NEWS

Le novità LGMAquari presentate al Piacenza PetsFestival 2014


2014_10_petsfestival_108

Durante il PetsFestival LGMAquari ha presentato diverse novità, a partire da un nuovo schiumatoio, reattori di calcio e fitoplancton.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Ma prima di iniziare la trattazione più specialistica non possiamo che applaudire lo stand partenopeo dove Geppy e Manuela hanno ricevuto chiunque con il sorriso sulle labbra ed hanno offerto a tutti il loro caffè, come tradizione oramai consolidata.

Partiamo dal piccolo, e presentiamo due novità per chiunque abbia un piccolo acquario e quindi poco spazio sotto di esso.

In un angolo dello stand infatti trovava posto una bellissima sump di dimensioni molto contenuti che aveva al suo interno un piccolo reattore di calcio ed un piccolo schiumatoio.

Lo schiumatoio, che è il modello LGMAquari LGs NanoS, ha i soliti caratteri distintivi che siamo soliti riconoscere nei prodotti di LGMAquari, quali lo scarico in altezza ed ha oramai adottato il PVC bianco per la maggior parte delle strutture tornite, con i tubi invece costruiti con il classico PVC grigio ad uso alimentare. Le pompe utilizzate sono delle Sicce.

2014_10_petsfestival_106

L’impronta a terra dello schiumatoio è di 22×12 cm, ed è alto 51 cm, LGMAquari lo consiglia per acquari fino a 160 litri, La pompa dovrebbe essere una Sicce SK200 da 12 watt di consumo.

Il reattore di calcio si chiama LGMAquari LGr NanoRS, l’impronta a terra è davvero minima pari a 17,5×13 cm ed una altezza di 44 cm, perfetto per acquari fino a 250 litri, ma il tutto dipende dal tipo di animali ospitati e dal loro rateo di crescita. Il consumo è di soli 9 watt con una pompa che dovrebbe essere una Newa NJ 800 da 800 l/h.

La particolarità del reattore di calcio è quella di non avere più la calotta svitabile ma un pratico sistema di viti che tiene unite la calotta al reattore stesso.

Per me, che lavoro spesso direttamente in sump, e che faccio (o meglio vorrei fare) solo dei rabbocchi, è il modo più pratico per metterci le mani, senza diventare matto a svitarlo e senza quindi doverlo estrarre fisicamente dalla sump. In una parola, così lo preferisco.

2014_10_petsfestival_105

Lo abbiamo visto nella foto di apertura, e qui lo vediamo ancora meglio, il nuovo schiumatoio LGs 2500 monster alimentato da ben due pompe Sicce PSK 1200 interne, in modo da occupare poco spazio ma allo stesso tempo risultare potentissimo, una bomba che ci piacerebbe avere sotto il nostro acquario… posto che sia grande abbastanza… l’acquario

2014_10_petsfestival_104

La costruzione appare praticamente perfetta, e finalmente si vede che lo schiumatoio è completamente smontabile, anche perché avendo la pompa interna non potrebbe essere altrimenti, ma lo riteniamo un deciso passo avanti, sia per quello che riguarda la manutenzione che per quello che riguarda lo spazio occupato in sump. Ovviamente questo è uno schiumatoio… tri-pompa, visto che alle due pompe di schiumazione si somma anche quella di alimentazione.

Da notare anche il cono trasparente incollato al corpo, in modo da poter perfettamente vedere dove parte la schiumazione.

Il diametro, come dice il nome, è di ben 25 cm, una enormità!

2014_10_petsfestival_101

Infine a fianco allo schiumatoio vediamo anche un reattore di zeolite, l’LGMAquari AZ1, che può essere totalmente automatizzato.

Visto come nella foto superiore funziona come un reattore di zeolite classico, con il manico a scuotimento, e che deve essere alimentato dalla sola pompa di flusso, mentre nel caso lo si volesse automatizzare ecco che basta aggiungere una pompa, come vediamo nella foto seguente.

2014_10_petsfestival_103

Portando a termine l’attacco, qui solo accostato, la pompa si occuperà di scuotere energicamente la zeolite contenuta all’interno del reattore.

Come sempre dobbiamo fare i complimenti a Geppy e Manuela per continuare a proporre nuovi prodotti o rivisitazioni degli stessi, segno di chi crede nel proprio lavoro e cerca continuamente nuove soluzioni.

2014_10_petsfestival_107


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.