ARTICOLI

Aqamai LRM – il test sulla nuova plafoniera italiana


Aqamai LRM – le nostre rilevazioni

Come è nostro solito abbiamo potuto fare un po’ di misurazioni tramite la sonda del sistema Seneye Reef che abbiamo recensito tempo fa, il cui software è stato aggiornato ultimamente e permette la rilevazione di lux, PAR e PUR.

Abbiamo provveduto a fare cinque misurazioni, tutte al centro dei cluster della plafoniera. Per uniformità con tutte le altre misurazioni fatte, ci siamo posti con la sonda a 20 cm esatti di distanza dalla plafoniera. In questa configurazione in pratica abbiamo misurato la potenza massima espressa dal singolo cluster. Poi la potenza massima espressa da ognuno dei sei canali. Abbiamo anche misurato la potenza assorbita.

Aqamai LRM - PAR e LUX misurati

Come si può vedere dal grafico le misurazioni ottenute sono state

  • PAR: 1.088
  • Lux: 40.165
  • PUR: 74%

Vediamo invece i 6 canali presi singolarmente. Abbiamo alternato tutti i canali a turno, lasciandone uno solo acceso al 100% alla volta.

Canale Gradazione PAR LUX PUR Consumo
 Canale Ciano    318  11.760  76%  23,24 w
 Canale Blu    294  10.874  86%  24,41 w
 Canale Viola    62  2.292  87%  13,00 w
 Canale Rosso    108  4.007  90%  7,62 w
 Canale Verde    50  1.852  32%  6,72 w
 Canale Bianco    265  9.800  58%  24,15 w
 Tutti i Canali    1.088  40.165  74%  87,5 w

.

E’ facile notare dalla tabella che il maggior contributo per i PAR ed i Lux sono i canali dei Ciano, dei Blu e dei bianchi rispettivamente. Gli altri tre canali incidono davvero poco.

Una cosa sono sicuro non abbiate notato. I canali presi singolarmente esprimono maggior potenza che presi tutti assieme. Quasi che il particolare chip adottato, o l’alimentatore, non riesca a spingere tutti i led al massimo, oppure analogamente a come fatto dalle AquaIllumination HD si può togliere parte della potenza da una canale per darlo all’altro.

Consumo

La rilevazione del consumo istantaneo è stato reso possibile grazie all’utilizzo del comodo strumento RCE PM600. Il risultato viene fornito direttamente in watt.

Aqamai LRM - Consumo totale

Il calcolo della corrente assorbita massima e quindi della potenza risulta essere 87,50 watt.

Un valore più basso rispetto a quanto dichiarato di 100 w (-12,5%)  che potrebbe anche essere dovuto ad un diverso regime di rotazione delle ventole.

La comparazione con le altre plafoniere in commercio

Il discorso deve essere inquadrato sulla scorta delle misurazioni precedenti fatte su plafoniere comparabili. Soprattutto possiamo confrontare il valore con le recenti Philips CoralCare (articolo) la GNC 466 (recensione) e la Maxspect Ethereal (articolo). La Philips ha fatto registrare 1.496 PAR e 55.230 Lux, la GNC 696 PAR e 25.697 Lux mentre l’Ethereal 689 PAR e 25.440 Lux. Ma il confronto più preciso può essere fatto con le plafoniere a cluster, come la Zetlight UFO (articolo) che ne ha uno solo e che ha registrato una misurazione di 791 PAR e 29.193 Lux. Ovviamente considerando che la Aqamai possiede ben 2 cluster e non uno solo.

Stando a questi valori siamo su valori ottimi di Lux per Watt, ma dobbiamo ricordarci che stiamo parlando di una plafoniera a singolo cluster per cui il confronto deve essere necessariamente fatto con plafoniere comparabili come UFO e Radion.

Plafoniera PAR LUX Watt Prezzo Lux/watt euro per watt
 GNC 466  696   25.697  120  1.400 euro  214  11,7
 Philips CoralCare  1.496  55.230  190  749 euro  291  3,9
 Maxspect Ethereal  689  25.440  130  500 euro  196  3,8
 Zetlight UFO ZE-8000
 791  29.193  91,5  500 euro  319  5,5
 Aqamai LRM
 1.088  40.165  87,5  465 euro  459  5,2

.

In pratica, strumenti alla mano, i lux per watt sono superiori anche alla Philips CoralCare, ma la resa sulla superficie sarà ottimale solo in un area più ristretta. La copertura ottimale secondo noi è quella di un’area di 50×40 cm per coralli duri SPS.

