoni soprattutto al centro, e sono perfetti come efficienza, certo non possono competere con plafoniere che consumano il doppio, anche se si comportano in maniera egregia per quello che consumano. Perfette per coralli esigenti probabilmente in una superficie 30×30 cm, ma che consentono comunque di allevare di tutto. Il costo per watt è nella media di quelli misurati ed i PAR di picco per watt espressi sono da primato. L’energia globale espressa è buona, anche se ovviamente non può competere con plafoniere che consumano e costano quasi il doppio. Cos’altro chiedere?

Domande e commenti, come sempre, sono le benvenute. E soprattutto, vi piace questa metodologia di misura?


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.