REPORTAGE

Raduno Goccia Nera 2013: il nostro completo reportage con foto


DSC_6370

Il 25 ed il 26 maggio 2013 si è tenuto il 1° raduno nazionale di Goccia Nera, in collaborazione con Acquaritalia e con il patrocinio del comune di Bologna, dedicato alla memoria dell’amico Massimo Carcione.

Iquitos - mangimi tropicali - Colombo

DSC_6370

Il raduno, diversamente da quanto siamo abituati, è cominciato alle 9 di sabato mattina e questo ha comportato un notevole assembramento di acquariofili nel momento dell’apertura, come era logico attendersi visto la grande pubblicità fatta dagli espositori prima del raduno per mostrare coralli dai colori incredibili che sarebbero stati disponibili durante la manifestazione. Coralli che, come vedremo, erano davvero spettacolari!

DSC_6370

Il Raduno era suddiviso sui tre piani della Villa Edvige Garagnani a Zola Predosa di Bologna, dimora storica della seconda metà del 1700 caratterizzata da una loggia passante splendidamente affrescata dopo una importante attività di restauro eseguita negli anni scorsi. Al piano terra, e parzialmente al primo piano, erano presenti gli acquari con i coralli in vendita, come era logico visti i disagi che si sarebbero dovuti affrontare per portare acquari e coralli ai piani superiori. Al primo piano inoltre era presente la “troppo” piccola sala conferenze, sala che ha costretto più volte alcuni acquariofili a seguire gli interventi in piedi oppure all’esterno della porta di ingresso. All’ultimo piano infine erano presenti i produttori ed i negozi intervenuti che avremo modo di vedere ed analizzare in dettaglio.

DSC_6370

Cominciamo con il parlare delle conferenze che si sono succedute al raduno

DSC_6370

Le conferenze del sabato mattina mattina sono cominciate con un leggero ritardo ed il primo a prendere la parola è stato Pietro Romano con l’intervento “L’importanza dell’uso dell’ozono in vasche di barriera” per il quale ha distribuito ai presenti un fascicolo per approfondire in modo completo l’argomento. La relazione è stata seguite con molto interesse ed ha poi spaziato con le domande su tanti argomenti cari all’acquariofilia di barriera.

DSC_6370

A seguire è stata la volta di Danilo Ronchi, DaniReef, parlare di “Elementi fondamentali, a livello di tecnica e chimica, per l’allestimento di un acquario di barriera”, partendo dalle basi fino ad approfondire diversi importanti concetti. La conferenza sarebbe dovuta durare una sola ora, ma anche grazie agli interventi del pubblico ed all’interesse suscitato siamo arrivati ben oltre le due ore.

DSC_6370

A quel punto ci siamo fermati e siamo andati a mangiare nel punto di ristoro ricavato in un’ala della villa, dove si potevano mangiare piadine, crescentine, tigelle e panini ripieni con affettati e formaggio. Tutto sommato una bella comodità rispetto a quella di doversi cercare un ristorante esterno.

DSC_6370

Nel pomeriggio il tempo ha cominciato a farsi davvero brutto, con anche una grandinata che non è stata di grande auspicio per il prosieguo del raduno.

A questo punto ha preso la parola Mirko Belosevic per una interessantissima conferenza su “Il layout: aquascaping in un acquario di barriera”, dove abbiamo visto tantissime belle vasche ed abbiamo ricevuto tantissimi consigli su come modellare al meglio le nostre vasche, pensando magari anche all’estetica. Inutile dire che la conferenza è stata molto seguita e molto partecipata dal pubblico tanto che, ancora una volta, si è protratta ben oltre il tempo a disposizione arrivando al termine quasi alla fine della giornata, cancellando purtroppo, la conferenza sulla luce che si sarebbe dovuta tenere successivamente a cura di Giovanni BottazzoJonjBoz” “Il ruolo della luce nel sistema acquario” che mi sarebbe piaciuto ascoltare.

DSC_6370

DSC_6370

Oltre alla conferenze erano presenti diversi espositori che avevano in vendita i coralli. Subito dopo l’ingresso sulla sinistra troviamo l’esposizione dei coralli del famoso negozio Seabox di Alessandro Sestini

DSC_6370

Proseguendo troviamo le tre vasche di TsunamiShop

DSC_6370

DSC_6370

Ed anche una Deborah che guarda i suoi coralli

DSC_6370

Girando invece a sinistra abbiamo potuto apprezzare l’esposizione di Aqua Style sulla sinistra, di Natura Amica e Atlantide sulla destra, ed infine Amazonas e Verde Vivo sullo sfondo.

