CORALLI

One more thing: le foto subacque dei coralli di Pietro Romano


Le foto delle acropore dell'acquario di Pietro Romano

Dopo avervi ubriacato con l’articolo dell’acquario del mese di Pietro Romano uscito venerdì, di cui non mi dilungo davvero oltre con le parole, oggi vi presentiamo un succoso One More Thing.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Abbiamo infatti omesso di pubblicare tutte le fotografie subacquee che abbiamo fatto all’acquario di Pietro per lasciarle come ultimo e gustoso retroscena.

Se non l’aveste ancora fatto potete infatti leggere l’articolo, vedere tutte le foto pubblicate ed un bellissimo video in alta definizione, ma oggi potete focalizzarvi sulle fotografie effettuate immergendo la macchina fotografica in acquario, e senza il grosso vetro che ci divideva dai coralli possiamo aprezzare colori e forme davvero particolari.

Da questo possiamo subito capire quanto il grosso e spesso vetro frontale ci allontani dai veri colori dei coralli.

Eccovi quindi le foto subacquee dei coralli di Pietro Romano.

Soprattutto delle Acropore millepore fantastiche, ma non solo quelle, anche Tridacne ed Acropore, Seriatopore, Pocillopore, Stylopore…

Il consiglio, come sempre, è quello di ampliare la galleria a tutto schermo, e di scorrere le foto con le frecce della tastiera.

Buona visione.


3 commenti on One more thing: le foto subacque dei coralli di Pietro Romano

  1. massimo morpurgo

    Ciao Danilo,
    complimenti per le foto! Bella idea fotografare gli invertebrati dall’alto con la custodia subacquea.
    Con che obiettivo hai scattato le foto subacquee dei coralli? Con che tempo, diaframma e ISO? Vorrei provare anch’io.
    Massimo

    • Ciao Massimo, grazie dei complimenti. In effetti molte foto presenti su DaniReef sono fatte con questa tecnica, come quelle per l’acquario di Gianluca Favatà e di Andrea Negusanti.
      In genere comunque uso iso auto, priorità di diaframma, con diaframma tutto aperto, anche perché avendo una micro 4/3 non ho bisogno di molta profondità di campo, ne ho già troppa così. In questo caso ho scattato con un minimo di f3.5, nella vasca di Gianluca ho usato un fisso 20 1.7 ed ho scattato ad f1.7.
      Tempi di conseguenza, ma comunque da 1/60 in su, che avendo la macchina stabilizzata sono più che sufficienti.
      Aspetto di vedere le tue foto allora!
      Danilo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.