NEWS

Massimo Morpurgo parla della pericolosa Palitossina, non perdetelo al PetsFestival


Come avevamo annunciato la settimana scorsa parlando di Dana Riddle (articolo) il PetsFestival si avvia verso il completamento degli spazi espositivi, e continuano a trapelare dall’organizzazione i dettagli dei conferenzieri. Dopo il botto della scorsa settimana, arriva il primo conferenziere italiano, Massimo Morpurgo, biologo e curatore degli acquari al Museo di Scienze Naturali di Bolzano.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Massimo Morpurgo, oltre che un amico ed un biologo di altissimo livello, è diventato uno dei massimi esperti di Palythoa e Palitossina in acquario. Diversi mesi fa infatti è stato pubblicato sulla rivista scientifica Toxicon l’articolo “An aquarium hobbyist poisoning: Identification of new palytoxins in Palythoa cf. toxica and complete detoxification of the aquarium water by activated carbon” (Intossicazione di un acquariofilo: identificazione di nuove palitossine in Palythoa cf. toxica e completa detossificazione dell’acqua d’acquario mediante carbone attivo), in cui Massimo figura fra gli autori.

Nell’articolo viene documentato il primo caso in Italia (a Bolzano) di un acquariofilo intossicato inalando palitossine durante le operazioni di eradicazione di una colonia di Palythoa dal proprio acquario mediante acqua bollente.

Da quando è stato pubblicato quell’articolo sono assunti alle cronache diversi casi importanti di intossicazione, fra cui ricordiamo:

  1. Una intera famiglia è andata in ospedale dopo aver pulito l’acquario
  2. Una famiglia, ed il loro cane, quasi morti a causa della palitossina
  3. La Xenia, la palitossina ed un altro caso di forte intossicazione

La conferenza di Massimo Morpurgo

Per questo motivo Massimo è stato invitato a parlare di Palythoa e Palitossina, per farci capire se il rischio sia reale, e cosa possiamo fare noi per evitarlo.

  • Palythoa e palitossine in acquario: rischi reali per la salute degli acquariofili?.Conferenza che si terrà sabato 20 ottobre alle ore 16;

Per partecipare alle conferenze quest’anno PetsFestival richiede la prenotazione obbligatoria al seguente indirizzo email: petsfestivaleventi@gmail.com. Cosa che, onestamente, vi consiglio di fare al più presto per prenotare i posti disponibili.

Francesco Guarnieri e Massimo Morpurgo con DaniReef e HkK.2003 durante l’Interzoo 2018

La storia di Massimo Morpurgo

Massimo Morpurgo, biologo, ha iniziato a coltivare la passione per gli acquari a soli 12 anni allestendo il proprio primo acquario di acqua dolce da 100 litri. Proseguendo poi con gli acquari mediterranei e successivamente di barriera. Dal 1997 lavora come curatore degli acquari al Museo di Scienze Naturali di Bolzano dove gestisce un grande acquario di barriera corallina con numerose altre vasche ad esso collegate (in totale 10.000 litri d’acqua salata), oltre a vasche d’acqua dolce con specie nostrane e terrari con serpenti.  Ha collaborato, come consulente di acquariologia, con Aquaprad, Centro Viste del Parco Nazionale dello Stelvio (BZ), il Museo dei Fossili di Bolca (VR), l’Acquario Sea Life Gardaland (VR) e il Museo delle Scienze di Trento.  Ha pubblicato numerosi lavori scientifici e decine di articoli di acquariologia su riviste italiane ed estere in italiano, tedesco, inglese, francese, polacco e olandese (Aquarium, Aquarium heute, Aquarium oggi, Aquarium Nature, DaniReef, Hydra, Oasis, Il mio acquario, Koralle, Coral).  Ha tenuto numerose relazioni su vari argomenti di acquariologia a convegni, corsi e seminari in Italia e all’estero.

Anche gli articoli che ha scritto su DaniReef sono innumerevoli e potete rileggerli semplicemente cliccando qui: Massimo Morpurgo su DaniReef.

Le conferenze al PetsFestival 2018

Fino ad oggi PetsFestival ha reso noto le conferenze di Dana Riddle (articolo), e quella di Massimo Morpurgo di cui stiamo parlando ora, ma ci hanno garantito che ogni settimana ci sarà la presentazione di un relatore diverso. Noi non mancheremo di parlarne, ma voi tenete d’occhio anche il sito del PetsFestival.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.