ARTICOLI

Sicce Wave Surfer – controller per pompe di movimento non elettroniche – recensione


sicce wave surferSicce ha presentato già da diverso tempo il suo Wave Surfer, un controller per due pompe di movimento non elettroniche. Oggi possiamo vederlo da vicino ed analizzarlo.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

Il Wave Surfer è un controller per simulare il movimento in acquario delle correnti d’acqua, utilizzando però delle pompe di movimento convenzionali e non elettroniche, ovvero delle pompe che sono estremamente più economiche di quelle elettroniche.

Il bello di questo controller è che si può utilizzare non solo con le pompe di movimento Sicce Voyager della stessa marca, ma può essere utilizzato con qualsiasi pompa, di movimento e/o centrifuga per il suo impiego in acquario.

Dati Tecnici Sicce Wave Surfer

Il controller può comandare fino a due pompe da 100 watt e che abbiano un assorbimento inferiore a 1,5 Ampere.

Il Controller grazie all’utilizzo di due manopole può configurare le due pompe in modo che vengano utilizzate in maniera alternata da un minimo di 2 secondi ad un massimo di 150 secondi, o 2 minuti e mezzo, per ciclo.

sicce wave surfer

Con la prima manopola, quella di sinistra, si inserisce il tempo di durata del ciclo, da un minimo di 10 secondi ad un massimo di 5 minuti. Questo non è il tempo di funzionamento di ciascuna pompa, ma il tempo complessivo di entrambe. Ovvero se si inserisce 5 minuti, ogni pompa funzionerà per 2 minuti e mezzo.

Con la manopola di destra invece si può variare la distribuzione del tempo fra le due pompe a disposizione. In pratica si può decidere, in base alla dimensione dell’acquario, alla posizione relativa delle pompe, al tipo di rocciata e così via, se utilizzare le pompe in maniera simmetrica, cioè lo stesso tempo per ciascuna pompa, oppure utilizzare percentuali di tempo diverso fra entrambe le pompe, fino ad usare una pompa per un tempo quattro volte superiore all’altra.

sicce wave surfer

Per fare un esempio pratico potremmo inserire con la prima manopola un tempo di 5 minuti, e ruotare la seconda manopola completamente in senso antiorario, ottenendo P1p2. In questo modo il tempo totale di 5 minuti viene suddiviso dando maggiore importanza alla pompa P1, che lavorerà per 4 minuti e minore importanza alla pompa p2 che lavorerà per un solo minuto. Ovviamente è possibile scegliere tutte le combinazioni intermedie, e si può invertire questa cosa ruotando la manopola di destra in senso orario dando quindi maggior importanza alla pompa P2 invece della pompa p1.

Notate che la pompa che viene utilizzata per la maggior parte del tempo viene indicata con la lettera maiuscola.

Il Sicce Wave Surfer ha tre led luminosi che agiscono come spie di funzionamento. Il primo led in alto in centro, di colore verde, indica il funzionamento del Wave Surfer, mentre i due led blu posti alla sua destra indicano quale delle due pompe è attualmente in funzione. Il pulsantino di colore rosso, in centro in basso, indica invece l’attivazione della modalità notturna o della pausa per l’alimentazione, a seguito della sua pressione i led blu si spengono.

Sicce Wave Surfer

Appena si preme il pulsante infatti il Wave Surfer entra in pausa e spegne entrambe le pompe. La pausa è impostata di default su 4 minuti, ma il tempo può essere variato tenendo premuto il pulsante rosso per circa 7 secondi fino al lampeggio contemporaneo dei due led blu, e scegliendo con la manopola di sinistra il tempo di fermo pompe fra 10 secondi e 5 minuti.

sicce wave surfer

La modalità notturna si attiva premendo per 2 secondi il pulsante rosso che porterà il led verde centrale a lampeggiare indicando l’avvenuta impostazione, da quel momento per 8 ore funzionerà la sola pompa P1 senza interruzioni. In ogni caso la modalità notturna non diminuisce la portata delle pompe, ma varia solo la tipologia di flusso, quindi potrebbe valere la pena utilizzarla per dare un po’ di sollievo ai componenti delle pompe. Ogni 24 ore la funzione notte si attiverà in automatico, e non è possibile variare la sua durata predefinita in 8 ore.

Potete scaricare il manuale del Sicce Wave Surfer cliccando qui: Manuale Sicce Wave Surfer

Conclusioni

Il Sicce Wave Surfer costa ben 74,66 euro, che non è poco per un doppio timer, anche se ci può trovare scontato su Amazon a meno di 50 euro qua: Sicce Wave Surfer su Amazon.

La qualità costruttiva fa largo uso di plastiche, ma molto ben assemblate, i led sono di semplice lettura ed anche il pulsante per la pausa “pasto” è ben fatto sebbene forse un po’ piccolo.

Al di là della differenza di prezzo, la comodità rispetto ad un doppio timer tradizionale è innegabile, dato che con il Wave Surfer è possibile gestire tempi intervallati sino a 5 secondi per pompa, il problema semmai potrebbe solo essere quello della tenuta delle varie pompe che ci si andranno a collegare. L’intervallo massimo impostabile fra una pompa e l’altra di 2,5 minuti potrebbe invece sembrare troppo basso. Ma è ovvio che dovendo alternare le pompe ogni 6 ore questo non sarebbe l’accessorio adatto, troppo costoso e davvero non ne varrebbe la pena. Mentre il Sicce Wave Surfer è stato pensato proprio per dare un movimento simile a quello delle pompe elettroniche e per questo è davvero impagabile, il problema semmai, come già ricordato, può essere solo delle pompe che ci andranno collegate, se saranno capaci di sostenere un simile carico a lungo di attacca e stacca.

La qualità risultante quindi e la possibilità con poca spesa di automatizzare le proprie pompe non elettroniche è davvero allettante.

Non possiamo quindi che consigliare il Sicce Wave Surfer per l’utilizzo in acquario, magari proprio con un intervallo brevissimo per cambiare corrente nel nostro acquario.

Qualità Costruttiva 4star
Qualità 4star
Rapporto Qualità Prezzo 4star
Cosa ne pensate del Sicce Wave Surfer? Date il vostro voto
Final Thoughts

Overall Score 4
Readers Rating
2 votes
4.2

3 commenti on Sicce Wave Surfer – controller per pompe di movimento non elettroniche – recensione

  1. andrewcs

    io ho scelto il wave controll per le mie pompe..lo sto usando da 20 giorni quindi è poco per dare giudizi.. come hai detto tu Dani spero che non provochi sul lungo periodo un eccessivo stress meccanico ed eventuali conseguenze alle pompe a causa del breve intervallo..

  2. andrewcs

    Certo Dani ti devo ringraziare doppiamente..per il bellissimo lavoro che fai pubblicando articoli sempre interessanti e sopratutto perchè finalmente ho capito come funziona in wavecontroll perchè le istruzioni non mi sono state d’aiuto..
    cmq lo uso con due pompe Newa 2700 l/h
    a presto..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.