DSC_6370

Aqua Style

DSC_65

Natura Amica, Atlantide, Amazonas e Verde Vivo

DSC_65

DSC_65

ed ancora al primo piano Oriens e Tropical Aquarium

DSC_65

Avendo fatto alcune foto ai coralli, e non potendo mostrarle tutte in questo articolo vi lascio con un piccolo video montato per l’occasione e vi consiglio di guardarlo a tutto schermo in alta definizione

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=StWVNLAaz2Y’]

Terminata quindi la parte relativa alle conferenze ci siamo preparati per andare tutti assieme a cena al ristorante Parco dei Ciliegi, non troppo distante dalla sede del Raduno Goccia Nera. Una scelta quanto mai azzeccata per il costo, tutto sommato economico, per la qualità di quello che abbiamo mangiato e per la nutrita partecipazione di gente. Eravamo oltre 70 come si può vedere dalla carrellata di visi che potete vedere a seguire.

DSC_6370

ed anche qua abbiamo pensato di regalarvi un piccolo video che riprendesse tutti gli intervenuti alla cena, in un clima di sana goliardia

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=BJksau28Ksk’]

La domenica mattina il Raduno Goccia Nera ha aperto i battenti ancora una volta alle 9, ma senza la forte spinta di arrivare primi per potersi prendere i coralli migliori, l’affluenza è stata molto molto più diluita con un picco significativo poco prima dell’ora di pranzo. Complice anche il sole si sono creati molti capannelli di persone all’esterno della villa dove si è parlato soprattutto di acquari marini, gestione, coralli e pesci.

DSC_6370

Ne abbiamo quindi approfittato per conoscere meglio gli espositori del secondo piano. Siamo partiti con LifeAquarium www.lifeaquarium.it

DSC_6370

che ci ha presentato una nuova reincarnazione della vecchia idea per gli acquari stand-alone tutto compreso, completi ma senza sump

DSC_6370

All’interno del sistema acquario è stata ricavata una nicchia su vetro di sfondo nero, che contiene schiumatoio, reattore di zeolite e filtro a letto fluido, un sistema pratico e completo, che non necessita di pompa di risalita, e quindi risulta davero semplice e silenzioso, e che, come si può vedere nelle foto, non ingombra poi tanto all’interno dell’acquario marino. Ovviamente indirizzato ad acquari marini non troppo spinti nella conduzione.

DSC_6370

Nella foto si può vedere lo schiumatoio senza il bicchiere ed un particolare del reattore di zeolite, che ovviamente può essere usato anche per altro.

DSC_6370

Così è come si presenta finito, la plafoniera non è fornita a corredo, e quella della foto è la plafoniera a led di Aquatronica. Sicuramente avremo modo di approfondire nei prossimi giorni questo nuovo acquario marino.

Ovviamente era presente anche Davide Mascazzini di ReefSnow che ha tenuto nel pomeriggio una interessante relazione sulla catena trofica, come vedremo successivamente.

DSC_6370

Abbiamo conosciuto poi Zetlight, costruttore di plafoniere a led molto interessanti

DSC_6370

Era presente anche HANNA Instruments che ha portato in visione tutti i propri nuovi rifrattometri e tutti gli accessori che ruotano attorno alla misurazioni dei valori in acquariologia

DSC_6370

A fianco era presente lo stand Aqua1

DSC_6370

Lo stand dell’amico Decasei, ovvero Forwater che ha messo in palio il primo premio della lotteria della domenica

DSC_6370

Gli amici Andrea ed Emanuele dello stand Sicce

DSC_6370

L’amico Giangi di AquariumCoralReef

DSC_6370

L’amico Giovanni di Acquarium Island Pesaro

DSC_6370

Anche domenica il programma delle relazioni è cambiato ed abbiamo cominciato con Mirko Belosevic che ci ha parlato di “L’idrodinamica di un acquario di barriera”, una conferenza estremamente interessante incentrata sul ruolo delle pompe di movimento, sulle loro caratteristiche, sulla loro scelta e sulla loro fondamentale importanza.

