ARTICOLI

La garanzia – cosa significa e come ottenerla, tempi, modi e durata


Come procedere per far valere i propri diritti di garanzia

Questa parte finale è solamente un suggerimento su come riuscire a far valere i propri diritti per ottenere la garanzia più favorevole a cui si può attingere.

La Garanzia Legale rappresenta un diritto irrinunciabile. Spesso però il venditore informa l’acquirente in modo poco chiaro: ad esempio potrebbe capitare che si comunicasse che la garanzia vale solo per pochi giorni o che il produttore la limiti a 12 mesi. Si tratta di informazioni errate che allontanano il consumatore dalla consapevolezza dei propri diritti. La garanzia si applica in termini rigidamente regolamentati per legge che non possono essere oggetto di trattativa in senso sfavorevole al consumatore.

Una eventuale problematica inoltre potrebbe essere rappresentata dall’assenza dell’involucro originale. Capita che venga negata la garanzia al consumatore che ha gettato l’imballo originale. L’involucro originale non rappresenta invece un presupposto essenziale per il rispetto del diritto di garanzia Legale. Mentre è assolutamente e sempre necessario una prova di acquisto certa per poter accedere alla garanzia. Per il riconoscimento della garanzia Convenzionale invece le aziende possono richiedere che l’imballo sia integro.

Come è meglio comportarsi?

Risulta difficile capire a priori in quali casi sia più conveniente richiedere l’una o l’altra garanzia, ovviamente nel caso in cui entrambe abbiano corso di validità. Il consumatore potrà scegliere se affidarsi alla garanzia convenzionale, contattando il produttore, o se affidarsi alla garanzia legale contattando il venditore.

Comodità: Il cliente potrà scegliere di rivolgersi al produttore se è più comodo per lui da raggiungere rispetto al venditore. Questo però non esclude il fatto che possa comunque, entro i termini di legge, chiedere l’intervento del rivenditore se non è soddisfatto dalla proposta del produttore.

Il nostro consiglio, comunque, è sempre quello, se possibile di sfruttare la garanzia Convenzionale offerta dal produttore, laddove il proprio problema sia coperto. In questo modo si evita quasi sicuramente un passaggio, e generalmente i tempi di attesa si riducono in maniera considerevole.

Limitazioni: Il produttore solitamente esclude dalla garanzia le “parti di consumo” perché per sua esperienza sono soggette a tempi di usura imprevedibili ed è normalmente previsto che vengano sostituite. La garanzia legale invece non prevede che alcune parti possano essere escluse e si può chiedere l’intervento del rivenditore che, indipendentemente dalle condizioni di garanzia dal produttore, è costretto a riconoscerlo in garanzia (a meno che non sia in grado di dimostrare il cattivo utilizzo).

Rapidità: Non essendoci dei tempi previsti a norma di legge, il consumatore potrebbe preferire pagare qualche costo accessorio e rivolgersi al produttore per accelerare la riparazione o sostituzione. In quanto, normalmente, le spese di spedizione non sono previste, giusto per fare un distinguo.

Attenzione: è consigliabile rivolgersi a negozi che non è previsto cessino l’attività nei due anni in cui vale la garanzia. Certo questo consiglio non sempre è semplice da seguire. Ma ricordiamoci che se il rivenditore dovesse chiudere l’attività o semplicemente dovesse risultare introvabile, sarà impossibile per il consumatore far valere i propri diritti relativi alla garanzia Legale, che, ricordiamo, si esplica fra acquirente e venditore. In questo caso rimane solo la garanzia Convenzionale, che però potrebbe avere durata inferiore.

Acquistare senza scontrino, “in nero”, o all’estero

Oltre che essere illegale, l’acquisto di prodotti “in nero”, quindi senza alcuna prova d’acquisto, potrebbe essere allettante per il consumatore per il costo contenuto. Tuttavia con questa scelta vengono ovviamente persi tutti i diritti previsti sia dalla garanzia legale che dalla garanzia convenzionale. oltre che essere passibili di incriminazione penale.

Senza la prova d’acquisto è molto difficile che un produttore possa accettare di riconoscere una qualunque forma di garanzia.

Allo stesso modo acquistare un prodotto all’estero, al di fuori dell’Unione Europea, senza passare per l’importatore, può significare non avere nessun diritto sulla garanzia. Se non spedendo il prodotto, a proprie spese, al produttore originale.

La garanzia di un prodotto viene rilasciata in forma scritta

All’acquisto di un prodotto è sempre bene leggere le condizioni di garanzia offerte dal produttore e non dare per scontato nulla. La garanzia Convenzionale è infatti libera e può variare sensibilmente da produttore a produttore.

In assenza di condizioni di garanzia fornite con il prodotto è consigliabile contattare il produttore e chiederne una copia per iscritto. La garanzia Convenzionale infatti è fornita nel momento di acquisto del bene e non può essere cambiata o modificata in successivo momento.

Attenzione

Gli accordi di garanzia potrebbero generare confusione nei clienti. In realtà la gestione è regolamentata dalla legge ed è molto semplice: la garanzia sul prodotto, per tutto il prodotto e per due anni, senza costi, è data solo ed esclusivamente dal venditore.

Il prodotto viene proposto e acquistato presso il venditore e, di fatto, non esiste alcun contatto diretto fra consumatore e produttore, e non sussiste nessun obbligo del produttore verso il consumatore.

Il produttore e il venditore hanno degli accordi privati per gestire queste situazioni che prendono in considerazione la fiducia, le aspettative del prodotto ed il suo costo. Ad esempio alcuni produttori potrebbero riconoscere al venditore una percentuale di difettosità (ogni X prodotti acquistati si avrà diritto a Y prodotti in più come ricambi) o all’opposto potrebbero riconoscere una garanzia con condizioni pari a quella offerta al cliente. Sta al venditore regolare questi accordi fra lui e il produttore in modo tale da garantire un servizio soddisfacente.

La garanzia del produttore (o Convenzionale) è un servizio aggiuntivo che l’azienda produttrice potrebbe  mettere in atto per risolvere velocemente i difetti di produzione. Per questo potrebbe avere tempistiche, modalità, condizioni e costi differenti, considerando che il cliente per qualsiasi problema può rivolgersi direttamente al negoziante.

Crediti:

Si ringrazia Davide Affo di UltraReef per la preziosa ed attiva collaborazione nella stesura di questo articolo.

Se avete domande sentitevi liberi di chiedere esponendo il vostro caso, nel limite del possibile cercheremo di rispondervi. Noi invece contatteremo tutti i produttori italiani per chiedere loro la politica ed i termini di applicazione della Garanzia Convenzionale.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.