NEWS

Una nuova laurea magistrale in biologia ed ecologia dedicata ai professionisti del settore


foto-laurea-mare

L’Università Federico II di Napoli propone il Corso Magistrale in Biologia ed Ecologia dell’ambiente Marino ed uso sostenibile delle sue risorse.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Forse in pochi lo sanno, ma una “laurea magistrale in scienze del mare e del paesaggio” esisteva già, presso l’Università La Sapienza.

Oggi però entra in campo la prestigiosa Stazione Zoologica Anton Dohrn, che insieme all’Università Federico II di Napoli, propone un nuovo Corso Magistrale in Biologia ed Ecologia dell’ambiente marino ed uso sostenibile delle sue risorse… in breve, “Laurea Mare”!

Questa laurea magistrale potrà costituire senza dubbio un’opportunità per tutti quegli appassionati che intendano fare il grande salto, proponendosi professionalmente con tutti i titoli del caso.

La laurea magistrale consente l’accesso all’albo dei biologi e permette dunque di operare in Italia in regime privato, ma anche l’accesso a tutti quei concorsi, in Italia ed in Europa, che prevedano una laurea in scienze biologiche.

Il corso di laurea sarà infatti tenuto interamente in lingua inglese e prevede larghi spazi per attività di laboratorio, in mare, persino in immersione subacquea.

La laurea magistrale si propone come punto di partenza per la formazione di biologi marini con alta specializzazione in grado di rispondere alla sempre più numerosa platea di giovani che chiedono di potersi formare nell’ambito di una delle principali vocazioni che caratterizzano il nostro territorio.

Le prove per l’ammissione al corso di Laurea si terranno a breve. Tuttavia, nel caso in cui non si raggiunga alla prima call il numero massimo di iscritti (com’è molto probabile in questa prima fase), sarà possibile per tutti iscriversi anche nei prossimi mesi.

Pertanto invitiamo tutti gli interessati a prendere visione delle informazioni relative al corso presso il sito web http://www.mare.unina.it/.

Peraltro, il corso vede la partecipazione di docenti da tempo “sul campo” in queste tematiche, come Valerio Zupo, che insegnerà “Gestione delle risorse costiere”, certamente includendo tante lezioni dedicate a mesocosmi ed acquari. Motivo in più per informarsi subito!


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.