DSC_6370

DSC_6370

La conferenza è cominciata ancora una volta con ritardo ed avendo sforato ampiamente il tempo a disposizione, sia per l’importanza dell’argomento che per la nutrita partecipazione del pubblico e le frequenti pause dovute ai vari interventi siamo arrivati sino alla soglia della pausa pranzo…

DSC_6370

…dopo la quale ha preso la parola Davide Mascazzini di Reefsnow che ci ha parlato di “La Catena Trofica. Fito e Zoo plancton, ma non solo”, rimarcando ancora una volta l’importanza dell’alimentazione diretta dei coralli, prendendo in considerazione le varie alimentazioni possibili, i metodi di somministrazione, e le evidenze scientifiche sulla crescita dei coralli.

DSC_6370

Al termine della conferenza eravamo già a metà pomeriggio di domenica e si è tenuta la seconda estrazione dei premi per tutte le persone presenti.

DSC_6370

L’affluenza nei due giorni è stata ottima, con poco più di 700 persone intervenute, sebbene vi sia stato uno sbilanciamento di accessi fra il sabato e la domenica. Questo, a mio modesto avviso, è anche una diretta conseguenza dell’apertura del sabato mattina che ha anticipato un po’ tutte le visite, offrendo ai visitatori 4 mezze giornate in luogo delle canoniche 3.

DSC_6370

Le conferenze sono state tutte di altissimo livello, tutte molto partecipate ed interessanti. Il problema maggiore è stato quello di non aver avuto una sala conferenza più grande per poter accomodare tutte le persone interessate. Dal mio umile punto di vista preferirei che i raduni di questo genere avessero la possibilità di chiudere la parte espositiva nei momenti delle conferenze, per dare modo a tutti di accrescere la propria cultura acquariofila. Oltre infatti alla possibilità di incontrare vecchi amici, di conoscerne dei nuovi, di vedere e comprare coralli o attrezzature, il vero valore aggiunto di queste manifestazioni sono le conferenze, conferenze preparate per gli acquariofili e che possono arricchirci davvero tanto. Per chi avesse avuto modo di parteciparvi intendo qualcosa di simile a quanto preparato anni fa nei raduni di Reef Italia a Formia.

DSC_6370
Alessandro Sestini di Seabox e Pino di Natura Amica

In conclusione il raduno ha avuto luci ed ombre. Buona partecipazione di pubblico, per buona parte incentrato sugli appartenenti al gruppo Goccia Nera su Facebook, come era lecito attendersi, ma poca partecipazione del pubblico bolognese non adeguatamente informato dell’evento probabilmente. In pratica si sono viste quasi tutte facce note su internet e social network, ma pochi visitatori esterni.

DSC_6370

Le conferenze, pur ottime, avrebbero meritato uno spazio maggiore, e la gestione delle stesse è sicuramente un punto da migliorare. Il leggero ritardo non ha certo aiutato chi invece avrebbe voluto gestirsi la giornata, ovviamente dobbiamo anche ricordare che lo staff di Goccia Nera si è trovato a gestire un evento del genere per la prima volta ed in soli due mesi. Un risultato sicuramente da incorniciare viste le difficili condizioni al contorno.

DSC_6370

I coralli in esposizione erano tantissimi, incredibilmente belli e particolari, certo non erano in saldo e molti acquariofili che credevano di poter acquistare coralli a prezzo di realizzo sono rimasti delusi. I prezzi erano probabilmente commisurati alla bellezza stessa degli animali. Io una tale concentrazione di animali così belli non li avevo mai visti, come potete parzialmente vedere nel video che trovate nella prima parte del reportage.

DSC_6370

Infine non si può non ringraziare chi ha creato e gestito questo evento, ovvero lo staff di Goccia Nera, soprattutto nelle persone di Pietro Romano e Paolo Reef, lo staff di Aquaritalia, ReefMania Italia e ReefEmilia.

Nei prossimi giorni pubblicheremo anche un esteso articolo sulle conferenze, con foto, video ed estratti, grazie a e con la collaborazione di Pietro Romano, Daniele Zemignani e Aquaritalia


3 commenti on Raduno Goccia Nera 2013: il nostro completo reportage con foto

  1. Pingback: Aquaforest® : Danireef – il sito dell'acquario marino

  2. Pingback: Editoriale: PetsFestival 2013 a Piacenza – mostra mercato animali da compagnia : Danireef – il sito dell'acquario marino

  3. Pingback: L’amica Alessandra ha aperto Tropical Aquarium Shop… e non solo | Danireef - il sito dell'acquario marino

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.