NEWS

Presentazione Ecotech Marine Radion XR30w PRO


EcoTech Marine Radion XR30w PRO plafoniera led

Dopo essere passato dalla plafoniera a led Sicce GNC AM 466 (recensione) ad una coppia di Ecotech Marine Radion XR30w G2 (presentazione) nel mese di novembre, mi sono accorto che, per i coralli che allevo ovvero quasi soprattutto SPS, la copertura dell’acquario non era ottimale, e che alcuni coralli avevano cominciato a soffrire. A questo punto ho deciso di aggiungere una terza Radion al sistema, e questa volta, anche per poter fare delle comparazioni, ho deciso di puntare sulla Ecotech Marine Radion XR30w PRO.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

La plafoniera esternamente è assolutamente identica alla versione G2, di fatto le plafoniere sono indistinguibili, ma vediamone tutte le caratteristiche tecniche:

EcoTech Marine Radion XR30w PRO plafoniera ledLEDs

Bianchi: 8 led Cree XT-E Cool White da 5w
Rossi: 4 led Osram Oslon SSL Hyper Red (660nm) da 3w
Verdi: 4 led Cree XP-E Green (520nm) da 3w
Blu: 8 led Cree XP-E Blue (468nm) da 3w
Royal Blu: 8 led Cree XT-E Royal Blue (442nm) da 5w

oltre a questi led, che sono presenti anche nella Ecotech Marine Radion XR30w G2, la PRO aggiunge anche i seguenti LED

  • Gialli: 2 led Osram Oslon SSL Yellow, 590nm, da 3w
  • Indigo: 4 SemiLEDs UV, 415nm, da  2,5w
  • Ultravioletti: 4 SemiLEDs UV, 405nm da 2,5w

Dimensioni

Lunghezza: 30 cm
Larghezza: 18 cm
Spessore: 3.9 cm

Consumo

Massimo consumo dichiarato per una singola plafoniera: 170 watt
Massimo consumo dichiarato della sola parte Led: 155 watt

EcoTech Marine Radion XR30w G2 plafoniera led

Radion_xr30w_pro_graphsQuello che le specifiche tecniche non dicono però sono le peculiarità di questa splendida quanto piccola plafoniera.

A destra potete vedere il grafico dello spettro emesso dalla Ecotech Marine Radion XR30w PRO, e più in basso la distribuzione PAR (Radiazione fotosinteticamente attiva).

In pratica questo vuol dire che la luce sarà molto vicina al blu e che quindi sarà molto apprezzata dai nostri coralli. Cionondimeno la presenza del led verdi e rossi ci consentirà di porre maggior risalto anche a queste colorazioni. A differenza della G2 la presenza dei semiled Indigo e UV dovrebbero far risaltare ancora maggiormente le fluorescenze dei nostri coralli. Il tutto  può (e deve) essere comandato tramite il programma ecosmart live che ci permetterà di variare ogni aspetto dell’intensità luminosa, di crearci il nostro spettro, ovviamente nei limiti dei led presenti, di agire come luce lunare e così via. La applicazioni sono infinite e le vedremo tutte nella nostra recensione che arriverà come al solito fra qualche mese.

La copertura ideale delle Radion rimane nell’intorno dei 26×22 pollici ovvero circa 65*55 cm che possono essere variamente combinati al crescere del numero delle plafoniere installate sul nostro acquario marino, ed aumentando o diminuendo la distanza della plafoniera dall’acqua.

Ovviamente la luce diventa molto direzionale e sono presenti le tanto amate “Glitter Lines“, che tra l’altro, tanto bene fanno ai nostri coralli, agendo esse stesse come lenti che intensificano l’intensità luminosa.

L’aggiunta nelle plafoniere delle lenti T.I.R. ovvero Total Internal Reflection, sta a significare come gli ingegneri della Ecotech Marine siano riusciti ad inserire all’interno delle plafoniere Radion un sistema di lenti che non avesse dispersione laterale, ma che tutta la luce venisse riflessa internamente ed emessa esternamente sull’acquario. Inoltre oggi tutte le versioni delle Ecotech Marine Radion XR30w, sia G2 che PRO, possono essere equipaggiate con le nuove lenti WIDE (vedi).

EcoTech Marine Radion XR30w G2 plafoniera led

Sopra potete vedere il contenuto della confezione, la foto si riferisce alla versione G2, ma il contenuto non cambia. Ora non ci resta che attendere il responso dell’acquario.

Se avete domande, dubbi o curiosità, chiedete pure, nel limite del possibile siamo qua per rispondervi.


3 commenti on Presentazione Ecotech Marine Radion XR30w PRO

  1. Pingback: Presentata la nuova Ecotech Marine Radion XR30w G3 in versione liscia e PRO | Danireef - il sito dell'acquario marino

  2. Francesco Lorino

    Ciao Danilo, volevo passare alle radion per illuminare un acquario già avviato di 120x60x60 con dsb.
    Adesso monto i t5, vorrei evitare problemi di ambientamenti ai coralli. Quante plafo dovrei montare, a che distanza e con quale programma, aspettavo con impazienza la tua recensione.

    • Ciao Francesco, normalmente per poter fare una recensione con un senso su una tipologia di illuminazione mi prendo circa 8-10 mesi, purtroppo però questa volta ho avuto, e sto avendo, il problema con i dinoflagellati che purtroppo sta rallentando il mio ruolino di marcia.
      In ogni caso se stai allevando coralli SPS secondo me hai bisogno di almeno tre radion per coprire adeguatamente l’acquario. La distanza diciamo che dipende soprattutto dalla copertura, ed avendo le Radion un cono da 80° direi attorno ai 20 cm circa dall’acqua.
      Per non sbagliare potresti cominciare con una curva quadra, ovvero definisci un valore cromatico che ti piace delle radion, come ad esempio i 14.000°K od i 12.000°K o quello che preferisci, poi li imposti come rampa in salita, tutti accessi, rampa in discesa, e fai un adattamento dal 40% della luce al 70% in 1 mese, poi al termine del mese vedi se proseguire o meno su questa via.
      Spero di aver risposto alle tue domande.

      Danilo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.