Aqamai LRM - Il design

Il confronto invece con una Radion G2 PRO, qui la nostra recensione, no n più in commercio ma la più recente Radion che abbiamo potuto provare, ci porta a centro plafoniera un valore di 2.117 PAR, 78.049 Lux ed un PUR del 72%. In questo caso il confronto è di una resa pari a circa la metà. Ovviamente anche il consumo è praticamente pari alla metà.

Costi di Mantenimento

La Aqamai LRM costa 465 euro.

La potenza assorbita abbiamo visto essere pari a 87,5 watt, quindi un rapporto di costo/watt pari a circa  5,2 euro per ogni watt. Per fare un paragone con le altre plafoniere che abbiamo avuto per le mani è sufficiente far riferimento alla seguente tabella.

Plafoniera Prezzo Consumo Rapporto euro per watt  
Maxspect Ethereal 500 euro 126 watt 4,0 euro per watt Test
Philips Coralcare 749 euro 190 watt 3,9 euro per watt Test
Radion XR30w G2 PRO
790 euro 170 watt 4,7 euro per watt Recensione
Radion XR30w G4 PRO 915 euro 190 watt 4,8 euro per watt Articolo
OceanLed Sunrise 600 870 euro 180 watt 4,8 euro per watt Test
Radion XR30w G2 690 euro 140 watt 4,9 euro per watt Recensione
Radion XR30w G4 760 euro 150 watt 5,1 euro per watt Articolo
Aqamai LRM
465 euro 87,5 watt 5,2 euro per watt  
Zetlight UFO ZE-8000 500 euro 91,5 watt 5,5 euro per watt Test
CEAB Slide & Led 2.700 euro 275 watt 9,8 euro per watt Recensione
Sicce GNC 466 1.592 euro 120 watt 13,3 euro per watt Recensione

.

La plafoniera è costruita molto bene, estremamente sottile e ci piace molto il suo software. Il costo per watt non è fra i migliori della categoria ma sprigiona un numero elevato di lux grazie al cluster concentrato, molto più di quello che la mera potenza lasci intendere.Ci piace poi che il wi-fi sia integrato e non necessiti di un apparecchio esterno, a volte addirittura a pagamento, per essere configurata. Sulla configurazione di dettaglio torneremo in un futuro articolo di approfondimento.

Domande e commenti, come sempre, sono le benvenute.


7 commenti on Aqamai LRM – il test sulla nuova plafoniera italiana

  1. Riccardo

    Beh Danilo.. direi che questa può essere un’ottima plafoniera per chi gestisce un nanoreef dedicato a sps, con un prezzo decisamente inferiore rispetto ai competitors….

  2. Enrico B.

    Salve dopo aver letto la rece ho comprato due plafoniere e le ho installate con soddisfazione , ho solo due domande se ha tempo e voglia di rispondermi…
    la prima riguarda la possibilità di far entrare nelle rete wifi le plafoniere in modo da poterle controllare da remoto o comunque all’interno della rete wifi senza dovere fare ogni volta il collegamento punto punto da app di cellulare alla lampada, in quanto quando premo su “rileva rete” l’app rmane bloccata senza mostrare le rete wifi e qundi non posso collegarla alla mia..non capisco se é un problema non ancora risulto dalla casa o che cosa…

    la seconda domanda é molto più relativa ai canali colori .. attualmente uso la 14.000 Kelvin, però mi piacerebbe sapere quali dei canali colori si potrebbero aumentare per creare una condizione ideale senza stravolgere i colori naturali della vasca..
    in attesa saluti
    E.B.

    • Ciao Enrico.
      Teoricamente dovrebbe essere una feature in via di soluzione. Più tardi proverò anche con la mia.
      Bhè sui colori ci sarebbe da aprire un mondo. Teoricamente noi dovremmo stare sulla gradazione solare, ma avremmo una vasca molto virata sul rosso. Quindi poi virare sul blu diventa una esigenza estetica. Tutto però dipende da quanto vuoi spingere e quali coralli hai in vasca.
      Per approfondire ti aspettiamo nel nostro forum forum.danireef.com

  3. Enrico B.

    Grazie per la tua celere risposta…immaginavo ci fosse un problema poiché me lo fa’ su tutte e due le plafoniere….per la curva colori allora rimango sulla 14.000 k. Magari alzo um po’ i led blu….

  4. andrea

    Ciao Danilo, ho una domanda…. ho una vasca 120×40 cm prevedo di montare n.2 lampade aqamai e se possibile collegarle insieme, volevo sapere se c’è una distanza minima da considerare tra il livello dell’acqua e la plafoniera considerando che ho una vasca chiusa con coperchio
    grazie

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.