NEWS

Una intera famiglia è andata in ospedale dopo aver pulito l’acquario


Palythoa sp. Un’altra vittima della palitossina. Una intera famiglia di Adelaide (Australia) è stata ricoverata in ospedale.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Il tutto è nato quando una signora ha iniziato a fare manutenzione nel proprio acquario marino. E cominciando a maneggiare una roccia con dei Palythoa questi hanno fatto reazione, e, come ben sappiamo per aver parlato più volte di questo argomento, hanno sprigionato nell’aria il loro pericoloso aerosol. L’intera famiglia è quindi stata ricoverata in ospedale, padre e madre e ben 5 figli.

La storia quindi è purtroppo molto semplice. Non è la prima volta che capita e sicuramente non sarà l’ultima. Ad Adelaide però questa cosa non era così chiara tanto che per investigare sulle cause sono state inviate le squadre speciali.

Inizialmente infatti si era pensato ad un qualche strano attacco chimico piovuto dal cielo. Per cui è stata chiusa la strada, è stato fatto un cordone di sicurezza e si sono attesi gli specialisti chimici per affrontare e capire il problema.

Continuando nelle indagini la squadra speciale ha poi contattato dei biologi marini esperti. Ed il problema è stato praticamente svelato. Ma come hanno poi raccontato ai media nessuno ad Adelaide aveva mai visto questo problema. Per altro ritenuto abbastanza raro anche dagli esperti stessi.

Noi avvisiamo sempre di maneggiare con cura rocce in cui vi siano Palythoa e di non procedere mai alla rimozione manuale degli stessi.

La Palitossina

La palitossina è una tossina che viene sprigionata da Zoantidi e Palythoa, soprattutto dalle seguenti specie:

  • Palythoa cf. toxica;
  • Palythoa heliodiscus;
  • Palythoa tuberculosa;
  • Palythoa grandis.

Mentre sembra essere immune la specie più comune di Palythoa, ovvero la Palythoa mutuki.

Questa palitossina si sprigiona quando gli animali vengono “disturbati” nel senso più generale del termine. Quando ad esempio vengono grattati via dalle rocce, quando le rocce stesse vengono bollite, e così via. In questi casi si sprigiona un aerosol che si diffonde rapidamente nell’aria e contamina tutti i presenti nel raggio di diversi metri. Ovviamente dipende molto da come si è interagito con i Palythoa.

Data la loro estrema pericolosità vi consigliamo di maneggiarli con cura e di informarvi preventivamente.

Aggiungiamo anche il video della televisione australiana… bhè da vedere, non dico altro

Noi, come sempre, siamo a vostra completa disposizione.

[fonte: The Advertiser]


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.