ARTICOLI

UltraReef AutoSkim – Recensione – spazzole per schiumatoio


UltraReef Autoskim Sistema autopulente per schiumatoi

Come avevamo annunciato qualche mese fa, abbiamo condotto un test, a corredo della prova dello schiumatoio Ultra Reef Akula uks-180, sul kit di pulizia semiautomatico UltraReef Autoskim.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Cos’è il kit UltraReef Autoskim

Il kit UltraReef Autoskim consiste in una coppia di spazzole ad azionamento manuale per la pulizia del collo del bicchiere dello schiumatoio senza dover estrarre il bicchiere dallo stesso.

Il kit si compone normalmente di 3 set di spatole di varie misure per potersi adattare a varie misure del collo dello schiumatoio, in modo da poter essere impiegato anche con schiumatoi diversi dalla serie Akula di Ultra Reef.

Il meccanismo di serraggio delle spatole si compone di un perno nero, con manopola, che viene inserito all’interno del coperchio del bicchiere che deve essere ovviamente forato. Il bicchiere quindi deve essere forato in tre punti, uno per il passaggio del perno, e due per il serraggio del “controtappo” in PVC.

Una volta inserito nel bicchiere dello schiumatoio sarà possibile ruotare la manopola che metterà in movimento le spazzole che puliranno il collo del bicchiere. Semplice, pratico ed efficiente.

UltraReef Autoskim Sistema autopulente per schiumatoi

Dal punto di vista costruttivo è necessario avvitare il cosidetto controtappo al coperchio del bicchiere dello schiumatoio. Per farlo si devono praticare 3 fori, due servono per avvitare il controtappo al coperchio dello schiumatoio, ed il terzo serve per la manopola che materialmente si occuperà di far girare le spazzole all’interno del bicchiere.

2013_12_ultrareef_autoskim_008

Sopra possiamo vedere il perfetto accoppiamento fra bicchiere dello schiumatoio e controtappo. Il perno nero che si vede si dovrà unire alle spazzole, e sarà in grado di ruotare autonomamente.

Inutile sottolineare che la qualità costruttiva è davvero ai massimi livelli, come ci ha abituato il costruttore milanese.

Una sola cosa, da questo punto di vista, non ci ha particolarmente convinto, ovvero l‘eccessivo gioco che il sistema perno-autoskim presentava anche dopo averci avvitato correttamente le spazzole. Contattato il costruttore a questo proposito ci è stato riferito che il mantenere poco vincolate le spazzole era una necessità di progetto, per potersi adattare a bicchieri leggermente diversi da quelli standard e per evitare anche di bloccarsi se non avvitati correttamente.

2013_12_ultrareef_autoskim_009

Sopra è possibile vedere come si presenta di profilo UltraReef Autoskim quando montato correttamente.

L’acquario di test, come quello relativo allo schiumatoio UltraReef Akula UKS-180 (leggi la nostra recensione), è sempre quello di Giuseppe, un acquario Elos da 120*57*50(h), fortemente votato agli SPS e con valori dei nutrienti estremamente bassi.

DSC_8801

L’idea che avevamo ipotizzato con Giuseppe era quella di utilizzare UltraReef Autoskim inizialmente solo a giorni alterni, ma Giuseppe era davvero troppo interessato a provarlo avendo in mente di migliorare la situazione quasi incredibile dei suoi nutrienti.

Così l’ipotesi è presto saltata e Giuseppe si è trovato ad utilizzarlo quotidianamente per spremere ancora al meglio il proprio schiumatoio.

2013_12_ultrareef_autoskim_003

Dopo qualche mese di utilizzo possiamo quindi promuoverlo a pieni voti, in quanto, come ben sappiamo, l’utilizzo di un simile accessorio ci permette di mantenere lo schiumatoio sempre alla sua massima efficienza, non avendo nessun degrado dovuto all’accumulo di fango sul collo del bicchiere stesso.

Abbiamo notato inoltre che sia meglio utilizzarlo più spesso, ovvero giornalmente, piuttosto che con pause di più giorni, anzi sarebbe ancora preferibile utilizzarlo mattina e sera, perché in questo modo si evita un qualunque accumulo di fango sul bicchiere e quindi sulle spazzole stesse.

Anche usandolo solo una volta al giorno, infatti, potrebbe capitare di avere le spazzole abbastanza unte e di dover quindi procedere ad una loro pulizia per continuare ad impiegarle con profitto.

Non abbiamo trovato nessuna controindicazione nell’usare le spazzole… potrebbero essere migliorate solo se fossero motorizzate, in modo da poter pulire continuamente il collo… ma questo probabilmente avrebbe un costo che non tutti sarebbero pronti a sostenere.

Il kit manuale, come quello presentato in queste pagine, senza il coperchio che nel caso deve essere acquistato a parte, ha un prezzo di 80 euro, il modello elettrico manuale invece 160 euro, mentre l’eventuale coperchio ha un costo di altri 40 euro.

In pratica per uno schiumatoio come l’Akula uks-180 che costa 550 euro significa dover investire altri 80 euro, ammettendo di forarsi da soli il proprio coperchio, ovvero il 15% del costo.

Secondo noi, e ci ripetiamo, l’UltraReef Autoskim è un ottimo accessorio che dovrebbe equipaggiare ogni schiumatoio venduto.

Qualità Costruttiva
Qualità
Rapporto Qualità Prezzo
Cosa ne pensate del kit UltraReef AutoSkim? Date il vostro voto
Final Thoughts

Overall Score 4
Readers Rating
1 votes
5

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.