ARTICOLI

Philips CoralCare: le nostre rilevazioni


Misurazioni

Non possiamo ancora sbilanciarli sui coralli perché l’acquario sta crescendo in questi mesi. Ma abbiamo potuto fare un po’ di misurazioni veloci tramite la sonda del sistema Seneye Reef che abbiamo recensito tempo fa, il cui software è stato aggiornato ultimamente migliorando notevolmente il comparto del luxmetro e del rilevatore di PAR inserendo anche i PUR.

Abbiamo provveduto a fare tre misurazioni, tutte al centro e per uniformità con tutte le altre misurazioni fatte, ci siamo posti a circa 20 cm di distanza dalla plafoniera, in questa configurazione in pratica abbiamo misurato la potenza massima espressa dalla plafoniera. Poi la potenza massima espressa dal solo canale 1 e dal solo canale 2.

rilevazione-philips-coralcare

Come si può vedere dal grafico le misurazioni ottenute sono state

  • PAR: 1.496
  • Lux: 55.230
  • PUR: 70%

Con il solo canale dei bianchi abbiamo ottenuto invece

rilevazione-philips-coralcare-solo-luci-bianche

  • PAR: 744
  • Lux: 27.462
  • PUR: 57%
  • Kelvin 4.967

Con il solo canale dei blu abbiamo ottenuto invece

rilevazione-philips-coralcare-solo-luci-blu

  • PAR: 754
  • Lux: 27.844
  • PUR: 84%

E’ anche possibile vedere la curva semplificata dei due canali e la curva risultante. Salta all’occhio come la calibrazione del canale 1, ovvero quelli dei blu, esprima praticamente la stessa componente di PAR e LUX, e un valore di PUR molto più elevato (+47%).

Ovviamente il discorso deve essere inquadrato anche sulla scorta delle misurazioni precedenti fatte su plafoniere comparabili. La GNC 466 ad esempio, qui l’estesa recensione,  ha fatto registrare un valore di 696 PAR e 25.697 Lux. Stando a questi valori siamo su valori più che raddoppiati.

Il confronto invece con una Radion G2 PRO, qui la nostra recensione, la più recente Radion che abbiamo potuto provare, ci porta a centro plafoniera un valore di 2.117 PAR, 78.049 Lux ed un PUR del 72%. I valori molto più alti però non debbono far dimenticare che le Radion sono plafoniere a Cluster, e quindi con un valore molto alto a centro plafoniera, ma decadono rapidamente in tutti gli altri contesti a differenze di plafoniere come questa Philips CoralCare e la GNC 466 che invece hanno i led su una superficie estremamente più ampia.

Dal punto di vista della copertura infatti le ultime due sono estremamente più performanti di qualsiasi Radion. A quel punto sono filosofie costruttive che si possono o meno preferire.

Consumo

La rilevazione del consumo istantaneo è stato reso possibile grazie all’utilizzo del comodo strumento RCE PM600 che è in grado di misurare anche il Cos(fi) (o sfasamento). Il risultato viene fornito direttamente in watt.

philips-coralcare-consumo-elettrico

Il calcolo della corrente assorbita e quindi della potenza risulta essere il seguente:

Plafoniera Philips CoralCare: 193 watt

Un valore praticamente coincidente con quello dichiarato di 190 w.

Costi di Mantenimento

La Philips CoralCare costa 749 euro.

La potenza assorbita abbiamo visto essere pari a 193 watt, quindi un rapporto di costo/watt pari a circa  3,88 euro per ogni watt. Il valore migliore che abbiamo mai registrato fino ad oggi. Per fare un paragone con le plafoniere con altri sistemi che abbiamo avuto fra le mani, Ceab Slide&Led aveva 9 euro per watt, mentre la GNC AM 466 aveva un ben più sfavorevole 13,3 euro per watt, le Radion invece avevano fra 4,64 e 4,93 a seconda della versione presa in considerazione, e la OceanLed Sunrise 600 a 4,83 euro per watt.

2016_08 Philips CoralCare on DaniReef Tank 03

Conclusioni parziali

Non possiamo scrivere delle vere e proprie conclusioni, perché non abbiamo ancora avuto il tempo di portare a termine la prova sul nostro acquario, ma possiamo comunque provare a dirvi cosa ne pensiamo fino ad ora.

2016_05 Interzoo Norimberga Philips CoralCare Plafoniera Led 07

La plafoniera è costruita molto bene, imponente, solida, ed ha un costo per watt fra i migliori della categoria. Certo stilisticamente non è fra le più belle. Ma è una plafoniera che bada al sodo. Tanta potenza per euro. Semplice da programmare. La potenza specifica è molto alta e grazie alle misurazioni effettuate dovrebbe coprire agevolmente una superficie pari a 100×80 come dichiarato per coralli poco esigenti e 80x60cm per coralli esigenti.

Ne parleremo ancora a breve, ma se avete domande siamo a vostra disposizione.


4 commenti on Philips CoralCare: le nostre rilevazioni

    • Vero e falso. Da una parte questo consente di risparmiare costi di sviluppo per metterli nella plafoniera, e magari proporli in un secondo momento. Dall’altra invece la semplicità di programmazione non permette di fare danni. Il tutto diventa quindi notevole.

      Poi sono scelte… ci sono cose che potrebbero essere migliorate, è vero, ma se la luce è ottima, tutto il resto va in secondo piano… o no?

  1. steno81

    Ciao Dani!!
    Complimenti per l’articolo interessante ed esaustivo come sempre!!
    Volevo chiederti un parere..sarei intenzionato a sostituire la mia hydra 26hd con questa coralcare sul mio cubo 55x55x55 con principalmente sps per poter avere una luce maggiormente diffusa e per non avere il problema di zone troppo illuminate rispetto ad altre…
    Tu cosa ne pensi? A che altezza dal pelo dell’acqua posizioneresti la plafoniera?
    Grazie mille!!!
    Stefano

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.